Don Vito Piccinonna. <span>Foto Anna Verriello</span>
Don Vito Piccinonna. Foto Anna Verriello
Vita di città

«Con la crisi la mafia si sta insinuando tra le famiglie»

L'allarme del direttore della Caritas, don Vito Piccinonna, che denuncia un aumento dell'usura tra i soggetti deboli

Elezioni Regionali 2020
Un virus che approfitta di una ferita aperta per entrare e nutrirsi delle sostanze vitali del soggetto attaccato. È l'immagine che è possibile trarre dalla lettera con cui don Vito Piccinonna, rettore della Basilica dei Santi Medici di Bitonto e direttore della Caritas Diocesana di Bari-Bitonto, ha chiesto ai parroci del territorio maggiore attenzione al fenomeno dell'usura, in crescita nei nuclei familiari in crisi per la pandemia.

L'invito del direttore è ad «"Attenzionare" quelle situazioni particolari che potrebbero scivolare in persone e luoghi sbagliati. Da più parti e diversi esperti ci stanno mettendo in guardia dal rischio di infiltrazioni mafiose sui territori. La mancanza di denaro è il vuoto su cui lavora la mafia che punterà a consolidare il suo consenso attraverso forme di assistenzialismo anche con l'elargizione di prestiti». Ad alimentare la preoccupazione di don Vito, i dati della Fondazione Antiusura che registra «un notevole aumento di usurai che quasi presidiando i nostri territori si presentano come "benefattori" di tante famiglie e piccole e medie imprese che fanno fatica ad andare avanti. Sarebbe forse il caso di pensare a momenti di sensibilizzazione all'interno delle nostre comunità durante i quali invitare i cittadini a ricorrere a forme di credito lecite e legali in caso di difficoltà economiche».
Da qui il suggerimento a rendere i centri di ascolto «non (solo) luoghi di distribuzione di alimenti ma spazi e luoghi in cui la gente che ne ha bisogno, in maniera dignitosa, possa essere accolta e ascoltata. Dall'esperienza di ascolto telefonico e non solo è emersa la presenza di un forte disagio psicologico e la fatica di molti di saper chiedere aiuto».
L'invito del rettore della Basilica dei Santi Medici è ad «inserire nuove persone, anche più giovani, magari qualche professionista che, in maniera gratuita, sappia sostenere anche problemi specifici. Laddove possibile, inoltre, vi invito a coinvolgere sempre di più i servizi sociali del territorio perché solo un approccio sinergico e coordinato può contribuire a rispondere in maniera efficace ai bisogni».

Le note positive sono nella buona collaborazione tra Istituzioni-Comunità parrocchiali-associazioni, privato sociale e società civile registrate durante il lockdown, ma anche l'aumento dei nuovi volontari. Per questo don Vito chiede di offrire «la possibilità a queste persone di non rimanere ai margini della vita comunitaria ma, anzi, di conoscerla e magari di poter vivere una esperienza più ampia».

«"Fare bene il bene" - conclude la lettera - è il motto che deve accompagnare ciascun volontario. Auspico che all'interno dei consigli pastorali e nello scambio tra parrocchie dello stessopaese/vicaria possano maturare sguardi più ampi che non ci facciano perdere mai di vista chi fa più fatica».
  • Caritas Diocesana Bari-Bitonto
  • Santi Medici Bitonto
  • don Vito Piccinonna
Altri contenuti a tema
Approvato il bilancio della Fondazione Ss Medici di Bitonto Approvato il bilancio della Fondazione Ss Medici di Bitonto Don Vito Piccinonna: «Dietro ogni numero, mani tese e cuori che battono»
Il Papa chiama Bitonto: telefonata a don Vito Piccinonna Il Papa chiama Bitonto: telefonata a don Vito Piccinonna Il rettore della Basilica dei Santi Medici: «Ancora sotto choc: che uomo!»
Neonato abbandonato in chiesa, per la Caritas di Don Vito Piccinonna: «Scelta dolorosa» Neonato abbandonato in chiesa, per la Caritas di Don Vito Piccinonna: «Scelta dolorosa» Dall'organismo pastorale di Bari-Bitonto l'invito alle istituzioni a offrire più sostegno alle famiglie
Fondazione Opera Ss Medici di Bitonto diventa Ente del Terzo Settore Fondazione Opera Ss Medici di Bitonto diventa Ente del Terzo Settore Approvato il nuovo statuto. L'arcivescovo Cacucci: «Si conserva il senso di mons. Mariano Magrassi e don Ciccio Savino»
Don Vito Piccinonna: «Aspetteremo un altro mese per celebrare col popolo» Don Vito Piccinonna: «Aspetteremo un altro mese per celebrare col popolo» Il rettore della Basilica dei Ss Medici di Bitonto non è con la CEI: «Improvvisare può far male più del non celebrare»
Oltre 2mila euro dal Comitato Feste Patronali di Bitonto contro il coronavirus Oltre 2mila euro dal Comitato Feste Patronali di Bitonto contro il coronavirus Sono stati raccolti con un crowdfunding e saranno donati alla Caritas Diocesana per aiutare i poveri
Il Comitato Feste Patronali di Bitonto sostiene la raccolta fondi per la Caritas Il Comitato Feste Patronali di Bitonto sostiene la raccolta fondi per la Caritas L'obiettivo è «alleviare sofferenze e disagi a chi non ha i necessari mezzi di sussistenza»
Il Covid19 a Bitonto non ferma solidarietà e volontariato Il Covid19 a Bitonto non ferma solidarietà e volontariato Caritas al lavoro con mensa per i poveri e linea d'ascolto. Gli operatori della Ziph assistono i loro amici speciali on-line
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.