IMG
IMG
Politica

«All'Asv Bitonto anomala ondata di incarichi ad avvocati baresi»

L'accusa di Onda Civica: «1,5 milioni di euro finiti nelle tasse dei contribuenti»

Compensi a pioggia ad una schiera di avvocati e commercialisti di Bari i cui costi hanno finito per aumentare la pressione fiscale dei contribuenti di Bitonto. È l'accusa che il movimento politico Onda Civica ha rivolto all'amministrazione comunale nella gestione degli ultimi anni della liquidanda Azienda Servizi Vari, la partecipata del Comune che, fino a pochi mesi fa, si occupava della gestione del ciclo dei rifiuti in città, prima che venisse sostituita dalla Sanb, l'ente unico che ha assorbito i servizi di Bitonto, Terlizzi, Ruvo, Corato e Molfetta.

«A partire dal 2017 – si legge in una nota sull'argomento - si assiste ad un'anomala ondata, con riferimento alla media degli anni pregressi 2014/2015/2016, di affidamenti diretti di incarichi professionali in favore di avvocati e commercialisti di Bari. Recisamente una flotta di professionisti tra avvocati e commercialisti (una trentina solo di Bari) quasi a dubitare che l'A.S.V. S.P.A. fosse deputata - in regime di privativa - al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ed avesse, invero, focalizzato il proprio core business nell'affidamento di incarichi professionali. Nei tre anni 2017/2018/2019 una media di circa 500 mila euro annui per soli compensi professionali, guarda caso proprio l'eccedenza delle spese generali presenti nel piano finanziario annuo TARI del Comune di Bitonto rispetto a quello del Comune di Molfetta».

«Per chi non l'avesse percepito – scrivono ancora da Onda Civica - quei compensi a pioggia sono rientrati nel costo della TARI 2017, 2018 e 2019, e restiamo in attesa del piano finanziario TARI 2020. Siamo alle solite: "monnezza ed incarichi". Soldi dei contribuenti, schiaffi ai cittadini che la mattina vanno a lavorare, sberleffi ai professionisti locali che non hanno santi in paradiso e nemmeno demoni all'inferno. A proposito, cosa accadeva nel 2019 in terra di Bari? E l'A.S.V. S.P.A., che già galleggiava tra mille difficoltà economiche aveva proprio necessità di elargire incarichi professionali per quelle cifre sotto gli occhi distratti di qualcuno? La Corte dei Conti aprirà un'inchiesta? Perché mai l'A.S.V. SPA non abbia pescato tra le professionalità locali ma sia dovuta ricorrere a professionalità baresi di Bari?».

«Probabilmente – è la conclusione cui giungono gli estensori della nota - quelle consulenze hanno contribuito ad affossare in malo modo la già precaria condizione dell'A.S.V. S.P.A. Senza voler interferire, cosa frena il liquidatore della A.S.V. S.P.A. dal proporre un'istanza di autofallimento? È vero o no che le azioni revocatorie fallimentari consentono la ricostruzione del patrimonio del fallito, rendendo inefficaci gli atti del fallito nel periodo antecedente la dichiarazione di fallimento in violazione del principio della par condicio creditorum?».

L'ultimo quesito riguarda le quote accantonate a titolo di T.F.R. dalla liquidanda A.S.V. S.P.A che, secondo Onda Civica, dovrebbero «concorrere da subito in maniera privilegiata alla formazione dello stato passivo unitamente alle liquidazioni delle parcelle dei professionisti baresi».

«A tal proposito – conclude la nota - Onda Civica, onde evitare inerzie ingiustificate da parte dell'Amministrazione Comunale di Bitonto per l'eventuale proposizione dell'azione di responsabilità, ove ne sussistano i presupposti, anche per evitare spoliazioni patrimoniali degli eventuali responsabili, procederà a diffidare l'Amministrazione comunale nella persona del sedicente Sindaco dei Sud ed in ipotesi di persistente ed ingiustificata inerzia proporrà l'azione popolare ex art. 9 del T.U.E.L. d. lgs. 267/2000, con sostituzione processuale degli elettori a chi oggi "amministra" la nostra città».
  • Asv
  • Azienda Servizi Vari Bitonto
Altri contenuti a tema
Pendolare esasperata scrive una lettera al Comune Pendolare esasperata scrive una lettera al Comune La richiesta: «Chiedo ripristino corsa delle 7:00. Non ci sono solo gli studenti e nel trasporto non si investe»
Da settembre sui bus urbani attiva la bigliettazione elettronica con l’app DropTicket Da settembre sui bus urbani attiva la bigliettazione elettronica con l’app DropTicket Novità digitale per gli autobus delle linee urbane di Bitonto.
1 Differenziata sotto il 30% a Bitonto, Onda Civica: «Passi indietro» Differenziata sotto il 30% a Bitonto, Onda Civica: «Passi indietro» Critiche anche sulla mancata approvazione del PEF: «Cittadini penalizzati senza decurtamento costi»
Raccolta differenziata: a Bitonto peggiorano le percentuali Raccolta differenziata: a Bitonto peggiorano le percentuali Il dato scende sotto il 30% per il 2020 dopo un biennio in sostanziale equilibrio
Onda Civica: «A Bitonto vietato esprimere pareri sui servizi» Onda Civica: «A Bitonto vietato esprimere pareri sui servizi» La forza di centrodestra critica sulla politica della customer satisfaction per la gestione pubblica
Confusione a Bitonto sui colori della differenziata: «Nessuna comunicazione» Confusione a Bitonto sui colori della differenziata: «Nessuna comunicazione» Cazzolla (Fare Verde): «Senza colori di riferimento siamo tornati 20 anni indietro»
Asv in declino. Natilla: «Colpa della politica schizofrenica del sindaco» Asv in declino. Natilla: «Colpa della politica schizofrenica del sindaco» Il consigliere d'opposizione punta il dito contro Abbaticchio: «Su chi ricadranno i debiti milionari?»
Differenziata di scarsa qualità: dal consiglio 1,2 milioni per ripianare le spese Asv Differenziata di scarsa qualità: dal consiglio 1,2 milioni per ripianare le spese Asv Santoruvo (70032): «Il vecchio Cda aveva ragione, ma l'ex assessore lo ha ignorato»
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.