Nicola Schiraldi
Nicola Schiraldi
Cronaca

Bitonto dice addio a Nicola Schiraldi

Il ricordo dell'artista, amante di poesia e pittura, nelle parole di amici e conoscenti

Un improvviso malore ha portato via, a soli 51 anni, Nicola Schiraldi, artista pittore e poeta, amato e apprezzato dagli appassionati del settore non solo nella sua città d'appartenenza, Bitonto.

«Questo era già un bel ricordo – dice Marino Pagano, giornalista e studioso di storia e arte bitontino - non avrei mai immaginato lo diventassi anche tu. Con enorme tristezza, fortissimo Nicola. L'Inter, l'arte, la poesia. Da qualche parte torneremo a parlarne. Grazie per avermi coinvolto allora nella fase redazionale del tuo libro. Grazie per la tua fanciulla simpatia, l'allegria di ogni tuo saluto. Sembrava saltassi di gioia ogni volta che incrociavi un amico. La tua una purezza irriducibile, senza contaminazioni. Questo anche e soprattutto quando un velo di tristezza non celava qualche tua amarezza. E che impazienza quando confezionasti quella tua pubblicazione. Regala una possibile speranza a tutti i tuoi familiari, perché tanto tanto ti amavano e ti ameranno per sempre. Ne sono stato più volte testimone. A loro il mio abbraccio più commosso. I misteri rimarranno misteri e la rabbia per questo distacco, rabbia. Nondimeno voglio saperti felice».

Nicola era nato a Bitonto il 14 gennaio del 1970 e aveva frequentato il Liceo Artistico per assecondare la sua inclinazione sensibile e riflessiva.
«Nicola Schiraldi – scriveva Francesca Ancona presentando una sua personale di qualche anno fa - racconta bene la sua terra, le sue origini, la semplicità del sud. La sua arte non è un vanto, ma pura passione. Cerca altre strade, ma tutte le strade stranamente lo portano lì, alla cultura bitontina-pugliese che oggi è un vanto! con tanta globalizzazione. L'appassionato d'arte straniero che viene in Italia non cerca cose alla Picasso, Pop Art ecc. ma cerca la cultura di un popolo. Questo è un problema che pochi comprendono, certo l'espressione intima è importante e anche l'evoluzione, ma non bisogna dimenticare le proprie origini e questo Nicola Schiraldi lo sa bene».

«Personalità eclettica – prosegue la Ancona - i suoi interessi artistico-culturali spaziano dalla pittura, alla poesia e alla musica. Nicola nella sua spontanea espressione figurativa si avvicina allo stile impressionistico in punta di piedi, ma con una tecnica sicura e limpida, ricca di immagine e sensazioni, per cui il colore predomina come l'elemento comunicativo attraverso cui, il giovane artista trasmette le sue emozioni. In particolare i suoi "paesaggi" rivelano un chiaro significativo metaforico della vita, con una pennellata di speranza per una società migliore. In continua evoluzione artistica Nicola Schiraldi afferma il suo pensiero pittorico e ci interroga in un''indagine introspettiva che lui stesso respira».
  • Poesia
  • Marino Pagano
  • Arte
Altri contenuti a tema
1 La poesia che ha stregato l'America tradotta da Matteo Vacca e Valentina Torre La poesia che ha stregato l'America tradotta da Matteo Vacca e Valentina Torre Il giovane professore bitontino ha voluto dire la sua nel dibattito che ha travolto la traduzione dei versi di Amanda Gorman
Il Cenacolo dei Poeti di Bitonto celebra Isabella Morra Il Cenacolo dei Poeti di Bitonto celebra Isabella Morra Tra le proposte, un gemellaggio artistico con Valsinni, città nativa della poetessa
Il sacro nell’arte contemporanea il nuovo libro di Marino Pagano e Antonio Russo Il sacro nell’arte contemporanea il nuovo libro di Marino Pagano e Antonio Russo Una raccolta di atti e relazioni sull'arte sacra oggi
Pietanze d'arte a domicilio: venerdì 5 marzo arriva Ludus Pietanze d'arte a domicilio: venerdì 5 marzo arriva Ludus In giardini e terrazzi una nuova produzione di danza e musica live
Col Teatro Delivery a Bitonto e Palo l'arte arriva a domicilio Col Teatro Delivery a Bitonto e Palo l'arte arriva a domicilio Il progetto di Asteria Space porta danza, teatro e musica in giardini, terrazzi e cortili, oltre i vincoli anti Covid
“We Wish”, la campagna di Anestetico Urbano a sostegno di Refugees “We Wish”, la campagna di Anestetico Urbano a sostegno di Refugees Cartoline augurali speciali e una mostra virtuale per promuovere l’inclusione, in vendita fino al 6 gennaio presso Ergot, a Bitonto.
Il Covid toglie a Bitonto l'ultimo zampognaro Il Covid toglie a Bitonto l'ultimo zampognaro Il "vecchio" Enzo non verrà quest'anno nella città dell'olio a causa della pandemia. Ma spera di tornarci nel 2021
Il Covid ferma i falò di S. Lucia a Bitonto: «Accendete un lume nelle vostre case» Il Covid ferma i falò di S. Lucia a Bitonto: «Accendete un lume nelle vostre case» L'invito del gruppo folk "Re Pambanelle" del "cenacolo dei poeti" per non perdere la suggestione del momento
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.