Network internazionale danza Puglia
Network internazionale danza Puglia
Cultura, Eventi e Spettacolo

La grande danza torna a Bitonto col Network Internazionale

Svelati gli ospiti della sesta edizione in partenza i prossimi 26 e 27 ottobre

Virginia Heinen, la coreografa svizzera Natalie Wagner, il coreografo francese, Vidal Bini, poi Ezio Schiavulli, Sylvére Lamotte, Vito Alfarano col suo lavoro in collaborazione con Amnesty International, ancora Edouard Hue, Sebastien Perrault e Francesca Pennini. Sono questi i nomi della VI edizione del Network Internazionale Danza Puglia, in partenza i prossimi 26 e 27 ottobre, e che vanta per il triennio 2018-2020 il riconoscimento del Ministero dei Beni Culturali nella sezione Danza in "formazione e rinnovo generazionale" e del Ministero dei Beni Culturali Francese.
«Per i ragazzi pugliesi che sognano di diventare danzatori professionisti il Network è una delle strade migliori. Una rete di pedagogia che pensa agli allievi, agli insegnanti e soprattutto a educare gli spettatori. Ormai è impossibile pensare alla programmazione del Teatro Traetta senza la rassegna l'Arte dello Spettatore che ormai da 5 anni porta a Bitonto personalità internazionali del mondo della danza contemporanea», ha detto, il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio.

«Come sempre una programmazione sensibile alle "nuove leve"- ha promesso il direttore artistico Ezio Schiavulli - che sin da subito verranno accompagnate con maturità alla scoperta della contemporaneità artistica, della qualità del movimento, della scrittura coreografica e che accoglieranno il bisogno di comunicare dei nostri artisti».
Novità della sesta stagione è il #NetworkCaffè un progetto indirizzato agli insegnanti e ai genitori degli allievi, che avranno la possibilità di assaporare un caffè in compagnia di personalità poliedriche e vicine all'universo del NetworkIDP, la domenica mattina durante la formazione dei ragazzi: a novembre con la psicoterapeuta Marina Mancazzo, a gennaio con il conduttore radiofonico di Radio Deejay Diego Passoni, a marzo con l'attore e attivista senegalese Mohamed Ba, mentre a maggio con la digital strategist Marica Buquicchio.

«Siamo sempre rimasti molto colpiti e affascinati – ha confessato Gemma Di Tullio, responsabile del settore danza del Teatro Pubblico Pugliese - e quindi siamo contenti di continuare ad accompagnare questo percorso del NetworkIDP, dagli incontri preziosi che avvengono all'interno della rassegna. Sono coreografi che non si trovano in programmazione nemmeno nei teatri più gettonati, e che soprattutto portano linguaggi coreografici completamente differenti. Il NetworkIDP riesce a creare collegamenti con realtà internazionali che altrimenti non avremmo in Puglia».
Da quest'anno gli allievi e gli insegnanti potranno seguire il #NetworkUpGRADE, incrementando l'aspetto accademico con un percorso di formazione integrativa con appuntamenti esclusivi diversi da quelli della programmazione standard.

Si aggiunge poi al già ricco progetto del NetworkIDP anche quello delle #PermanenzeArtistiche, che sostiene le produzioni professionali di autori ospiti nell'attuale edizione. La prima collaborazione avrà per protagonista Natalie Wagner, che dall'11 al 15 Novembre, nell'ambito della rassegna A Maglie Larghe, ideata dal collettivo Factor Hill, sarà ospitata nel Laboratorio Urbano Rigenera di Palo del Colle. Durante questa settimana l'artista avvierà il processo di creazione, che sarà visibile a porte aperte venerdì 15 novembre alle 19:30. La pièce ultimata sarà poi ospitata nella stagione del NetworkIDP 2020.2021. Si tratta del duetto Human Design, nel quale la coreografa Natalie Wagner, esamina il desiderio umano della perfezione: «Un obiettivo irraggiungibile. Più vuoi raggiungerlo, più l'impossibilità appare. Ma non è proprio questo fattore che rende le persone così perfette? Un affare ambivalente, proprio come la vita».
Confermato invece il progetto #CoESIONI, progetto/ponte che porta gli allievi e gli insegnanti in Francia, nella regione Grand-Est (Alsazia, Champagne – Ardene e Lorena), per una settimana, e dona loro l'opportunità di formarsi in loco con esperti della pedagogia e della formazione.

La consigliera della Città Metropolitana, Francesca Pietroforte, ha invece posto l'accento sull'originalità del NetworkIDP: «È una rete che crea sinergie, una rete pervasiva che si estende davvero per tutto il territorio metropolitano. La qualità della proposta, il contenuto di spessore che veicola, offre al pubblico la possibilità di una crescita tout-court».
Il progetto dell'Associazione Riesco, nato dall'idea del coreografo e danzatore, nonché direttore artistico del progetto, Ezio Schiavulli, vanta per il triennio 2018-2020 il riconoscimento del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali nella sezione Danza in "formazione e rinnovo generazionale", e del Ministero dei Beni Culturali Francese e l'ambasciata di Francia in Italia. Viene inoltre sostenuto dal Teatro Pubblico Pugliese e dal Comune di Bitonto e patrocinato dalla Città Metropolitana di Bari.

Al momento le scuole che aderiscono al progetto sono 21, diffuse su tutto il territorio regionale e gli allievi sono più di un centinaio. Questi hanno l'opportunità di formarsi con professionisti internazionali provenienti da tutto il mondo. Il programma della sesta edizione si compone di 9 incontri con altrettanti coreografi diversi, che si susseguiranno da ottobre a giugno. Ogni appuntamento è arricchito da una formazione parallela verso la Video-Danza (visione e creazione), Storia della Danza e Repertorio Coreografico, in collaborazione con il progetto milanese RISICO, anch'esso sostenuto e approvato dal Mibac (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali).

Un weekend al mese si svolge quindi un workshop intensivo con coreografi internazionali del settore, che dà l'occasione ai partecipanti di compiere un'operazione di forte valore culturale. Proprio per questo motivo al termine dei workshop è data l'opportunità agli allievi e ai non esperti del settore, di partecipare come spettatori ai lavori professionali dei coreografi ospiti e dialogare con lo stesso a margine dello spettacolo, nell'ambito dell'iniziativa "L'Arte dello Spettatore" che si svolge da gennaio in poi al Teatro Traetta di alle 19.


  • Network Internazionale Danza Puglia
Altri contenuti a tema
Torna a Bitonto il Network Internazionale Danza Puglia Torna a Bitonto il Network Internazionale Danza Puglia Mercoledì prossimo conferenza stampa di presentazione a Bari
Con la coreografa Mélisa Noël si chiude a Bitonto la V Edizione del Network Internazionale Danza Puglia Con la coreografa Mélisa Noël si chiude a Bitonto la V Edizione del Network Internazionale Danza Puglia Nell'ultimo appuntamento ospite prestigioso il danzatore Michele Pogliani
Domenica a Bitonto il docente dell'Accademia Nazionale di Danza di Roma, Michele Pogliani Domenica a Bitonto il docente dell'Accademia Nazionale di Danza di Roma, Michele Pogliani Sarà al Traetta anche per un workshop a cura del Network Internazionale Danza Puglia
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.