Uno degli ulivi secolari di Gino Ancona dati alle fiamme
Uno degli ulivi secolari di Gino Ancona dati alle fiamme
Territorio e Ambiente

Dalle intimidazioni a Gino Ancona la reazione del mondo agricolo sull’affaire xylella

Sabato a Bitonto i senatori Ciampolillo e De Bonis per spiegare «quello che non dicono» sull’epidemia degli ulivi

Ha subito la peggiore delle intimidazioni che un coltivatore diretto possa affrontare, l'incendio dei suoi amati alberi. Adesso da quell'esperienza nasce un momento di informazione e riflessione per comprendere tutti gli aspetti di un fenomeno che sta mettendo in ginocchio il settore agricolo pugliese. È tempo di "riscossa" per Gino Ancona, anarchico bitontino a cui, poco meno di un mese fa, sono stati incendiati una decina di alberi di ulivo e che adesso vuole chiarezza e giustizia.

«Si tratta di un evidente gesto intimidatorio – commentò Gino Ancona raccontando l'accaduto – visto che sono in ottimi rapporti con tutti gli altri proprietari dei terreni confinanti. Un attacco arrivato a una settimana esatta dal mio intervento a Bitonto durante una manifestazione pubblica a Palazzo Gentile sulla xylella in cui ho duramente attaccato le tesi esposte da alcuni dei relatori, che si esprimevano su temi in realtà ancora sotto la lente della magistratura».

Proprio partendo dall'esperienza di Gino Ancona, il settore agricoltura del "Coordinamento Regionale Ufficio dello Stato di diritto per la tutela degli interessi diffusi", all'interno del Movimento Autonomo di Base – Nuova Cittadinanza, ha organizzato a Bitonto un momento formativo dal titolo «Xylella, quello che non dicono. Formazione e solidarietà tra agricoltori: il caso di Gino Ancona». L'appuntamento è per sabato 21 luglio in piazza Moro, a Bitonto, a partire dalle 18,30, dove sono attesi gli interventi dei senatori del Movimento 5 Stelle Lello Ciampolillo e Saverio De Bonis, che si alterneranno a quelli di Damiano Stellacci e Antonio de Franco, coordinatore MAB, oltre all'agricoltore Roberto Polo e allo stesso Gino Ancona. A moderare gli interventi sarà la giornalista Stefania Bove.
  • xylella
Altri contenuti a tema
Ridefinita area di contenimento Xylella fastidiosa: preoccupazione anche a Bitonto Ridefinita area di contenimento Xylella fastidiosa: preoccupazione anche a Bitonto Dieci anni di monitoraggio e un milione di analisi disponibili in formato aperto sul portale regionale
Xylella attacca alberi di mandorlo. Le preoccupazione di Gennaro Sicolo Xylella attacca alberi di mandorlo. Le preoccupazione di Gennaro Sicolo Il presidente CIA Puglia: «Serve sostegno più deciso e sistematico alla ricerca»
Xylella, governo rimanda la nomina del Commissario. Cia Puglia: «Grave errore» Xylella, governo rimanda la nomina del Commissario. Cia Puglia: «Grave errore» Lollobrigida a Manduria ha detto che non è il momento. Sicolo: «Batterio non aspetta i tatticismi della politica»
Xylella, infezione avanza di 20km all'anno Xylella, infezione avanza di 20km all'anno L'analisi di Coldiretti Puglia. Piante infette a Polignano a Mare e Monopoli
Xylella, è tempo di buone pratiche. Coldiretti scrive ad Emiliano Xylella, è tempo di buone pratiche. Coldiretti scrive ad Emiliano Iniziata anche a Bitonto la campagna di prevenzione e pulizia dei terreni incolti per evitare la proliferazione della sputacchina
Xylella, nuova area infetta nel Barese. Apprensione anche a Bitonto Xylella, nuova area infetta nel Barese. Apprensione anche a Bitonto Istituita per "alto rischio sanitario". L'allarme di Coldiretti Puglia
Xylella, CIA Puglia: Bene la proroga al 20 aprile per le lavorazioni obbligatorie” Xylella, CIA Puglia: Bene la proroga al 20 aprile per le lavorazioni obbligatorie” Era stata l’organizzazione agricola a chiedere il provvedimento per le zone nei 200 metri di altitudine
Xylella: controllo a campione nell’agro bitontino Xylella: controllo a campione nell’agro bitontino Incaricati del monitoraggio sono professionisti selezionati e formati dall’ARIF
© 2001-2024 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.