La campagna in favore di melissa
La campagna in favore di melissa
Cronaca

Bitonto si mobilita per aiutare Melissa, neonata affetta da SMA1

Per salvarla serve un farmaco da 2,1 milioni di dollari

Ventotto giorni. Può essere questo il limite tra la vita e la morte nascendo in Italia, dove il farmaco che può salvarti costa come lo yacht di un emiro ma ti viene concesso gratuitamente solo se hai meno di 6 mesi. Lo sanno bene i genitori della piccola Melissa, che stanno lottando con tutte le forze per salvare la loro bambina, trovando sostenitori anche a Bitonto. Alla neonata infatti, nonostante gli esami e le visite continue, la malattia da cui era affetta, la SMA di tipo 1, è stata diagnosticata quando aveva 7 mesi. Troppo tardi secondo i rigidi protocolli della sanità italiana perchè il milionario farmaco genico in grado di salvarle la vita, il Zolgesma, potesse esserle somministrato gratuitamente. Per questo è stata avviata una raccolta fondi con cui si sta cercando disperatamente di raggiungere la cifra necessaria ad acquistare il medicinale: 2,1 milioni di dollari.
Sulla vicenda si è espresso anche il governatore pugliese, Michele Emiliano, che ha assicurato il massimo sostegno alla piccola Melissa. Ma solo se il farmaco le verrà prescritto: in quel caso, promette Emiliano, il farmaco le verrà somministrato gratuitamente.

«Il medico che la sta seguendo, il professor Eugenio Mercuri - racconta la mamma - ci ha detto che avrebbe valutato se fare richiesta per Melissa del nuovo farmaco». Ci sarò bisogno però di una procedura 'off label', cioè in deroga ai limiti attualmente imposti dall'Aifa (l'Agenzia italiana del farmaco), «ma perché Melissa ce la possa fare – spiega la giovane madre - per darle una speranza di futuro, ne ha bisogno subito, adesso, perché il farmaco non può essere assunto dopo il secondo anno di età, ed è più efficace se iniettato subito».
Nel frattempo, però, in molti anche a Bitonto si sono mobilitati, chiedendo a tutti di sostenere la raccolta fondi attivata sulla piattaforma Gofundme.com: «Aiutiamo i genitori di questa bambina – è l'appello partito dalla città dell'olio - che senza il nostro aiuto non potranno mai farcela a salvare la piccola Melissa».
  • Michele Emiliano
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Speranza firma nuova ordinanza: la Puglia resta arancione Speranza firma nuova ordinanza: la Puglia resta arancione Emiliano: «Indice Rt tra i più bassi in Italia. Abbiamo ancora un elevato numero di terapie intensive disponibili»
Abbaticchio sollecita Lopalco: «Ci dica se i medici di base potranno fare i tamponi» Abbaticchio sollecita Lopalco: «Ci dica se i medici di base potranno fare i tamponi» Il sindaco di Bitonto ha messo a disposizione personale e strutture per i test, ma Regione e sindacati sono divisi
Ordinanza del ministero della salute, la Puglia resta zona arancione Ordinanza del ministero della salute, la Puglia resta zona arancione Nessun cambiamento fino al 3 dicembre, non accolta la richiesta di Emiliano di zona rossa per Bat e Foggia
Sentenza Tar Puglia sulle scuole, le reazioni Sentenza Tar Puglia sulle scuole, le reazioni Soddisfatti sia il governatore Emiliano che l'avvocato dei genitori
Giunta regionale, confermate le indiscrezioni Giunta regionale, confermate le indiscrezioni Emiliano tiene il posto ai 5 Stelle, chance per la dem Ciliento in caso di rifiuto dei pentastellati. Dure critiche da Fitto: «Avvio imbarazzante»
Rischio burnout per gli operatori sanitari che combattono il Covid Rischio burnout per gli operatori sanitari che combattono il Covid L'allarme degli psicologi pugliesi: «È una categoria ad alto rischio»
Giunta regionale, Emiliano pronto alle nomine Giunta regionale, Emiliano pronto alle nomine Un posto per l'ex ministro della cultura Bray, l'incognita sulla partecipazione del Movimento 5 Stelle
Sospese lezioni in presenza nelle scuole da venerdì 30 ottobre Sospese lezioni in presenza nelle scuole da venerdì 30 ottobre A Bitonto chiude anche l'intero plesso della Fornelli: una docente positiva
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.