L'arresto operato dalla Polizia di Stato
L'arresto operato dalla Polizia di Stato
Cronaca

Sedici auto rubate al mese: 4 arresti a Bitonto

I mezzi, in genere SUV, rivenduti e smontati nel Foggiano

Una banda di ladri d'auto, organizzata ed esperta, che riusciva a rubare 16 auto in un mese è stata sgominata dalla Polizia di Stato che ha eseguito un'ordinanza cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Bari, per 4 soggetti di Bitonto.

Si tratta del 32enne bitontino Antonio Bartolomeo, del 31enne bitontino Michele Ruggiero e dei loro due presunti complici finiti entrambi agli arresti domiciliari, Nicola Carelli, 42enne bitontino, e Calogero Natale, 34enne bitontino, tutti ritenuti, a vario titolo, responsabili del reato di associazione a delinquere finalizzata alla realizzazione di furti d'auto.

A svolgere le indagini la Squadra di Polizia Giudiziaria del locale Commissariato di P.S., che ha appurato come il gruppo, nell'arco di solo un mese, fosse riuscito a rubare 16 veicoli, prediligendo il genere SUV, poi ceduti nel foggiano per la successiva cannibalizzazione, mentre a subire i colpi erano incolpevoli automobilisti di tutti i comuni limitrofi al capoluogo barese, spaziando da Bitetto, Noicattaro, Cellamare, Valenzano ed altri.

Attraverso un'articolata attività investigativa composta da pedinamenti, servizi di osservazione ed acquisizioni video è stato possibile dimostrare come ad ogni loro spostamento corrispondesse un furto: in questo modo si sono chiariti ruoli, basi logistiche e tipologia di accordo, che prevedeva il rispetto di un modus operandi ben definito per non destare attenzione negli spostamenti, evitando abbigliamento appariscente e l'incontro fra i sodali al di fuori dell'attività illecita, per non essere controllati dalle forze di polizia.

Ogni uomo, poi, aveva un compito, dalla ricerca della "preda" migliore, alla conduzione dei complici sul luogo, fino al furto vero e proprio e alla scorta del veicolo "pulito" per accompagnare il complice su quello rubato fino al ricettatore, quasi sempre nel foggiano.

Adesso i 4 sono a disposizione della magistratura in attesa di conoscere il proprio destino giudiziario.
  • Furti auto Bitonto
  • Polizia Bitonto
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
In fuga con la droga da Bitonto a Trani: sequestrati 160 chili di marijuana In fuga con la droga da Bitonto a Trani: sequestrati 160 chili di marijuana Rocambolesco inseguimento lungo l'autostrada A14. L'auto è stata abbandonata con il "carico", si cercano due uomini
Perseguita l'ex moglie a Bitonto nonostante i domiciliari: arrestato 55enne Perseguita l'ex moglie a Bitonto nonostante i domiciliari: arrestato 55enne Incurante del divieto di avvicinamento e degli arresti in casa ha continuato a importunare la donna
«Aiutateci a ritrovarla». Da Bitonto l'appello dei parenti di Paola Balliana «Aiutateci a ritrovarla». Da Bitonto l'appello dei parenti di Paola Balliana La ragazza non darebbe più notizie di sé da più di due mesi
Coca, marijuana e hashish nel borsone: arrestato 41enne a Bitonto Coca, marijuana e hashish nel borsone: arrestato 41enne a Bitonto I poliziotti lo hanno fermato con quasi mezzo chilo di droga dopo un inseguimento a piedi nel centro storico
Da Bitonto ad Acquaviva per rubare un'auto: arrestato 40enne bitontino Da Bitonto ad Acquaviva per rubare un'auto: arrestato 40enne bitontino È stato fermato dai Carabinieri dopo un inseguimento
Polizia in azione contro i ladri di corrente elettrica nella 167 di Bitonto Polizia in azione contro i ladri di corrente elettrica nella 167 di Bitonto Trovate anche sei piante di marijuana su un terrazzo
Associazione mafiosa: confiscati beni e attività commerciali a Emanuele Sicolo Associazione mafiosa: confiscati beni e attività commerciali a Emanuele Sicolo Il pregiudicato dichiarava redditi da fame ma possedeva ristoranti, rosticcerie, imprese, immobili, auto e conti correnti
Scippa un’anziana in centro. I passanti lo inseguono e lo catturano Scippa un’anziana in centro. I passanti lo inseguono e lo catturano L’episodio in viale Giovanni XXIII a due passi dal monastero di San Leone
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.