Volontari ancora in azione in via Paolo Scoppio
Volontari ancora in azione in via Paolo Scoppio
Territorio e Ambiente

Secondo intervento di pulizia dei volontari in via Scoppio

Lo stupore degli attivisti: «Perchè arare il terreno e interrare i rifiuti?»

Non basta l'impegno per tentare di offrire esempi positivi e sensibilizzare una comunità mai realmente sensibile al tema ambientale: anche lo sconforto di osservare gli atteggiamenti di chi dovrebbe garantire la salubrità del territorio e invece contribuisce ad inquinarla. È la "condanna" dei volontari che in questi giorni stanno programmando interventi di pulizia in quelle zone della città di Bitonto che maggiormente appaiono degradate. È il caso delle aree verdi attorno al passaggio a livello di via Paolo Scoppio, in cui si sono concentrati i ragazzi di VogliAmo Bitonto Pulita, per la seconda volta alle prese con i rifiuti di quell'area.

Gli attivisti, guidati dalla promotrice, Morena Aloisio, riferiscono di aver rimosso «una quantità sconcertante di rifiuti di ogni genere tra i quali bottiglie di vetro e plastica, lattine, buste, cartoni pizza e giornali, buste di plastica contenenti deiezioni canine, scarpe, rasoi, polistirolo e tanto altro». Ma l'aspetto più inquietante è che chi ha l'incarico della manutenzione delle aree verdi avrebbe arato il terreno senza rimuovere i rifiuti, che sono finiti quindi sottoterra.
«Il terreno del giardino era stato precedentemente arato – spiega la coordinatrice del preogetto - e tale operazione ha causato il parziale interramento di numerosi rifiuti che sarebbero dovuti essere rimossi prima dell'aratura stessa per non causarne la commistione. Nella nostra, parziale, "ignoranza" in materia di manutenzione del verde, interroghiamo gli enti preposti circa il criterio con il quale sia stata effettuata la criminale operazione. La vera rivoluzione è non inquinare».
  • Rifiuti Bitonto
  • ambiente
Altri contenuti a tema
«Con la Sanb, servizio di igiene molto migliorato, ma la strada è ancora lunga» «Con la Sanb, servizio di igiene molto migliorato, ma la strada è ancora lunga» Il gestore unico del ciclo dei rifiuti replica all'attacco della Lega Salvini
Piazza Padre Pio rinasce grazie al lavoro dei devoti Piazza Padre Pio rinasce grazie al lavoro dei devoti Si sono presi cura delle aiuole e degli spazi frequentati ogni giorno da grandi e bambini
Via Traiana ripulita a Bitonto grazie a Sanb e volontari Via Traiana ripulita a Bitonto grazie a Sanb e volontari Con il Comitato Via Francigena del Sud anche Fare Verde, Inachis e il Comitato Ambiente è Vita
Sanb e Comitato Via Francigena ripuliscono via Traiana Sanb e Comitato Via Francigena ripuliscono via Traiana Una sinergia, anche con Fare Verde, per tenere nobilitare i cammini religiosi attraversati da migliaia di pellegrini
I volontari di VogliAmo Bitonto Pulita al lavoro nelle aree verdi di via Scoppio I volontari di VogliAmo Bitonto Pulita al lavoro nelle aree verdi di via Scoppio Erano stati trasformati in deposito di microplastica, mascherine e feci di cani. «Ma non ci considerate l'alternativa alla mancanza di manutenzione»
A fuoco a Bitonto maxi-discarica abusiva di pneumatici A fuoco a Bitonto maxi-discarica abusiva di pneumatici Un'alta colonna di fumo nero e denso ha invaso ieri in zona artigianale. I residenti: «Ci stanno avvelenando»
Raccolta plastica a Bitonto: ecco cosa si mette nei cassonetti e cosa no Raccolta plastica a Bitonto: ecco cosa si mette nei cassonetti e cosa no Le regole sulla differenziata della Sanb. Che nel frattempo potenzia la pulizia di strade e parchi pubblici
Pneumatici in fiamme sua via Traiana: Bitonto stretta tra i fuochi Pneumatici in fiamme sua via Traiana: Bitonto stretta tra i fuochi Gli incendi di rifiuti non si fermano: all'opera Pompieri, Polizia Locale e volontari
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.