Piazza Cavour prima della fase di riqualifica
Piazza Cavour prima della fase di riqualifica
Vita di città

«A Bitonto centro storico trasformato dagli anni '90. La politica la smetta di strumentalizzarlo»

L'appello di uno dei ristoratori della zona antica della città: «Ricordo quando ti rubavano le scarpe se ci passavi. Rispettateci»

Oasi dorata che pullula di attività e serenità secondo le forze di maggioranza, girone dantesco tra malvivenza e barbarie di inciviltà secondo quelle di opposizione. È un centro storico di Bitonto "sospeso" quello che restituisce lo storytelling delle forze politiche locali che si scontrano sul campo di battaglia delle imminenti elezioni regionali. Una dicotomia di visioni sempre presente durante tutti i periodi ma che, durante le campagne elettorali, si acuisce offrendo sempre due visioni distanti anni luce tra loro. E in genere sempre ancora più distanti dalla realtà oggettiva delle cose.
Un gioco al massacro sulla pelle di quanti vivono e lavorano nella zona antica della città, che ha effettivamente stancato. In particolare proprio le "vittime" di questo gioco, che non ci stanno a vedere il destino dei propri progetti nelle mani di chi ha interesse a dipingere la realtà sempre molto più rosea o molto più nera di come in effetti sia.
A partire da Domenico Catelli, uno dei precursori delle attività commerciali nel rilanciato centro storico, che ha voluto, con una pubblica nota, chiedere ai politici di entrambi gli schieramenti, di maggioranza e opposizione, maggiore rispetto.

«Io me la ricordo Bitonto negli anni 90 – dice Domenico richiamando la memoria - quando andavi in giro nel centro storico con la paura che ti rubassero le scarpe da ginnastica firmate (LE SCARPE!!!), quando era consuetudine veder rubare un'auto sotto i propri occhi e dover fare finta di nulla perché quello che ti insegnava la strada era l'omertà per poter vivere tranquillo. Quando c'era paura da parte di chi non abitava nel centro storico anche solo ad avvicinarsi al centro storico stesso».

«Io – spiega il gestore - tutto questo oggi non lo vedo, io oggi vedo tanta gente come me che vive il centro storico e ha investito nel centro storico. Non chiedo troppo, chiedo solo che si parli di noi ogni tanto, che si parli e si scriva di quanta economia facciamo girare, tutti quanti, perché ce lo meritiamo. E non ci meritiamo merda a secchi in maniera trasversale solo per mere opportunità politiche che non ci toccano e da cui vogliamo star lontani. Siamo il futuro eppure siamo stanchi, stanchi di dover avere pensieri per dinamiche che non ci riguardano. Cosa non avete capito ancora delle parole evoluzione, crescita e cambiamento?».
  • Centro storico
Altri contenuti a tema
Alessandro Borghese sceglie Bitonto per “4 Ristoranti” Alessandro Borghese sceglie Bitonto per “4 Ristoranti” La troupe della trasmissione Sky ha girato in città per il popolare format
1 Monumento storico trasformato in discarica a Bitonto Monumento storico trasformato in discarica a Bitonto Davanti a Palazzo Vulpano abbandonati rifiuti, divani e altri ingombranti
Dal Senegal a Bitonto per raccontare la sua esperienza di missionaria Dal Senegal a Bitonto per raccontare la sua esperienza di missionaria Domani ospite nel monastero delle Vergini di Bitonto suor Grazia Anna Morelli
L'irriverente comicità di Enrico Caruso a Bitonto con “Perchè Restare” L'irriverente comicità di Enrico Caruso a Bitonto con “Perchè Restare” Sarà protagonista sabato della riapertura delle serate di Cultura Panoramica in uno storico palazzo del centro antico
2 Il centro storico di Bitonto imbrattato con la calce idrata Il centro storico di Bitonto imbrattato con la calce idrata È successo in via Arco Galliani. Abbaticchio: «Un maiale, ma abbiamo immediatamente ripulito»
Chianche del centro storico di Bitonto imbrattate di olio combusto Chianche del centro storico di Bitonto imbrattate di olio combusto A spargerlo fino a piazza Cattedrale un'auto in panne: interviene la Polizia Locale
Lavori Enel danneggiano le basole di piazza Marconi. Abaticchio: «Sono molto arrabbiato» Lavori Enel danneggiano le basole di piazza Marconi. Abaticchio: «Sono molto arrabbiato» La ditta incaricata eseguiva una riparazione. Le chianche saranno sostituite con altre della stessa epoca
A Bitonto musica davanti a pub e ristoranti rimasti chiusi per il Covid A Bitonto musica davanti a pub e ristoranti rimasti chiusi per il Covid Un avviso pubblico del Comune per programmare un calendario organico. Mangini: «Torniamo dove tutto ebbe inizio»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.