I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Processo "Pandora", eseguiti 22 ordini di carcerazione: arresti anche a Bitonto

Le misure dopo le condanne definitive: gli arrestati sono legati ai clan Mercante-Diomede e Capriati. 140 anni in tutto

Ventidue persone, legate ai clan Mercante-Diomede e Capriati, sono state arrestate all'alba di oggi a Bari, Bitonto e in altre località del territorio nazionale dopo che sono diventate definitive le condanne emesse dalla Corte di Appello di Bari nell'ambito del maxi-processo "Pandora".

Gli ordini di carcerazione sono stati eseguiti dai Carabinieri del Raggruppamento Operativo Speciale e del Comando Provinciale di Bari e sono stati emessi dalla Procura generale del capoluogo pugliese. Le persone condannate devono espiare, complessivamente, 140 anni di carcere.

La Procura Generale ha inoltre chiesto la revoca di 7.770 giorni di liberazione anticipata, oltre che di 25 anni di indulto e sospensioni condizionali di cui molti condannati avevano beneficiato nel corso degli anni di permanenza del vincolo associativo con le organizzazioni criminali.

Altre 15 persone condannate nell'ambito dello stesso processo avevano già espiato la pena.
  • Clan Diomede
  • Clan Capriati Bitonto
  • Clan Mercante
Altri contenuti a tema
«A Bitonto ancora aperta la conflittualità fra i Cipriano e i Conte» «A Bitonto ancora aperta la conflittualità fra i Cipriano e i Conte» Pubblicata la nuova relazione dell'Antimafia: «il primo ha consolidato l’alleanza con i Parisi. Il secondo rappresenta una propaggine dei Capriati»
«Il clan Conte contro i Cipriano per il predominio nel territorio di Bitonto» «Il clan Conte contro i Cipriano per il predominio nel territorio di Bitonto» Lo sostiene l'Antimafia che ricorda l'operazione "“Market Drugs", conclusa dalla Polizia di Stato il 21 febbraio 2022
«L'ombra lunga della mafia barese si estenderebbe anche su Bitonto» «L'ombra lunga della mafia barese si estenderebbe anche su Bitonto» Lo afferma l'Antimafia secondo cui i Parisi hanno consolidato l'alleanza con i Cipriano, mentre i Capriati si sarebbero alleati con i Conte
Sparatoria al Luna Park di Bitonto, chiuso il cerchio sulla guerra di mala del 2015 Sparatoria al Luna Park di Bitonto, chiuso il cerchio sulla guerra di mala del 2015 Nicola Lorusso, figlio del boss Umberto, è accusato di aver sparato fra la gente. Irreperibile da mesi, è stato scovato a Bari
«A Bitonto restano consolidati i clan Conte e Cipriano» «A Bitonto restano consolidati i clan Conte e Cipriano» Lo scrive l'Antimafia nella relazione semestrale al Parlamento. «I Parisi possono contare sulle espressioni criminali dei Cipriano»
«Un’azienda… una ditta…». Ai pusher di Bitonto stipendi fino a 1.500 euro «Un’azienda… una ditta…». Ai pusher di Bitonto stipendi fino a 1.500 euro «Gli adepti venivano remunerati per il loro lavoro con somme settimanali paragonabili a stipendi», ha spiegato l'Antimafia
A Bitonto «appare consolidata l’alleanza del clan Cipriano con i Parisi» A Bitonto «appare consolidata l’alleanza del clan Cipriano con i Parisi» Secondo l'Antimafia «l'intesa sarebbe scaturita dall’affiliazione del boss bitontino al clan Zonno di Toritto»
Clan Capriati: confermate 22 condanne Clan Capriati: confermate 22 condanne La sentenza della Corte d'Appello: confermata la pena a 20 anni per Filippo Capriati
© 2001-2024 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.