Le teste di capretto analizzate dagli ispettori di Polizia di Bitonto. <span>Foto immediato.net</span>
Le teste di capretto analizzate dagli ispettori di Polizia di Bitonto. Foto immediato.net
Cronaca

Teste di capretto sul cancello dell'imprenditore che vuole comprare il Foggia

L'intimidazione a Mariotto sulla recinzione della villa dell'AD di Meleam, Pasquale Bacco

Due teste di capretto sul cancello e una scritta con lo spray: "Bacco e Masi via dal Foggia". È l'intimidazione subita nella notte presso la sua villa a Mariotto, frazione di Bitonto, dall'Amministratore Delegato del gruppo Meleam, Pasquale Bacco, che negli ultimi giorni aveva manifestato il suo interesse ad acquistare il Foggia Calcio. Il gesto sarebbe anche stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza della villa, fornendo dettagli utili anche se non decisivi ai fini dell'identificazione dei responsabili.

Per Bacco si tratta di un «episodio inqualificabile, che mi lascia assolutamente stupefatto. Non è possibile che il calcio sia causa di queste aggressioni psicologiche. I valori devono tornare al centro di qualsiasi progetto sportivo. Non posso credere che i tifosi del Foggia possano essere responsabili di questa azione; il mio pensiero va più a qualcuno che intende sabotare la cordata che rappresento».
L'amministratore Delegato ha annunciato che l'episodio avrebbe reso necessaria «con tutti i miei collaboratori, una profonda riflessione». Un riferimento preciso, quindi, alla possibilità di ritirarsi dalla corsa all'acquisto del club rossonero.

Per Bacco e la Meleam si tratterebbe di una nuova "fumata nera" dopo i tentativi degli anni scorsi, di acquistare le squadre di Gallipoli, Bari, Foggia, Bologna, Us Bitonto e, provocatoriamente, addirittura la Juventus, oltre ai dichiarati interessamenti per Brindisi e Salernitana.
Sulla vicenda, in ogni caso, indaga la Polizia che ha acquisito le immagini del circuito di videosorveglianza.
  • calcio
  • Pasquale Bacco
  • Meleam Group
Altri contenuti a tema
Il Bitonto perde la Serie C: respinto il ricorso Il Bitonto perde la Serie C: respinto il ricorso Abbaticchio: “Affranti e storditi. Ma i lavori allo stadio si faranno comunque”
Serie C a rischio a Bitonto: striscioni dei tifosi contro i tesserati Serie C a rischio a Bitonto: striscioni dei tifosi contro i tesserati Nel mirino Picci e gli altri coinvolti nel processo, ma anche i politici
L'arbitro bitontino Vito Mastrodonato promosso in serie A L'arbitro bitontino Vito Mastrodonato promosso in serie A All'assistente pugliese i complimenti dei colleghi e della sezione AIA di Molfetta
Presunta combine Bitonto-Picerno: deferiti calciatori, dirigenti e società Presunta combine Bitonto-Picerno: deferiti calciatori, dirigenti e società Lo ha comunicato ieri la FIGC con una nota ufficiale. Ora le carte passano in mano al Tribunale Federale Nazionale
La Bitonto del calcio e del futsal promossa: le istituzioni festeggiano La Bitonto del calcio e del futsal promossa: le istituzioni festeggiano Abbaticchio e Nacci: «Giornata storica». Zullo (FDI): «Opportunità per la Puglia». Damascelli (FI): «Dono straordinario»
2 «Il Covid non è letale». Striscia la Notizia a Bitonto intervista Mario Bacco «Il Covid non è letale». Striscia la Notizia a Bitonto intervista Mario Bacco L'epidemiologo Lopalco: «Non scherziamo: dobbiamo rispetto alle vittime»
1 Abbaticchio scrive al sindaco di Foggia: «Felleca rispetti Bitonto» Abbaticchio scrive al sindaco di Foggia: «Felleca rispetti Bitonto» Il sindaco bitontino contro il presidente del club locale per le sue dichiarazioni di spregio nei confronti dei neroverdi
1 In vista della C Bitonto si prepara ad adeguare lo stadio In vista della C Bitonto si prepara ad adeguare lo stadio Nacci: «Tecnici già al lavoro per la progettazione». Natilla: «Occasione unica». PD: «Si lavori insieme»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.