Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Attualità

Vittime di racket: via il sostegno alle spese legali. Ruggiero (M5S): «Lamorgese intervenga»

La deputata bitontina contro il provvedimento del Ministero che compromette la lotta alla mafia dello scorso 18 gennaio

«Il neoministro dell'Interno Luciana Lamorgese intervenga per ridare dignità alle vittime del pizzo e per motivarle a denunciare». È un provvedimento emesso dal Ministero degli Interni lo scorso 18 gennario che mette a repentaglio la lotta alla mafia il bersaglio dell'intervento della deputata bitontina del Movimento 5 Stelle, Francesca Anna Ruggiero, che ha chiesto alla neo ministro un rapido intervento riparativo.
La Ruggiero, che è anche componente della Commissione Finanze alla Camera dei Deputati spiega come una circolare pubblicata dal Viminale lo scorso 18 gennaio avrebbe creato «grandi difficoltà in quanto non fa riconoscere, da parte dello Stato, le spese legali relative all'attività di supporto processuale svolta dagli avvocati che hanno assistito negli ultimi anni decine di vittime di estorsioni mafiose».

«Il risvolto assurdo della vicenda è che tali spese sono state stabilite da sentenze – spiega la deputata - il nuovo orientamento amministrativo dettato dalla circolare del Viminale, che interpreta la legge 512/99, ovvero la legge istitutiva del fondo per il risarcimento delle vittime e la copertura delle spese legali, propone il riconoscimento diretto esclusivamente alle vittime, che quindi dovrebbero tornare ad anticipare le spese legali nelle cause intentate contro gli estorsori».

«L'effetto collaterale di tale indirizzo – aggiunge la Ruggiero - è che i soggetti danneggiati dal pizzo sarebbero ulteriormente scoraggiati a denunciare i vessatori per via delle incombenze economiche cui dovrebbero far fronte. La missione dello Stato deve essere quella di spingere i cittadini a denunciare per indebolire le organizzazioni mafiose, rimuovendo gli eventuali ostacoli che potrebbero scoraggiarli o impaurirli. La ministra intervenga per risolvere questa problematica, come richiesto da molte associazioni anti-racket».
  • Ministero degli Interni
  • Francesca Ruggiero
Altri contenuti a tema
L'onorevole Ruggiero (M5S) chiede fiducia per il Conte bis L'onorevole Ruggiero (M5S) chiede fiducia per il Conte bis «Un governo per far ripartire il Mezzogiorno e completare il nostro programma»
L'onorevole Ruggiero (M5S) promuove il Conte bis: «Ma si converga sui temi» L'onorevole Ruggiero (M5S) promuove il Conte bis: «Ma si converga sui temi» La deputata bitontina contro Salvini: «Un irresponsabile che considera l'Italia una repubblica fondata sui sondaggi»
Comitato Bitonto 5 Stelle: «Noi contrari all'Autonomia Differenziata» Comitato Bitonto 5 Stelle: «Noi contrari all'Autonomia Differenziata» E sul comitato che difende il Sud: «Aperti al confronto, ma non per contenitori vuoti di demagogia e propaganda»
«Col reddito di cittadinanza abbiamo aiutato i poveri di Bitonto» «Col reddito di cittadinanza abbiamo aiutato i poveri di Bitonto» La deputata Ruggiero (M5S) difende il provvedimento: «Adesso le famiglie arrivano a fine mese»
Ruggiero (M5S): «Col Governo Conte Sud di nuovo al centro». Ma lo Svimez la smentisce Ruggiero (M5S): «Col Governo Conte Sud di nuovo al centro». Ma lo Svimez la smentisce Tra fine 2018 e inizio 2019 più giovani in fuga, 107mila occupati in meno nel Mezzogiorno, meno posti letto in ospedale e scuole più insicure
Autonomia differenziata, i deputati 5Stelle all'ANPI: «Noi baluardo della solidarietà nazionale» Autonomia differenziata, i deputati 5Stelle all'ANPI: «Noi baluardo della solidarietà nazionale» Sinistra Italiana: «Ruggiero immensa faccia tosta dopo aver distrutto sanità, trasporti, ricerca, storia e ambiente»
L'ANPI Bitonto ai deputati Ruggiero e Dell'Olio: «Autonomia differenziata disastro per il Sud» L'ANPI Bitonto ai deputati Ruggiero e Dell'Olio: «Autonomia differenziata disastro per il Sud» La sezione locale del partigiani scrive agli onorevoli grillini: «I bitontini vi hanno dato fiducia, adesso ripagatela»
«Con il Codice Rosso mai più femminicidi come quello di Maria Grazia Cutrone» «Con il Codice Rosso mai più femminicidi come quello di Maria Grazia Cutrone» Nel provvedimento, presentato dalla deputata bitontina Francesca Ruggiero (M5S), misure contro revenge porn e sfregi al viso
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.