La nuova Piazza SantEgidio e piazza XX Settembre
La nuova Piazza SantEgidio e piazza XX Settembre
Lavori pubblici

Ecco come cambierà a Bitonto piazza S.Egidio

Una vasta area pedonale su un unico livello. E torneranno visibili i resti della possente Torre medievale dell'Annunziata

Dopo piazza Caduti del Terrorismo toccherà al sistema di Piazza S.Egidio e piazza XX Settembre a Bitonto cambiare volto per diventare più a misura di pedone (e di turista) e valorizzare il patrimonio storico architettonico che racchiude. Sarà possibile grazie a un finanziamento europeo da 40 milioni di euro concesso alla regione Puglia che ha poi indetto un apposito bando per il quale erano risultati finanziabili, però, solo 4 programmi, sui circa 200 arrivati a candidatura. La decisione della giunta regionale di estendere la finanziabilità anche ai successivi 33 candidati in graduatoria, ha permesso di includere anche la città di Bitonto, giunta 16esima, con il progetto di recupero delle due piazze da 1 milione e 265mila euro.

Ma cosa cambierà nel concreto?
Il finanziamento è stato concesso ai progetti che prevedevano l'implementazione di infrastrutture durature ritenute strategiche ai fini dell'accoglienza turistica. Per questo le due piazze saranno fuse in un unico grande spazio aperto e pedonabile, su un unico livello, con la piazza di Sant'Egidio che si unisce alla scalinata dell'omonima chiesa. Altrettanto accadrà per la piazza antistante la chiesa dell'Annunziata, che, come la vicina "sorella", sarà ribasolata recuperando, ove possibile, le antiche basole in pietra presenti al di sotto dell'asfalto, disteso sulle chianche nei decenni passati. Ma per questo spiazzo c'è una "sorpresa" in più. E riguarda il basamento della medievale Torre dell'Annunziata, abbattuta quasi un secolo e mezzo fa per consentire l'allineamento di via Matteotti, ma i cui resti sepolti torneranno finalmente ad essere visibili. Sarà proprio quel basamento, individuato con i georadar dagli archeologi a novembre del 2018, il vertice estremo della nuova grande piazza verso via De Ilderis: in quella zona i resti saranno scavati e ricoperti con una lastra in vetro che consentirà di ammirare la fortificazione e l'annessa Porta Nova, che cingeva la città per difenderla dalle incursioni nemiche.

Tutta la piazza sarà dotata poi di un nuovo impianto illuminotecnico a led, mentre novità importanti sono previste anche per la fontana pubblica presente nella piazza, che sarà spostata per essere addossata ai nuovi arredi in pietra che saranno disposti nella zona opposta a quella di via Ilderis (l'area, per intendersi, attualmente utilizzata per le affissioni funerarie). Proprio qui è prevista un'altra novità, perchè sarà aperto un varco carrabile che costeggerà l'edificio attualmente presente per agevolare la circolazione dopo la chiusura, nel tratto tra via De Ilderis e via Logroscino, di via Pasculli dove il transito sarà consentito solo ai residenti.

Per l'inizio dei lavori, però, bisognerà aspettare la conclusione delle complesse fasi della pubblicazione del bando comunale, dell'aggiudicazione e dell'assegnazione. La previsione è che possano partire entro il 2022.
«Il Lungolama, la riqualificazione del Vecchio Macello, la nuova piazza Caduti del Terrorismo e il rinnovato Torrione Angioino – ha commentato il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio – insieme a Villa Sylos, al convento di Sant'Agostino o il monastero di San Domenico, nel settore della valorizzazione del patrimonio storico-artistico-architettonico della città e tutte le altre opere sportive, sociali, ludiche e strategiche i cui lavori sono conclusi, partiti o in partenza in questi mesi, non saranno l'unica eredità che intendiamo lasciare nelle mani delle nuove generazioni. Anche questa importante opera di recupero e valorizzazione in chiave di accoglienza turistica potrà andare ad arricchire la dotazione di una città ancora in crescita, decisa a non arrendersi a stereotipi che per troppo tempo ne hanno contrassegnato in accezione in negativa la sua immagine».
  • Michele Abbaticchio
Altri contenuti a tema
Riapertura scuole, Abbaticchio decide di fidarsi delle autorità Riapertura scuole, Abbaticchio decide di fidarsi delle autorità Preoccupazione da parte di molti genitori e docenti
«Addio 2021!», gli auguri di Abbaticchio ai bitontini «Addio 2021!», gli auguri di Abbaticchio ai bitontini Sarà l'ultimo messaggio di fine anno da primo cittadino. Tra qualche mese termina il mandato
Covid ora colpisce bambini: le preoccupazioni di Abbaticchio in un video Covid ora colpisce bambini: le preoccupazioni di Abbaticchio in un video Il primo cittadino: «Prima volta in questi due anni tremendi che noi genitori abbiamo davvero paura. Vaccinateli»
Abbaticchio in diretta social: «A Bitonto attualmente 32 positivi» Abbaticchio in diretta social: «A Bitonto attualmente 32 positivi» Il primo cittadino ha fatto il punto della situazione
"Pranzo in sospeso": buona l'adesione delle attività commerciali di Bitonto "Pranzo in sospeso": buona l'adesione delle attività commerciali di Bitonto Abbaticchio: «Una carezza di Natale in un sistema pubblico che abbiamo avviato da anni»
Dopo la sparatoria, Abbaticchio ed i sindaci dell'Area Metropolitana al Demodè Dopo la sparatoria, Abbaticchio ed i sindaci dell'Area Metropolitana al Demodè Flash Mob voluto dai gestori dei locali notturni
Avviso Pubblico, Abbaticchio preoccupato dopo il tentato omicidio di Modugno Avviso Pubblico, Abbaticchio preoccupato dopo il tentato omicidio di Modugno Il primo cittadino: «Ritorno triste a cultura delle mafie»
Il sindaco di Bitonto tra coloro i quali chiedono più fondi per il Sud Il sindaco di Bitonto tra coloro i quali chiedono più fondi per il Sud Ieri l'incontro con il Ministro Colao per parlare di PNRR
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.