Loperazione del maxisequestro dei Carabinieri
Loperazione del maxisequestro dei Carabinieri
Cronaca

Antimafia: sequestrati a Bitonto beni per milioni di euro a pluripregiudicato

L'uomo, il 50enne Giovanni Cipriani, dichiarava un reddito annuo da poche migliaia di euro ma gestiva un impero economico

Elezioni Regionali 2020
Per il fisco viveva a Bitonto con un reddito ben al di sotto della soglia di povertà, ma in realtà gestiva un vero e proprio impero economico da milioni di euro.

Sono queste le motivazioni che sono alla base del provvedimento con cui i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Bari hanno sequestrato a Giovanni Cipriani - 50enne di Bitonto, pluripregiudicato, condannato per ricettazione, appropriazione indebita e detenzione di armi - già colpito il 28 novembre scorso dal sequestro di prevenzione del 51% del capitale sociale della A.R.C. Costruzioni s.r.l., il restante 49% della predetta società.

Non solo: anche l'intero compendio aziendale costituito da beni per diversi milioni di euro. In particolare i sigilli sono scattati per 43 unità immobiliari dislocate nei comuni di Bitonto, Terlizzi, Palo del Colle e Binetto, 8 veicoli alcuni dei quali di grossa cilindrata, mezzi, attrezzature e macchinari destinati all'attività di costruzione di edifici residenziali e industriali e un conto corrente presso un noto istituto di credito locale con saldo di 220mila euro.«Il provvedimento - spiegano i Carabinieri in un comunicato stampa - scaturisce dal decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale, Sezione Misure di Prevenzione di Bari, che ha condiviso le risultanze investigative effettuate d'iniziativa dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Bari a seguito del sequestro di prevenzione del 28 novembre 2019».

I militari baresi «hanno documentato oltre ogni ragionevole dubbio, che esclude antitetiche interpretazioni, come un congiunto del proposto fosse fittiziamente intestatario del restante 49% del capitale sociale della A.R.C. Costruzioni s.r.l., risultato del reinvestimento di capitali di provenienza illecita e quindi anche indiziato del reato di cui all'art. 512 bis del codice penale (trasferimento fraudolento di valori)».

«Nella complessa attività investigativa - aggiungono i militari - sono state dettagliatamente ricostruite le modalità operative attraverso le quali Cipriani, coinvolto in attività delittuose negli anni '90, ha provveduto a "ripulire", anche per il tramite dei suoi congiunti, i proventi illeciti, derivanti dai suoi traffici, a fronte di un reddito medio annuo dichiarato al fisco di soli 6.400,00 euro circa».
  • carabinieri
  • Direzione Investigativa Antimafia
  • Codice Antimafia
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
Rubano gli alimenti per i poveri a Bitonto: i Carabinieri recuperano il bottino Rubano gli alimenti per i poveri a Bitonto: i Carabinieri recuperano il bottino Il presidente del Banco delle Opere di Carità grato ai militari: «Crediamo nelle forze dell'ordine e collaboriamo»
Assalto alla Posta di Palo: arrestato un 36enne di Bitonto Assalto alla Posta di Palo: arrestato un 36enne di Bitonto I Carabinieri lo hanno sorpreso mentre cercava di scappare dal luogo del delitto
Con il lockdown diminuisce la criminalità, reati in calo del 31% Con il lockdown diminuisce la criminalità, reati in calo del 31% I dati dei Carabinieri: in calo i furti in appartamento, in diminuzione anche quelli d'auto
Tentato omicidio a Vieste: arrestato il 27enne che ha sparato al fratellastro Tentato omicidio a Vieste: arrestato il 27enne che ha sparato al fratellastro La vittima è un 37enne originario di Bitonto: è stato soccorso e poi dimesso con una prognosi di 30 giorni
Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Il bilancio del comandante provinciale dell'Arma: «Controllate 89mila persone». Sul futuro: «Terremo alta l'attenzione sull'usura»
Litigio finisce a forbiciate a Bitonto. Fermato l'aggressore Litigio finisce a forbiciate a Bitonto. Fermato l'aggressore Violenta discussione in via Crocifisso: l'autore è stato fermato dai Carabinieri. Denunciati tre complici
Ladri in azione a Bitonto, ma arrivano i Carabinieri. Preso un 21enne Ladri in azione a Bitonto, ma arrivano i Carabinieri. Preso un 21enne I militari lo hanno bloccato dopo un furto in una casa di campagna e posto ai domiciliari. Altri due sono fuggiti
Coronavirus, nel ponte di Pasqua 901 sanzioni su 9.422 controlli Coronavirus, nel ponte di Pasqua 901 sanzioni su 9.422 controlli Controllate anche 270 attività commerciali: 4 titolari sono stati multati, per 3 esercizi è stata disposta la chiusura provvisoria
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.