Bitonto calcio. <span>Foto Anna Verriello</span>
Bitonto calcio. Foto Anna Verriello
Calcio

Il Bitonto riprende ad allenarsi, domenica trasferta a Cerignola

Neroverdi al lavoro in un clima di generale sfiducia ma i tifosi confidano nella zampata per impedire ai rivali di festeggiare la C nel confronto diretto

L'incredibile opportunità sciupata giovedì nel confronto interno con il Lavello, perso 1-0, grida vendetta. Il Bitonto ha perso l'occasione propizia per sorpassare il Francavila in Sinni e riprendersi il secondo posto in classifica nel girone H di Serie D. Il gruppo che si è ritrovato martedì al "Città degli ulivi" dopo le festività pasquali dovrà preparare un match complicatissimo sotto diversi punti di vista: domenica 24 aprile, al "Monterisi", i neroverdi potrebbero essere gli invitati meno opportuni alla festa promozione dell'Audace Cerignola, che con un pareggio conquisterebbe il salto nel calcio professionistico. L'ironia della sorte ha voluto che fossero proprio Petta e compagni a sfidare il collettivo ofantino in concomitanza con il primo match a disposizione per celebrare il balzo in quella Serie C che il Bitonto ha solo accarezzato per le note vicende extracalcistiche del 2020.

L'unico risultato utile per sfuggire al destino incontrovertibile è la vittoria, che al team di mister Potenza servirebbe come il pane per continuare a coltivare le speranze di assicurarsi la piazza d'onore. Il clima intorno alla squadra, inutile nasconderlo, non è favorevole: l'uscita di scena dalla lotta per il primato e l'andamento complessivamente declinante del girone di ritorno hanno lacerato i rapporti con una tifoseria che si sente ferita nell'orgoglio, pur riconoscendo gratitudine al presidente Rossiello per la passione e gli investimenti compiuti. I piani per il futuro sono già oggetto di discussioni e valutazioni nella dirigenza bitontina ma c'è una stagione da chiudere nel modo più onorevole possibile e i sostenitori confidano in un graffio d'orgoglio dei leoni sul palcoscenico più ambito, che rovinerebbe la festa del Cerignola.
  • Us Bitonto
Altri contenuti a tema
Svanisce il sogno scudetto ma la Juniores del Bitonto merita solo applausi Svanisce il sogno scudetto ma la Juniores del Bitonto merita solo applausi Il club potrebbe ripartire da diversi calciatori della formazione giovanile per costruire l'organico di Serie D
Juniores Bitonto, è finale scudetto Juniores Bitonto, è finale scudetto Vittoria di misura sull'Ostia mare, sabato il match decisivo contro la Pro Livorno
Juniores del Bitonto alle semifinali scudetto Juniores del Bitonto alle semifinali scudetto Mercoledì al "Rossiello" la sfida contro l'Ostia mare
Francesco Rossiello rileva il 50% del Monopoli. E ora? Francesco Rossiello rileva il 50% del Monopoli. E ora? L'imprenditore non ha ancora specificato cosa sarà del Bitonto
Malore sugli spalti, paura al "Città degli ulivi" di Bitonto Malore sugli spalti, paura al "Città degli ulivi" di Bitonto Gara sospesa per alcuni minuti. Situazione rientrata in seguito
Bitonto, è finale! Bitonto, è finale! Regolato il Fasano sul terreno del "Città degli ulivi", domenica la sfida in trasferta al Francavilla in Sinni
Semifinale playoff, sulla strada del Bitonto c'è il Fasano Semifinale playoff, sulla strada del Bitonto c'è il Fasano Fischio d'inizio fissato per le ore 16, trasferta vietata ai sostenitori brindisini
Bitonto, sconfitta ininfluente. Mercoledì semifinale playoff contro il Fasano Bitonto, sconfitta ininfluente. Mercoledì semifinale playoff contro il Fasano I neroverdi, già certi del terzo posto e rimaneggiati, cedono alla Nocerina
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.