Un'aula di Tribunale
Un'aula di Tribunale
Cronaca

Consorzio ASI Bari: la Corte dei Conti condanna anche Nicola Pice con Emiliano

Con agli altri componenti del Cda è accusato di «licenziamento illegittimo» ai danni di un ex dirigente

Ha colpito anche l'ex sindaco di Bitonto, Nicola Pice, la sentenza della Corte dei Conti che ha condannato il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, a risarcire il consorzio ASI per il licenziamento dell'ingegner Giuseppe Spadavecchia, dirigente allontanato due volte e poi sempre reintegrato. Una condanna che conferma quella inflitta in primo grado e che coinvolge anche gli altri componenti del Cda del consorzio all'epoca dei fatti: l'ex commissario, Raffaele Matera, Paolo Bevilacqua e Giuseppe Rana.

La CdC ha stabilito un risarcimento di 61.618,48 euro, che il governatore e l'ex sindaco di Bitonto dovranno dividere con gli altri condannati per una somma di 15.404,62 euro ciascuno, oltre a 272 euro di spese legali.
La sentenza risale allo scorso 23 maggio, ma soltanto alcuni giorni fa è stata diffusa.

I fatti risalgono al 2007, quando Spadavecchia venne licenziato due volte nel giro di pochi mesi. Oggetto della discorda un appalto per lavori riguardanti la costruzione di alcuni rustici industriali e servizi in zona industriale di Modugno. Il 9 marzo Matera invia la lettera di licenziamento nei confronti di Spadavecchia, a seguito del contenzioso fra ASI e Ati srl Edilizia integrale e Valsie. Il giudice del Lavoro, però, dà ragione al ricorso di Spadavecchia, che viene così reintegrato.

Nel frattempo, Emiliano (allora sindaco di Bari) subentra a Matera alla guida del consorzio ASI, e il 6 agosto il CdA decide il nuovo licenziamento di Spadavecchia, comunicato il 23 dello stesso mese. Stavolta il giudice del Lavoro respinge il ricorso, accolto però dal Collegio, che stabilisce il nuovo reintegro di Spadavecchia, giudicando «Pretestuoso e strumentale» il licenziamento.

Si arriva così alla sentenza di primo grado della Corte dei Conti, datata 23 dicembre 2014. Matera viene condannato per il primo licenziamento a versare 42.233,77 euro, mentre gli altri quattro (compreso Emiliano), vengono condannati per danno erariale a versare il risarcimento di 61.618,48 euro. L'accusa regge anche in secondo grado, e la sentenza di appello conferma quanto stabilito in primo grado.
  • Michele Emiliano
  • Nicola Pice
Altri contenuti a tema
Vaccini dai 12 ai 15 anni. Emiliano si dice pronto Vaccini dai 12 ai 15 anni. Emiliano si dice pronto Il Governatore: «Somministrazioni immediatamente a tutti i bambini fragili»
Scuola, Emiliano: «Vaccinare gli studenti per ripartire in sicurezza» Scuola, Emiliano: «Vaccinare gli studenti per ripartire in sicurezza» Per il Consiglio di Stato è legittima la sua ordinanza. E lui rilancia
"I racconti dell'ulivo": nell'omaggio ad Enzo Morelli diversi autori di Bitonto "I racconti dell'ulivo": nell'omaggio ad Enzo Morelli diversi autori di Bitonto Il trecentesimo volume del catalogo Secop Edizioni esalta l'amore per la nostra terra
Puglia: terza regione in Italia per vaccini somministrati rispetto a quelli ricevuti. Puglia: terza regione in Italia per vaccini somministrati rispetto a quelli ricevuti. «Non ci consegnano abbastanza vaccini, da domani somministrazioni solo su prenotazione» ha dichiarato Emiliano
Terapia anticoagulante a rischio a Bitonto. Damascelli: «Ennesimo scempio» Terapia anticoagulante a rischio a Bitonto. Damascelli: «Ennesimo scempio» Il vice coordinatore regionale di Forza Italia contro il disservizio nell'ex ospedale
Nell'hub di Bitonto vaccinate ieri circa 450 persone Nell'hub di Bitonto vaccinate ieri circa 450 persone Nonostante alcuni problemi di organizzazione, si continua oggi con l'apertura ai 75 e 74enni
Esercenti in crisi per il lockdown: il sindaco di Bitonto scrive alla Regione Esercenti in crisi per il lockdown: il sindaco di Bitonto scrive alla Regione Lettera ad Emiliano: «Recriminazioni giuste e condivisibili. Intervenga presso il Governo»
Negozi chiusi alle 18 e asporto su prenotazione, le nuove misure anti-Covid della Regione Negozi chiusi alle 18 e asporto su prenotazione, le nuove misure anti-Covid della Regione Emanata la nuova ordinanza, Emiliano: «Abbiamo fatto in modo che le regole siano uniformi su tutto il territorio regionale, senza creare disparità tra territori e comunità»
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.