Francesco Stellacci
Francesco Stellacci
Attualità

Da Bitonto la cura che può uccidere il Coronavirus

Lo scienziato Francesco Stellacci guida il team sulla supermolecola che stritola i virus

Potrebbe letteralmente stritolare le cellule del CoVid19, ma anche quelle di moltissimi altri virus pericolosi per gli esseri viventi e l'idea che l'ha generata arriva da Bitonto. C'è il bitontino Francesco Stellacci alla guida del team nato all'interno dell'EPFL, la Scuola Politecnica Federale di Losanna, che studia nuove forme di cura delle malattie di origine virale.
Partendo da concetti classici della scienza dei materiali, infatti, Stellacci ha individuato, proprio sulla base di una sua idea, un particolare tipo di ciclodestrina, uno zucchero, che si aggrappa alla molecola virale e inizia ad applicarle una forza via via crescente fino a vincere i legami che la tengono unita e sgretolarla. Gli studi effettuati a Losanna sono già molto incoraggianti ma adesso gli approfondimenti in corso a Berna diranno quanto questo metodo sia applicabile anche ad altre forme virali.
L'aspetto più interessante della scoperta è infatti che è a vasto spettro: può cioè aggredire diversi tipi di molecole senza avere la controindicazione delle altre cure finora note, che attaccano anche le altre cellule del corpo.

«Ho iniziato a lavorare sugli antivirali 10 anni fa – spiega Stellacci - e sembra strano per un ingegnere occuparsi di virus. Ma io vedo i virus come un insieme di proteine tenute insieme da un insieme di forze chiamate forze idrofobiche. Noi abbiamo reso queste molecole "virus-cide" attraenti per il virus, che le scambia per cellule di cui nutrirsi e invece si rivelano la loro condanna. Alla fine sono zuccheri modificati che si comportano come nanoparticelle».
«I virus sono un rischio reale della nostra società – ammette Stellacci - sono un rischio di cui oggi ne tocchiamo con mano il pericolo col CoVid19 gli effetti. Per questo ho pensato di voler realizzare delle molecole che fossero utili su quei virus che non sono ancora noti, perchè è importante per evitare la loro diffusione pandemica. Anche perchè si è studiato che la potenza di questi virus aumenta all'aumentare della densità della popolazione. Noi siamo passati da essere 1-2 miliardi di persone al mondo agli attuali 6 miliardi e ci apprestiamo a diventare 10 miliardi nel 2050. Quindi dobbiamo prepararci a nuovi virus sempre più aggressivi e visto che i vaccini impiegano sempre del tempo è importante avere delle cure che in maniera immediata possano scongiurare le pandemie».
  • Coronavirus
  • Francesco Stellacci
Altri contenuti a tema
Cannillo e Pomarico domani ospiti in diretta sul network Viva Cannillo e Pomarico domani ospiti in diretta sul network Viva Approfondimento sulla ripartenza dopo il Coronavirus: orizzonti, progetti, speranze
A Bitonto negozi chiusi a Pasqua: ok al domicilio di pasti e pasticceria A Bitonto negozi chiusi a Pasqua: ok al domicilio di pasti e pasticceria Consegne consentite solo nella mattinata di domenica e Pasquetta
Emergenza Covid19 a Palo: viaggio nel cuore della solidarietà Emergenza Covid19 a Palo: viaggio nel cuore della solidarietà Il videoservizio di Paolo Ruscitto con i Sass di Bitonto accanto ai volontari che aiutano la popolazione
Coronavirus: a Bitonto diminuiscono i contagi Coronavirus: a Bitonto diminuiscono i contagi Scendono a 11 le persone infette. Due in terapia intensiva. Ma a Pasqua stop ai servizi a domicilio
Emergenza Coronavirus: a Bitonto un conto corrente per le donazioni Emergenza Coronavirus: a Bitonto un conto corrente per le donazioni I fondi raccolti saranno destinati alle famiglie in difficoltà della città
1 Blitz al festino privato a Bitonto: in 6 multati e denunciati Blitz al festino privato a Bitonto: in 6 multati e denunciati Domenica in compagnia per 6 giovani sorpresi in un locale nonostante la quarantena da Coronavirus
Parchi pubblici e cimiteri a Bitonto chiusi fino al 13 aprile Parchi pubblici e cimiteri a Bitonto chiusi fino al 13 aprile Prorogata anche la misura che sospende il pagamento dei ticket per le strisce blu
Mercoledì a Bitonto nuovo lavaggio strade e marciapiedi Mercoledì a Bitonto nuovo lavaggio strade e marciapiedi Interessati centro e periferia della città e le frazioni. No ai trattori degli agricoltori: «Necessario personale qualificato»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.