I cavi di rame sequestrati dai Carabinieri
I cavi di rame sequestrati dai Carabinieri
Cronaca

In trasferta a Terlizzi per rubare cavi di rame. Arrestati due bitontini

Sono stati presi con le mani nel sacco, ieri sera, dai Carabinieri. Recuperate anche tronchesi ed un'accetta

I Carabinieri della Tenenza di Terlizzi, nella serata di ieri, in località Pertusillo, hanno arrestato, nella flagranza di reato, due uomini, per il furto aggravato di circa un chilometro di cavi telefonici in rame.

Nello specifico, i militari, impegnati in uno dei numerosi servizi di controllo del territorio, volti alla prevenzione ed alla repressione dei reati contro il patrimonio, nel perlustrare una strada comunale a cavallo tra il Comune di Terlizzi e la vicina frazione di Mariotto del Comune di Bitonto, hanno notato due individui, intenti a sezionare e stipare all'interno della loro autovettura, una grossa quantità di cavi di rame.

I due, alla vista dei Carabinieri, hanno cercato di darsi alla fuga ma, dopo un breve inseguimento, sono stati fermati alle porte del centro abitato di Terlizzi e condotti in caserma. Dai successivi accertamenti, effettuati sul posto, è emerso che i cavi in argomento, appartenenti ad una linea Telecom, erano stati tranciati ed asportati poco tempo prima, causando l'interruzione dei collegamenti telefonici ad un gruppo di abitazioni rurali della zona.

Alcuni dei cavi tagliati, erano ancora attaccati ai tralicci in legno della linea telefonica. Sull'auto i militari hanno rinvenuto delle tronchesi, una grossa accetta e dei cavi in nylon muniti di moschettoni. Per i due uomini, originari di Bitonto, già noti alle forze dell'ordine, è scattato l'arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, sono stati condotti presso la locale casa circondariale.

Gli attrezzi da scasso sono stati sottoposti a sequestro, mentre i cavi telefonici rinvenuti sono stati restituiti all'avente diritto.
  • Arresti Bitonto
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
In carcere il commando che assaltava portavalori. C'è anche un bitontino In carcere il commando che assaltava portavalori. C'è anche un bitontino In manette 5 persone. Tra i fermati anche Valentino Capocchiano. L'indagine è partita dopo l'assalto a un blindato a Canosa lo scorso novembre
Botte e minacce alla ex: arrestato a Bitonto un 29enne Botte e minacce alla ex: arrestato a Bitonto un 29enne Bucati anche gli pneumatici della vettura della donna e incendiata la macchina di suo padre
Rapina e palpeggia ragazza in treno: rintracciato a Bitonto e arrestato 36enne Rapina e palpeggia ragazza in treno: rintracciato a Bitonto e arrestato 36enne L'episodio ieri a Molfetta. È stato rinchiuso nel carcere di Trani
Furti di auto e violazioni della sorveglianza speciale, in cella un 49enne Furti di auto e violazioni della sorveglianza speciale, in cella un 49enne I fatti risalgono a gennaio scorso: l'uomo riuscì a dileguarsi dopo un inseguimento, adesso è in carcere
Market della cocaina a casa, mentre è ai domiciliari: arrestato un 46enne Market della cocaina a casa, mentre è ai domiciliari: arrestato un 46enne Scovata, occultato in un boiler, una pietra di cocaina di 27 grammi ed 80 dosi dello stesso stupefacente
Sorvegliato speciale in trasferta a Bitonto. Arrestato un 49enne Sorvegliato speciale in trasferta a Bitonto. Arrestato un 49enne L'uomo è stato fermato dalla Polizia di Stato, nonostante la misura dell'obbligo di soggiorno a Giovinazzo
1 Ritrovata l'auto dell'anziano in cerca del suo cane, ma dell'animale nessuna traccia Ritrovata l'auto dell'anziano in cerca del suo cane, ma dell'animale nessuna traccia Il ladro l'ha fatta ritrovare insieme al cane, che però si è allontanato prima dell'arrivo delle Forze dell'Ordine
Rissa a Porta la Maja: botte fra un extracomunitario e un giovane bitontino Rissa a Porta la Maja: botte fra un extracomunitario e un giovane bitontino Uno dei due inveisce anche contro le Forze dell'Ordine, che riportano la calma
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.