piatti e bicchieri di plastica
piatti e bicchieri di plastica
Attualità

Bitonto libera dalla plastica: vietati contenitori e stoviglie monouso negli eventi pubblici

Multe fino a 500 euro per chi non rispetta l'ordinanza del Comune

Si chiama "Bitonto libera dalla plastica" il progetto promosso dal Comune di Bitonto che ha l'obiettivo di ridurre la quantità di rifiuti, incrementare la raccolta differenziata e contenere l'impatto ambientale dei materiali di uso comune in plastica.
Primo passo concreto è il varo di una specifica ordinanza sindacale (la n.298 del 6 giugno 2019) con la quale, nell'ambito di un progressivo e generalizzato piano di abbandono dell'uso di contenitori e stoviglie in materiale non biodegradabile o compostabile, viene introdotto il divieto, a far data dal 1° luglio 2019, di commercializzare, utilizzare e distribuire contenitori e stoviglie (piatti, bicchieri, posate, bastoncini mescolatori, cannucce) che non siano realizzati in materiale riutilizzabile o biodegradabile e compostabile in tutti gli eventi (feste pubbliche, manifestazioni, assemblee, concerti, sagre e mercatini) occasionali o periodici patrocinati dal Comune, che si svolgano in aree e luoghi pubblici, sia all'aperto che al chiuso.
Il divieto, indirizzato ad esercenti e operatori commerciali, anche ambulanti, privati, associazioni, enti, e organizzatori in genere, si estende a manifestazioni, convegni ed eventi pubblici organizzati nelle strutture comunali.

Il provvedimento firmato dal sindaco Michele Abbaticchio è stata assunto in sintonia con l'Assessorato all'ambiente ed è in linea con la direttiva recentemente approvata dal Parlamento Europeo, che mette al bando, entro il 2021, posate, piatti e cannucce di plastica monouso oltre che contenitori per alimenti e tazze in polistirolo.
«L'Amministrazione comunale – spiega I'assessore Domenico Incantalupo – intende condividere, grazie al progetto Bitonto libera dalla plastica, con tutti i cittadini residenti, turisti e visitatori, la necessità di intervenire in concreto per contrastare il notevole impatto ambientale nocivo causato dalla produzione e smaltimento dei prodotti di plastica monouso utilizzati quotidianamente».
In questo modo si punta, tra l'altro, a «ridurre la complessiva produzione di rifiuti, incrementare e valorizzare la raccolta differenziata diminuendo la percentuale di rifiuto secco residuo, rendere più economico lo smaltimento dei rifiuti, aumentando la quota destinata a forme di conferimento meno costose come il compostaggio, diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili», mettendo in campo un piano di orientamento, sensibilizzazione e promozione della cultura ambientale, veicolato grazie a feste, sagre e manifestazioni pubbliche, che rappresentano straordinarie occasioni di aggregazione popolare.
Quanti non rispetteranno il divieto (le attività di controllo e vigilanza saranno svolte dalla Polizia locale) rischiano una sanzione amministrativa, variabile da 50 a 500 euro, oltre al pagamento delle spese del procedimento.
  • Michele Abbaticchio
  • Domenico Incantalupo
Altri contenuti a tema
Il ragnetto rosso attacca i tigli di Bitonto Il ragnetto rosso attacca i tigli di Bitonto Incantalupo: «Avviati trattamenti fitosanitari»
Sorpresa Europee: un ricorso ridisegna gli eletti e porta Abbaticchio a Bruxelles Sorpresa Europee: un ricorso ridisegna gli eletti e porta Abbaticchio a Bruxelles Ma il sindaco non ci pensa: «Per me partita chiusa: sto pensando a Bitonto»
La musica in piazza Cattedrale snerva i residenti: concerto fermato La musica in piazza Cattedrale snerva i residenti: concerto fermato Lite fra i gestori di un locale e un vicino: interviene la Polizia
Era a Bitonto il ghanese morto in mare a Pane e Pomodoro Era a Bitonto il ghanese morto in mare a Pane e Pomodoro Abbaticchio: «Gentile e perfettamente integrato. Una scomparsa che fa male»
Decreto Sicurezza, Abbaticchio: «Salvini pensa solo ai migranti. Niente contro mafia e droga» Decreto Sicurezza, Abbaticchio: «Salvini pensa solo ai migranti. Niente contro mafia e droga» Per il leader di Italia in Comune «dopo la morte della giustizia sociale ora tocca alla morte del Sud»
«Col reddito di cittadinanza abbiamo aiutato i poveri di Bitonto» «Col reddito di cittadinanza abbiamo aiutato i poveri di Bitonto» La deputata Ruggiero (M5S) difende il provvedimento: «Adesso le famiglie arrivano a fine mese»
Ripulite le scritte sulla facciata della chiesa di San Francesco la Scarpa Ripulite le scritte sulla facciata della chiesa di San Francesco la Scarpa Abbaticchio: «Assurdo che nessuno parli mentre 4 pirla fanno quello che vogliono»
Il Comune di Bitonto presta le opere di Francesco Speranza alla Galleria de Vanna Il Comune di Bitonto presta le opere di Francesco Speranza alla Galleria de Vanna Saranno esposte nella sala/vetrina dedicata al pittore bitontino e visibile da via Rogadeo
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.