Santi medici
Santi medici
null

Approvato il bilancio della Fondazione Ss Medici di Bitonto

Don Vito Piccinonna: «Dietro ogni numero, mani tese e cuori che battono»

Elezioni Regionali 2020
«Il Bilancio va letto superando la tentazione della frammentazione, nella consapevolezza che "il tutto è superiore alla parte". Nel Bilancio di un ente come la Fondazione non c'è solo una partita doppia ragionieristica, ma dietro ogni numero ci sono dei volti, dei cuori che battono, delle mani tese; sono in gioco sentimenti, nomi e storie; a volte si raccolgono anche le lacrime, delle sconfitte come pure delle piccole gioie. C'è un dare e un avere che appartengono a logiche di una umanità che ci appassiona e che proviamo a servire».
Con queste parole il Presidente don Vito Piccinonna ha presentato ai componenti del Consiglio di Amministrazione e al Collegio dei Revisori dei conti della Fondazione Santi Medici di Bitonto il Bilancio consuntivo 2019 che è stato approvato venerdì 24 luglio.

«Il Bilancio – scrivono dalla Fondazione - registra per il secondo anno consecutivo un risultato positivo di gestione, dovuto sostanzialmente ad una revisione dei contratti di forniture e ad una gestione delle spese più oculata che non intacca affatto la qualità dei servizi certificata per un ulteriore triennio, a fine giugno scorso, ai sensi della norma ISO-9001:2015. Numerose sono state le progettualità che hanno coinvolto l'Ente e che hanno portato lo stesso ad allagare quella rete sussidiaria sia verticale che circolare.
Tante le attività. Sistematizzate in tre aree: socio-sanitaria, socio-assistenziale, culturale e formativa».

I numeri forniti dalla Fondazione fanno riflettere: cure palliative attraverso l'Hospice mediante i ricoveri a 458 malati e a 95 malati seguiti in assistenza domiciliare; 53.465 pasti caldi sia in mensa che a domicilio delle famiglie bisognose, sia presso le strutture interne; 20 malati di Aids in casa alloggio e 16 donne con bambini in casa di accoglienza; 67 persone accompagnate nel recupero dalle dipendenze; 55 minori affidati ai servizi educativi.

«Numeri che non forniscono un quadro puntuale e dettagliato dell'intera attività della Fondazione – si legge ancora nella nota - ma che dicono tutto l'impegno profuso da tante persone: 108 volontari, 85 dipendenti, 28 giovani in servizio civile, i responsabili, i componenti degli organi statutari. Cifre che raccontano il servizio, l'attenzione a chi vive in difficoltà e che, come ha affermato il direttore generale Giovanni Vacca, «vogliono esprimere la necessità di essere trasparenti, di rendicontare fino all'ultimo centesimo quanto ricevuto attraverso i finanziamenti pubblici e le donazioni private, e possibilmente migliorare la qualità dei nostri servizi grazie al contributo di tutti, anche di coloro che muovono critiche costruttive e mai strumentali».

«Il documento che viene pubblicato, insieme alla relazione dei Revisori dei conti e alla relazione della società di revisione esterna BDO – scrivono ancora dal direttivo - conferma che la Fondazione non è una "cosa" privata ma, come ribadito dalla sentenza n. 131 del 20 maggio 2020 della Corte Costituzionale che si è pronunciata sull'inquadramento costituzionale di co-programmazione, co-progettazione e accreditamento, con la presenza sul territorio ed in virtù del principi del bene comune e sussidiarietà, è uno degli Enti del Terzo Settore (ETS), rappresentativi della "società solidale", che spesso costituiscono sul territorio una rete capillare di vicinanza e solidarietà, sensibile in tempo reale alle esigenze che provengono dal tessuto sociale, e sono quindi in grado di mettere a disposizione dell'ente pubblico sia preziosi dati informativi (altrimenti conseguibili in tempi più lunghi e con costi organizzativi a proprio carico), sia un'importante capacità organizzativa e di intervento: ciò che produce spesso effetti positivi, sia in termini di risparmio di risorse che di aumento della qualità dei servizi e delle prestazioni erogate a favore della "società del bisogno"».

Il Bilancio e la relazione di missione è possibile scaricarlo al seguente link
https://www.santimedici.org/index.php?mod=fondazione&smod=relazioni&m2id=5&navId=53&idp=29
  • Fondazione Santi Medici
  • Santi Medici Bitonto
Altri contenuti a tema
«Con la crisi la mafia si sta insinuando tra le famiglie» «Con la crisi la mafia si sta insinuando tra le famiglie» L'allarme del direttore della Caritas, don Vito Piccinonna, che denuncia un aumento dell'usura tra i soggetti deboli
Il Papa chiama Bitonto: telefonata a don Vito Piccinonna Il Papa chiama Bitonto: telefonata a don Vito Piccinonna Il rettore della Basilica dei Santi Medici: «Ancora sotto choc: che uomo!»
Neonato abbandonato in chiesa, per la Caritas di Don Vito Piccinonna: «Scelta dolorosa» Neonato abbandonato in chiesa, per la Caritas di Don Vito Piccinonna: «Scelta dolorosa» Dall'organismo pastorale di Bari-Bitonto l'invito alle istituzioni a offrire più sostegno alle famiglie
La Fondazione Ss Medici di Bitonto oggi in diretta per parlare di Welfare La Fondazione Ss Medici di Bitonto oggi in diretta per parlare di Welfare Il CSV San Nicola incontra le Fondazioni a partire dalle 19 su Radio Social Web
Fondazione Opera Ss Medici di Bitonto diventa Ente del Terzo Settore Fondazione Opera Ss Medici di Bitonto diventa Ente del Terzo Settore Approvato il nuovo statuto. L'arcivescovo Cacucci: «Si conserva il senso di mons. Mariano Magrassi e don Ciccio Savino»
Don Vito Piccinonna: «Aspetteremo un altro mese per celebrare col popolo» Don Vito Piccinonna: «Aspetteremo un altro mese per celebrare col popolo» Il rettore della Basilica dei Ss Medici di Bitonto non è con la CEI: «Improvvisare può far male più del non celebrare»
Caritas Bari/Bitonto: «In città forte domanda di sesso a pagamento» Caritas Bari/Bitonto: «In città forte domanda di sesso a pagamento» Don Vito Piccinonna contro la tratta: «Ossessionati dal decoro urbano dimentichiamo il decoro umano»
Aste e Bilancieri Bitonto dona un furgone di viveri alla mensa dei poveri Aste e Bilancieri Bitonto dona un furgone di viveri alla mensa dei poveri Sono stati raccolti durante un raduno della solidarietà in occasione dell'Epifania
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.