Don Vincenzo Pellicani
Don Vincenzo Pellicani
null

Addio a don Vincenzo Pellicani: fu rettore del Seminario Diocesano di Bitonto

Ieri i funerali del parroco ruvese. La Diocesi: «Lascia segno indelebile di una fede genuina»

È morto don Vincenzo Pellicani, amato parroco ruvese e per quasi un decennio Rettore del Seminario Vescovile di Bitonto.

Ad annunciarlo il Vescovo Mons. Domenico Cornacchia, l'intero Presbiterio diocesano e i famigliari.
In tanti gli hanno fatto visita per l'ultimo saluto nella camera ardente allestita ieri presso la cappellina della Casa di Riposo "M.M.Spada" di Ruvo di Puglia, per poi seguire le esequie celebrate nella parrocchia S.Domenico sempre della cittadina ruvese.

Era nato il 29 luglio 1926 e avrebbe celebrato il 70esimo anno di sacerdozio il 10 luglio prossimo, essendo stato ordinato presbitero il 10 luglio 1949. Cappellano di Sua Santità, ha ricoperto numerosi incarichi pastorali. Il primo dei quali proprio a Bitonto dove aveva svolto l'itinerario scolastico e ginnasiale presso il seminario Vescovile. Quello stesso Seminario Vescovile del quale, a partire dal 1950, gli viene conferita la responsabilità di Rettore. Fino al 1959 quando Mons. Aurelio Marena lo invia a Ruvo come viceparroco nella sua familiare parrocchia di San Domenico, sotto il parrocato del suo indimenticato padre e maestro don Ciccio Lorusso. Assistente di Azione Cattolica nelle diverse stagioni dell'associazione ruvese dagli anni '50 in poi, docente di Religione nelle scuole medie; il suo più intenso ministero è stato il lungo parrocato a San Giacomo, avviando poi la nuova sede parrocchiale presso il santuario della Madonna delle Grazie; poi a Santa Lucia e, negli ultimi anni, collaboratore a San Domenico e rettore alla Chiesa San Giacomo – Centro di adorazione eucaristica. Per molti anni ha accompagnato i ragazzi della Comunità CASA, recandosi settimanalmente per i colloqui.
«Un sacerdote buono, umile, discreto, di grande riservatezza e profondo equilibrio – ricordano dalla Diocesi - padre spirituale di più generazioni nelle quali ha lasciato il segno indelebile di una fede genuina, libera da filtri e sovrastrutture. La sua vita e il suo lungo e generoso ministero hanno segnato un pezzo di storia della città e della Diocesi».
  • Ruvo di Puglia
Altri contenuti a tema
Fuga rocambolesca su un ciclomotore nelle campagne di Ruvo. Arrestato sorvegliato speciale bitontino Fuga rocambolesca su un ciclomotore nelle campagne di Ruvo. Arrestato sorvegliato speciale bitontino I Carabinieri lo hanno fermato dopo un lungo inseguimento
1 Assalto al tir carico d'olio partito da Bitonto: sequestrato il conducente Assalto al tir carico d'olio partito da Bitonto: sequestrato il conducente I malviventi, braccati dai Carabinieri, abbandonano il mezzo a Corato e scappano
Furto di carne a Corato: refurtiva recuperata a Bitonto dopo un rocambolesco inseguimento Furto di carne a Corato: refurtiva recuperata a Bitonto dopo un rocambolesco inseguimento I Carabinieri della locale stazione indagano sui possibili responsabili
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.