Fabio Delvino in azione con la maglia del Bisceglie. <span>Foto Emmanuele Mastrodonato</span>
Fabio Delvino in azione con la maglia del Bisceglie. Foto Emmanuele Mastrodonato
Calcio

Delvino alla Viareggio Cup: "E' la vetrina dei futuri campioni"

Il 19enne difensore bitontino del Bisceglie convocato nella rappresentativa di serie D

Nel Bari ha cominciato la trafila giovanile, ed ora se lo ritrova contro, con la maglia della rappresentativa di serie D. C'è anche il bitontino Fabio Delvino, difensore in forza all'As Bisceglie 1913, fra i convocati della selezione di categoria che parteciperà alla Viareggio Cup.
Martedì prossimo il debutto, appunto contro il Bari, a Badesse, nel Senese, in un girone eliminatorio che comprende anche Napoli e gli argentini del Camioneros. Una vetrina per tanti campioni, la Coppa Carnevale, da Roberto Baggio a Maurito Icardi, passando per Nesta e Del Piero. "E pure Schweinsteiger e Florenzi" ricorda Fabio, 19 anni compiuti il 1° marzo, con la prontezza di chi i nomi famosi transitati al Viareggio se li è scorsi tutti. Con la speranza, un domani, di aggiungervi il suo.
L'abbiamo intervistato fra un allenamento ed una riunione tecnica, già in Toscana per rispondere alla convocazione di Augusto Gentilini, arrivata proprio il giorno del suo compleanno: "La convocazione? Non me l'aspettavo – ammette candidamente Delvino – Al primo stage siamo partiti in 90, ed ora sono fra i 22 che sono a Viareggio. E adesso è festa grande per me e per la società che ha creduto nelle mie possibilità".
Dove ha cominciato?
"Ho fatto la scuola calcio a Bitonto, nel Torrione, con Gino Rossiello come allenatore. Ci giocava anche mio padre Francesco, ma in attacco. Ha smesso a 15 anni. Spera che io abbia le possibilità che lui non ha avuto. Senza alcuna pressione, però: mi segue nel modo giusto, con serenità".
Poi, subito via da Bitonto?
"Sì, nel Bari, quattro anni sino al 2014. Non mi hanno confermato e Carlo Prayer mi ha voluto con sé ad Andria, nei Giovanissimi Nazionali. Poi a Bisceglie, prima gli Juniores e quindi in prima squadra, sempre con Prayer. Ho anche esordito in serie D, all'ultima partita. L'anno dopo a Barletta con gli Allievi Nazionali ed infine a Matera la scorsa stagione, nella Berretti".
Quest'anno, spesso titolare in serie D, con Ragno in panchina.
"Ho saltato solo sei partite, dopo un infortunio contro il Potenza nel girone d'andata. Vengo impiegato come terzino destro. Stiamo facendo bene (il Bisceglie è secondo in classifica nel girone H, ndg) e vogliamo arrivare il più lontano possibile".
Che s'aspetta dalla Viareggio Cup?
"E' una delle vetrine più prestigiose per un giovane: ci saranno tanti addetti ai lavori a vederci. Sui tre '97 del gruppo, due sono centrali difensivi come me. Ma spero di potermi ritagliare ugualmente uno spazio. E' già importante essere in questo gruppo: tutto ciò che viene in più è di guadagnato".
Si comincia contro il Bari.
"Per un tifoso biancorosso come me, è sempre un'emozione: campionato o amichevole non fa differenza. Ci ho giocato contro parecchie volte".
A quale giocatore s'ispira?
"Barzagli: il giusto mix fra tecnica ed efficacia difensiva. A chi mi paragonano? A Ranocchia, ma solo come struttura fisica. Lui ha cominciato da centrocampista? Anche io a Bitonto: i miei piedi non sono poi così male".
Già, Bitonto. Ha mai pensato, presto o tardi, di tornare a giocare nel suo paese?
"Non ci ho mai pensato. Eppure l'Unione Sportiva la seguo spesso, e con interesse. L'Omnia un po' meno, ma so che stanno disputando un gran campionato".
Chi è Fabio Delvino fuori dal campo?
"Un ragazzo come tanti, cui piace ritrovarsi con gli amici di sempre per uscire. Quest'anno ho gli esami di maturità. Scientifica, a Bari, in una scuola in cui ho la possibilità di studiare ma anche di allenarmi due volte al giorno. Speriamo che assieme alla maturità scolastica arrivi presto quella calcistica".
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • calcio
  • Fabio Delvino
  • Bisceglie
  • Rappresentativa serie D
Altri contenuti a tema
Bitonto-Brindisi, malore di un tifoso poco prima del fischio d’inizio Bitonto-Brindisi, malore di un tifoso poco prima del fischio d’inizio La gara è cominciata con 18 minuti di ritardo
Calcio a 5, la Final Eight di Coppa Italia a Bisceglie Calcio a 5, la Final Eight di Coppa Italia a Bisceglie Occasione unica per sostenere il Bitonto
Bitonto C5 Femminile, testa al derby con il Bisceglie Bitonto C5 Femminile, testa al derby con il Bisceglie Partita attesissima domenica a Giovinazzo, si punta ai 1000 spettatori. Club premiato dal Coni Puglia per la doppietta campionato-Coppa di A2
Il Bitonto spreca tanto e ottiene solo un pari col Bisceglie Il Bitonto spreca tanto e ottiene solo un pari col Bisceglie Neroverdi poco cinici durante la gara. Contestazione dei tifosi al termine del match
Il bitontino Francesco Cervelli vince con la Nazionale Sicurezza sul Lavoro Il bitontino Francesco Cervelli vince con la Nazionale Sicurezza sul Lavoro Trionfo nel quadrangolare tenutosi a San Giorgio a Cremano
Serie D, a Bitonto il match Bisceglie-Casertana Serie D, a Bitonto il match Bisceglie-Casertana L'impianto biscegliese è indisponibile a causa di una manutenzione del manto erboso
Bitonto, 8 casi Covid nel gruppo squadra: rinviata la gara con l'Aversa Bitonto, 8 casi Covid nel gruppo squadra: rinviata la gara con l'Aversa I tesserati positivi, in isolamento, sono in buone condizioni di salute e non presentano grosse sintomatologie
Maradona e il campione del mondo con i nonni di Bitonto Maradona e il campione del mondo con i nonni di Bitonto Pedro Pablo Pasculli ricorda il mito del calcio scomparso con cui ha alzato la Coppa del Mondo nell'86'
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.