Urban territorial framework
Urban territorial framework
Territorio e Ambiente

Europan16: undici proposte per il futuro della città

Giovani progettisti e urbanisti, italiani ed europei, in lizza per il premio finale

Si avvicina la fase dei risultati finali per la sedicesima edizione del concorso Europan, il contest internazionale aperto alle nuove generazioni di professionisti dell'architettura, dell'urbanistica, del paesaggio e dell'ambiente, chiamati a immaginare e progettare la trasformazione dell'ambiente urbano e dei modelli di vita per un gruppo di città europee, selezionate di volta in volta. Per l'edizione in corso tra le 40 città selezionate dagli organizzatori figurano, per l'Italia, Bitonto e San Donà di Piave.

Degno di nota, nonostante alcune variazioni del calendario, determinate dall'emergenza Covid, l'interesse per il concorso: a livello europeo si sono iscritti più di 900 gruppi, che si sono cimentati con gli innovativi e complessi programmi urbani, proposti dai promotori dei siti dei 10 paesi europei organizzatori del concorso. L'Italia ha registrato l'iscrizione di ben 38 gruppi di giovani professionisti under 40 ai due siti di Bitonto e San Donà di Piave, con una partecipazione straniera del 43%, prova dell'interesse suscitato dai due temi tra i progettisti a livello internazionale.

Alla scadenza del 17 settembre 2021 sul sito di Europan sono state presentate 677 proposte anonime: quasi il 70% dei gruppi iscritti ha, dunque, elaborato un proprio progetto.
Per l'Italia i progetti presentati sono in totale 24 (pari al 64% dei gruppi iscritti): undici per il sito di Bitonto e tredici per San Donà di Piave.

Le proposte per il tema del sistema territoriale delle piazze di Bitonto, Palombaio e Mariotto per un dialogo con i valori locali e del paesaggio e i possibili nuovi metabolismi comprendono i seguenti titoli: agro-urban beat; via oliva; dop diffuse olive park; metaphoric squares; transversal landscape; along the green river; an atlas of rituals; fil rouge – contaminating the territory to create living cities; learning from the lama; we walk the line; collaborative communities shared spaces.

I progetti resteranno anonimi fino alla proclamazione dei risultati del 13 dicembre 2021. In questo momento è in corso la fase di giudizio, che le giurie nazionali completeranno entro fine novembre, per poi nominare i gruppi premiati. Intanto dal 4 al 6 novembre è previsto, a San Sebastian in Spagna, il "Forum delle Città e delle Giurie", evento riservato agli organizzatori, ai promotori dei siti e alle giurie. Un confronto importante che rappresenta una sessione intermedia di analisi comparativa dei progetti al livello europeo con l'intervento di alcuni rappresentanti delle città e delle giurie nazionali. Per il Comune di Bitonto saranno presenti l'assessore Cosimo Bonasia e il vicesindaco Rocco Mangini.

«Un grande ringraziamento – dichiara l'assessore Bonasia – va ai giovani progettisti e urbanisti, italiani ed europei, pronti a raccogliere la sfida per l'impegnativo tema proposto dalla nostra città e a cimentarsi in una riflessione feconda di idee per prospettare e suggerire una rigenerazione degli spazi urbani, che deve ambire all'attivazione di un nuovo sviluppo culturale, sociale ed economico della città e dei suoi tre centri (Bitonto, Palombaio e Mariotto), aperto ai temi della transizione ecologica, dell'uso di energia alternativa, della vita all'aria aperta e dei valori locali».

Il progetto è visualizzabile a questo link.
  • Europan16
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.