Zona Artigianale BItonto
Zona Artigianale BItonto
Enti locali

Sospesi i maggiori oneri per gli imprenditori della zona artigianale di Bitonto

Abbaticchio: «Tutto fermo finchè non saranno date risposte alle eccezioni sollevate dal comitato della PIP»

Possono tirare un sospiro di sollievo gli imprenditori della zona artigianale di Bitonto su cui è piombata, nelle scorse settimane, la mannaia dei maggiori oneri imposti dalla legge dopo la sconfitta, in giudizio, del Comune con i proprietari dei lotti espropriati e poi riassegnati. In pratica, i giudici hanno deciso che il prezzo a cui Palazzo Gentile aveva espropriato i titolari originali dei fondi che poi sono andati a formare la nuova zona Pip, in base a una convenzione sottoscritta più di dieci anni fa, era troppo basso e ha condannato il Comune a versare loro una "differenza" che, in totale, supera i 5 milioni di euro. Maggiori costi che, per legge, devono essere riversati sui nuovi assegnatari dei lotti, costretti a questo imprevisto esborso.

Già nei giorni scorsi, però, la politica aveva lanciato l'allarme, denunciando il rischio di vedere il Comune trascinato in un nuovo e più pesante giudizio con gli assegnatari per il metodo utilizzato per "spalmare" questi maggiori oneri. Ieri, è arrivato però lo stop del sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, che ha recepito le indicazioni giunte dal Comitato Zona Artigianale.
«Questa amministrazione – ha detto il primo cittadino - è stata destinataria dalla legge di un conto economico da riversare sui propri imprenditori in virtù di una convenzione che fu firmata più di un decennio fa. Ho chiesto formalmente a tutti gli uffici comunali interessati di rispondere e renderci di conto di tutte le puntualizzazioni tecniche esposte dal Comitato della zona artigianale. Quest'ultimo è da sempre stato costruttivo verso qualunque parte politica nel risolvere concretamente i problemi calati dalla realtà. Fino al momento in cui non verrà tutto chiarito, ho invitato gli uffici a sospendere gli atti successivi. La soluzione migliore per tutta la Comunità dovrà essere il faro, ma la legge va rispettata».

Gli imprenditori dovranno, insomma, pagare questi oneri, come previsto per legge, ma non in maniera indiscriminata. L'obiettivo dell'amministrazione è far sentire la presenza delle istituzioni in un momento di particolare e imprevista difficoltà. «Dopo aver ottenuto il riconoscimento di zona economica speciale per la nostra zona artigianale, dopo l'installazione del primo sistema di videosorveglianza in loco e alla vigilia del secondo lotto di lavori delle sue strade a seguito della inaugurazione del primo centro tecnologico universitario di matrice comunale nella sua parte più periferica – ha detto Abbaticchio - vogliamo continuare a restare accanto agli imprenditori e ad ascoltare le loro indicazioni per garantire lo sviluppo costante della zona artigianale».
  • Michele Abbaticchio
  • Zona Artigianale
Altri contenuti a tema
Partiti i due progetti di Servizio civile al Comune di Bitonto Partiti i due progetti di Servizio civile al Comune di Bitonto I volontari accolti a Palazzo di Città dal sindaco Abbaticchio e dall’assessore Legista
Pediatra revocata a Bitonto, il sindaco scrive alla Asl: «Rivedete la disposizione» Pediatra revocata a Bitonto, il sindaco scrive alla Asl: «Rivedete la disposizione» Preoccupato anche Damascelli: «Ingiusto costringere i piccoli a forzate trasferte a Palo»
'Prima lo sviluppo': Italia in Comune porta il mondo delle imprese a Bari 'Prima lo sviluppo': Italia in Comune porta il mondo delle imprese a Bari Attesi Emiliano, Decaro, Abbaticchio, Viesti, Patroni Griffi e Borracino
Abbaticchio: «Nessuna 'pagnotta' per le civiche confederate a Italia in Comune» Abbaticchio: «Nessuna 'pagnotta' per le civiche confederate a Italia in Comune» Il sindaco di Bitonto chiarisce che «non scompaiono ma proseguono il loro cammino in un progetto più grande»
Italia in Comune ringrazia i consiglieri di Bitonto che hanno aderito e chiede un tavolo di coalizione Italia in Comune ringrazia i consiglieri di Bitonto che hanno aderito e chiede un tavolo di coalizione L'obiettivo è ridiscutere gli assetti politici alla luce delle nuove forze in consiglio
Il sindaco di Bitonto Abbaticchio vicecoordinatore nazionale di Italia in Comune Il sindaco di Bitonto Abbaticchio vicecoordinatore nazionale di Italia in Comune Il primo cittadino: «Un riconoscimento alla straordinaria squadra pugliese. Ora al lavoro per i prossimi impegni»
Il Movimento Tra la Gente si confedera con in Italia in Comune Il Movimento Tra la Gente si confedera con in Italia in Comune La lista civica nata con le amministrative del 2017 porta i consiglieri Gesualdo e Abbatantuono nel partito di Pizzarotti
Chi rappresentano ora gli assessori della giunta Abbaticchio? Chi rappresentano ora gli assessori della giunta Abbaticchio? Dopo i numerosi ingressi in maggioranza e l'irruzione in consiglio di Italia in Comune attese novità anche in giunta
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.