Sequestro di Alcool della GdF
Sequestro di Alcool della GdF
Cronaca

La GdF dona alcool sequestrato: diventerà disinfettante

Si tratta di un partita da 4700 litri che sarà utilizzata per produrre gel per le mani come misura anticontagio

Erano destinati a entrare, attraverso il mercato del contrabbando, nel commercio di prodotti alcolici evadendo le tasse previste, ma sono stati sequestrati e adesso diventeranno un utile presidio nelle misure anticontagio da Coronavirus.
Si tratta dei 4700 litri di alcool sequestrati nel 2017 in provincia di Bari dalla Guardia di Finanza e che adesso il Comando Provinciale ha donato allo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze che adesso potrà utilizzarlo per produrre gel disinfettante a costo zero per lo Stato.

«Nell'attuale situazione emergenziale – spiegano dalle Fiamme Gialle - correlata alla diffusione del nuovo "coronavirus" la Guardia di Finanza non solo è impegnata nel far rispettare le misure di contenimento introdotte dal Governo nonché nel contrasto delle manovre speculative sui prezzi al pubblico dei prodotti anti-contagio e di prima necessità o, comunque, delle pratiche commerciali illecite e fraudolente, ma sta fornendo il proprio contributo anche a diverse iniziative di solidarietà».

«Dopo avere assunto i necessari contatti con il predetto Istituto – precisano i finanzieri - che ha verificato preliminarmente la possibilità di riconversione dell'alcool sequestrato, hanno proceduto ad interessare la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari e la competente Direzione dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che hanno immediatamente concesso il loro nulla osta affinché l'operazione si potesse perfezionare. Quindi, un vettore specializzato inviato dal citato Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare ha ritirato presso la Compagnia di Monopoli la partita di alcool che sarà, a stretto giro, utilizzata per la produzione di gel disinfettanti, a "costo zero" per lo Stato, a beneficio della collettività».

«La presente attività – conclude la nota stampa - testimonia, ancora una volta, l'importanza della sinergia e della fattiva collaborazione tra i vari attori istituzionali soprattutto in questo momento di particolare emergenza sanitaria e finanziaria, in cui occorre porre in essere ogni utile iniziativa affinché il nostro Paese - come sempre è avvenuto - possa velocemente "rialzarsi" e ripartire in una cornice di solidarietà economica e sociale».
  • guardia di finanza
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

302 contenuti
Altri contenuti a tema
Quasi mille casi nelle ultime ore in Puglia Quasi mille casi nelle ultime ore in Puglia Salito a 3000 il numero di positivi al Covid deceduti dall'inizio dell'emergenza sul territorio regionale
115mila casi di positività in Puglia dall'inizio dell'emergenza 115mila casi di positività in Puglia dall'inizio dell'emergenza Ritmo di oltre mille nuovi contagi al giorno
Focolaio a Villa Giovanni XXIII, le famiglie: «Dateci notizie dei nostri cari» Focolaio a Villa Giovanni XXIII, le famiglie: «Dateci notizie dei nostri cari» Da giorni non si hanno risposte dalla struttura, mentre il telefono squilla a vuoto
Più guariti che attualmente positivi in Puglia ma si registrano oltre 1000 nuovi casi Più guariti che attualmente positivi in Puglia ma si registrano oltre 1000 nuovi casi Scende molto lentamente il numero delle persone ricoverate negli ospedali del territorio
Casi Covid in discesa a Bitonto: ora sono 442 Casi Covid in discesa a Bitonto: ora sono 442 Ma preoccupano i nuovi casi registrati nelle due strutture locali a servizio degli anziani
Ristori per le aziende del settore trasporti, Ruggiero: «Ok a un mio ordine del giorno» Ristori per le aziende del settore trasporti, Ruggiero: «Ok a un mio ordine del giorno» Parere favorevole del Governo Conte, la deputata bitontina: «Lavoreremo in commissione per prevedere il contributo straordinario»
Cala il numero degli attualmente positivi in Puglia Cala il numero degli attualmente positivi in Puglia 1275 i casi nelle ultime 24 ore
Lopalco: «Vaccini a insegnanti e personale scolastico nella fase 2» Lopalco: «Vaccini a insegnanti e personale scolastico nella fase 2» Pronta una bozza della delibera regionale per un rientro in classe in sicurezza
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.