Rifiuti nell'agro tra Bitonto e Santo Spirito
Rifiuti nell'agro tra Bitonto e Santo Spirito
Territorio e Ambiente

Olivicoltura, la denuncia di Cia Puglia: «I rifiuti nelle campagne sono un pugno allo stomaco»

Sicolo: «Ancora non abbiamo visto alcun intervento di sgombero e pulizia»

Dalla Fiera del Levante, in corso in questi giorni nel capoluogo pugliese, arriva una denuncia sullo stato delle campagne bitontine. «Le immagini degli oliveti bitontini trasformati in vere e proprie discariche a cielo aperto non sono solo un pugno nell'occhio, sono un pugno nello stomaco. L'inciviltà e l'incuria, oltre a compromettere la bellezza del patrimonio rurale, mettono a rischio la sicurezza degli operatori». A sostenerlo è Gennaro Sicolo, presidente Cia Puglia e produttore olivicolo bitontino a margine di un convegno organizzato da Cia negli spazi della Campionaria.

«Quest'anno la campagna olearia - ribadisce Sicolo - si avvia in salita, tra mille difficoltà vecchie, come la Xylella, e nuove come i rincari energetici e l'inflazione, per citarne solo alcune.
Oltre a questo, ogni giorno siamo costretti ad attraversare gli oliveti e ad assistere a nuove discariche a cielo aperto che deturpano il territorio e rendono poco sicuro il passaggio di operatori e frontisti»
.

«Ancora - conclude Sicolo - non abbiamo visto alcun intervento di sgombero e pulizia. Chiediamo alle Istituzioni e agli organismi preposti di affiancare alle campagne di sensibilizzazione, seppur utili, una seria attività di monitoraggio del territorio. Non possiamo permettere o accettare il degrado dei campi dai quali arrivano i prodotti per la nostra tavola».
  • Gennaro Sicolo
  • CIA Puglia
Altri contenuti a tema
A Bitonto per il nuovo Piano Olivicolo Nazionale e il rilancio del settore A Bitonto per il nuovo Piano Olivicolo Nazionale e il rilancio del settore Evento organizzato in collaborazione da MASAF, Italia Olivicola, Legacoop e CIA Agricoltori Italiani I giornalisti “primi ambasciatori” dell’esperienza unica offerta dalla qualità degli olii EVO di Puglia
Olio e contraffazioni, Sicolo: «Il sistema dei controlli un fiore all’occhiello» Olio e contraffazioni, Sicolo: «Il sistema dei controlli un fiore all’occhiello» l presidente di CIA Puglia e Italia Olivicola esprime il proprio plauso per l’operazione anti-frode a Cerignola
Granaio Italia, Xylella e filiere, CIA Puglia: «Emendamenti positivi» Granaio Italia, Xylella e filiere, CIA Puglia: «Emendamenti positivi» Il presidente Sicolo: «Accogliamo con favore queste decisioni, l’auspicio è che siano inizio di un percorso»
Olio, anche a Madrid la voce della Puglia. Sicolo: «Più qualità, più consumi» Olio, anche a Madrid la voce della Puglia. Sicolo: «Più qualità, più consumi» L’intervento al primo Congresso Mondiale dell’Olio d’Oliva che si sta concludendo oggi in Spagna
Morte bracciante agricolo, Sicolo: «Chi non lo ha tutelato non è imprenditore agricolo» Morte bracciante agricolo, Sicolo: «Chi non lo ha tutelato non è imprenditore agricolo» Dura nota del presidente di CIA Puglia
Cartelle esattoriali dai Consorzi agli agricoltori, CIA Puglia: «Vanno annullate!» Cartelle esattoriali dai Consorzi agli agricoltori, CIA Puglia: «Vanno annullate!» Centinaia di avvisi già recapitati, ma secondo l'associazione senza servizi nessun pagamento è dovuto
Olio EVO di Puglia, a Bitonto i risultati del progetto Certo Olio EVO di Puglia, a Bitonto i risultati del progetto Certo Venerdì 14 giugno l’evento nella sede Finoliva, prima strada Viale Prof. Giuseppe Lazzati
Cia Puglia, Sicolo: «Buon lavoro a elette ed eletti, ora fatti concreti per l’agricoltura» Cia Puglia, Sicolo: «Buon lavoro a elette ed eletti, ora fatti concreti per l’agricoltura» In 9 punti, il documento con priorità e proposte per rilanciare un comparto in gravissime difficoltà
© 2001-2024 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.