Loperazione del maxisequestro dei Carabinieri
Loperazione del maxisequestro dei Carabinieri
Cronaca

Antimafia: sequestrati a Bitonto beni per milioni di euro a pluripregiudicato

L'uomo, il 50enne Giovanni Cipriani, dichiarava un reddito annuo da poche migliaia di euro ma gestiva un impero economico

Per il fisco viveva a Bitonto con un reddito ben al di sotto della soglia di povertà, ma in realtà gestiva un vero e proprio impero economico da milioni di euro.

Sono queste le motivazioni che sono alla base del provvedimento con cui i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Bari hanno sequestrato a Giovanni Cipriani - 50enne di Bitonto, pluripregiudicato, condannato per ricettazione, appropriazione indebita e detenzione di armi - già colpito il 28 novembre scorso dal sequestro di prevenzione del 51% del capitale sociale della A.R.C. Costruzioni s.r.l., il restante 49% della predetta società.

Non solo: anche l'intero compendio aziendale costituito da beni per diversi milioni di euro. In particolare i sigilli sono scattati per 43 unità immobiliari dislocate nei comuni di Bitonto, Terlizzi, Palo del Colle e Binetto, 8 veicoli alcuni dei quali di grossa cilindrata, mezzi, attrezzature e macchinari destinati all'attività di costruzione di edifici residenziali e industriali e un conto corrente presso un noto istituto di credito locale con saldo di 220mila euro.«Il provvedimento - spiegano i Carabinieri in un comunicato stampa - scaturisce dal decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale, Sezione Misure di Prevenzione di Bari, che ha condiviso le risultanze investigative effettuate d'iniziativa dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Bari a seguito del sequestro di prevenzione del 28 novembre 2019».

I militari baresi «hanno documentato oltre ogni ragionevole dubbio, che esclude antitetiche interpretazioni, come un congiunto del proposto fosse fittiziamente intestatario del restante 49% del capitale sociale della A.R.C. Costruzioni s.r.l., risultato del reinvestimento di capitali di provenienza illecita e quindi anche indiziato del reato di cui all'art. 512 bis del codice penale (trasferimento fraudolento di valori)».

«Nella complessa attività investigativa - aggiungono i militari - sono state dettagliatamente ricostruite le modalità operative attraverso le quali Cipriani, coinvolto in attività delittuose negli anni '90, ha provveduto a "ripulire", anche per il tramite dei suoi congiunti, i proventi illeciti, derivanti dai suoi traffici, a fronte di un reddito medio annuo dichiarato al fisco di soli 6.400,00 euro circa».
  • carabinieri
  • Direzione Investigativa Antimafia
  • Codice Antimafia
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Il nuovo dl ha valore retroattivo: non c'è più la sanzione penale, ma solo amministrativa
Rapinato e sequestrato autotrasportatore partito da Bitonto Rapinato e sequestrato autotrasportatore partito da Bitonto I Carabinieri ritrovano tir e refurtiva tra Bisceglie e Barletta
Coronavirus, la Procura chiede i decreti di condanna. Volpe: «Priorità assoluta» Coronavirus, la Procura chiede i decreti di condanna. Volpe: «Priorità assoluta» Il procuratore di Bari: «Le denunce sono tante. Chiederemo una condanna ad una pena pecuniaria»
Restate a casa: contro il Coronavirus arrivano l'Esercito e i Vigili del Fuoco Restate a casa: contro il Coronavirus arrivano l'Esercito e i Vigili del Fuoco La Prefettura di Bari snocciola i dati: denunciate 1.901 persone, 31.441 quelle controllate dall'11 al 20 marzo scorsi
Nuova raffica di controlli a Bitonto. Ma ancora troppa gente per strada Nuova raffica di controlli a Bitonto. Ma ancora troppa gente per strada Carabinieri al lavoro senza sosta, tante le denunce. Abbaticchio: «Siamo davvero furiosi»
Approfittano del Coronavirus per rubare in azienda a Bitonto: arrestato 37enne Approfittano del Coronavirus per rubare in azienda a Bitonto: arrestato 37enne Con altri due complici aveva tentato il colpo in un'impresa di logistica sulla sp231
Coronavirus, continuano i controlli a Bitonto: altri 20 denunciati Coronavirus, continuano i controlli a Bitonto: altri 20 denunciati Ancora troppi i bitontini che nonostante l'emergenza Covid-19 infrangono le norme, mettendo a rischio la salute di tutti
Tragedia nelle campagne di Bitonto: agricoltore muore schiacciato da trattore Tragedia nelle campagne di Bitonto: agricoltore muore schiacciato da trattore Il corpo del 40enne, sposato e padre di due bambini, ritrovato in serata
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.