Europan jfif
Europan jfif
Territorio e Ambiente

Bitonto all'Europan 16, biennale internazionale sulla rigenerazione

È l'unica città italiana in concorso insieme a San Donà di Piave. Nove nazioni con 40 candidature per ridisegnare il futuro

Essere il bersaglio di idee innovative aperte a nuovi percorsi per la rigenerazione della città e aprire la strada all'introduzione nella routine delle pratiche quotidiane un nuovo approccio alle problematiche urbane, per essere protagonisti di un progresso orientato al futuro. Sono questi i meccanismi in cui potrò inserirsi la città di Bitonto che sarà l'unica città italiana, insieme a San Donà di Piave, a partecipare alla sedicesima edizione di Europan, il concorso organizzato con cadenza biennale dalla Federazione composta da diversi paesi europei e coordinati dalla Associazione EUROPAN Europe.
Una piattaforma unica dove tutti i paesi europei propongono in simultanea i loro concorsi nazionali su un tema comune.

Tale piattaforma genera un network di circa 50 aree che i giovani professionisti under 40 di tutto il mondo possono scegliere come luoghi di progetto.
Partecipando ad Europan gli Enti e gli operatori prendono parte agli eventi al livello nazionale ed europeo, dove incontrano colleghi degli altri paesi, condividono le problematiche comuni e scambiano le reciproche esperienze presentandosi ad un podio nazionale ed internazionale.
Quest'anno, il tema della kermesse sono le "living cities", la "città viventi" e il modo in cui esse agiscono per fare fronte ai cambiamenti climatici e alle disuguaglianze prodotte dall'essere umano stesso. In pratica una strada per immaginare altre possibilità di abitare il pianeta Terra.

«Il Tema di Europan 16 – spiegano dal Comitato Scientifico della manifestazione - si concentra sull'ambiente da vivere come un nuovo paradigma, in cui potremmo considerare nuovi tipi di sinergie che si verificano tra la dimensione ambientale, biologica, sociale, economica, culturale e politica. Questo nuovo paradigma ci porta a pensare in termini di co-evoluzione, interazioni, interconnessione, coesistenza, co-ritmi, metabolismi resilienti e inclusivi. Questo nuovo paradigma, inoltre, ci porta a lavorare con le dinamiche del progetto di rigenerazione, che sposta le frontiere, stabilite dall'uomo, con la natura».

Il progetto che tiene conto della rigenerazione è: riciclare, decontaminare, ereditare, diversificare, prendersi cura, pensare una felice frugalità e reinventare.
Questo tema degli ambienti di vita si rivolge sia all'etica che all'estetica, ai cicli di vita e alle morfologie, ai metabolismi e agli stili di vita inclusivi e la città di Bitonto potrà essere inserita in queste dinamiche mirate a concretizzare una nuova idea di città.
  • ambiente
Altri contenuti a tema
Le piante abbandonate tornano a nuova vita nel giardino della chiesa dell'Annunziata Le piante abbandonate tornano a nuova vita nel giardino della chiesa dell'Annunziata L'iniziativa del Movimento VogliAmo Bitonto Pulita per abbellire lo spazio davanti alla chiesetta romanica
Ignoti radono al suolo le aiuole curate dai volontari a Bitonto Ignoti radono al suolo le aiuole curate dai volontari a Bitonto Dopo un anno di duro lavoro avevano abbellito la zona attorno alla Casa della Musica. Inachis: «Non ci fermeremo»
Un sistema di tiranti per salvare i cedri di piazza Marconi Un sistema di tiranti per salvare i cedri di piazza Marconi È una delle soluzioni allo studio per salvaguardare l'incolumità dei passanti e le stesse piante
Tre nuovi nati a Bitonto: piantato un albero per ognuno di essi Tre nuovi nati a Bitonto: piantato un albero per ognuno di essi La loro nascita celebrata dall'iniziativa di Mowgli e VogliAMO Bitonto Pulita
Anche Bitonto nella rete europea contro il riscaldamento globale Anche Bitonto nella rete europea contro il riscaldamento globale Insieme a Bitetto, Bari e Conversano è fra le 4 località pugliesi protagoniste di Stopglobalwarming.eu
Tre alberi abbattuti a Bitonto durante i lavori in piazza Caduti Tre alberi abbattuti a Bitonto durante i lavori in piazza Caduti L'ira degli ambientalisti: «Bitonto non può più sopportare questo astio nei confronti della Natura»
«Il Parco Sen.Masciale di Bitonto ancora abbandonato all'incuria» «Il Parco Sen.Masciale di Bitonto ancora abbandonato all'incuria» Il Movimento VogliAmo Bitonto Pulita torna sulla situazione dell'area verde dopo le segnalazioni degli scorsi mesi
Deposito scorie radioattive, SI Bitonto: «Non sia nuova Ilva» Deposito scorie radioattive, SI Bitonto: «Non sia nuova Ilva» Le osservazioni della locale sezione del partito per scongiurare il rischio della localizzazione sulla Murgia
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.