rainbow
rainbow
Vita di città

A Bitonto lotta alle discriminazioni contro omosessuali e trans a scuola

Un incontro al Torrione sui temi LGBTI per aiutare i ragazzi alla consapevolezza e accettazione dei propri orientamenti sessuali

Sfidare i pregiudizi contro l'omosessualità e tutti gli orientamenti sessuali più in generale, partendo da un'educazione specifica già in età scolare, quando più gravi possono essere le conseguenze di atti discriminatori nei confronti dei più piccoli e fragili. È questo l'obiettivo di Rainbow, l'evento organizzato a Bitonto da Nicola Cortese per combattere i pregiudizi nelle scuole e nelle strade.
L'appuntamento è per giovedì 17 ottobre, nel Torrione Angioino, dove, a partire dalle 10, si terrà una conferenza di sensibilizzazione sul tema LGBTI, la sigla sotto la quale vengono raggruppati lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali.
«L'obiettivo è aiutare gli adolescenti nella conoscenza e accettazione di sé sul punto di vista emotivo e sessuale – spiegano gli organizzatori – ma anche sensibilizzare i ragazzi sui temi LGBTI attraverso la spiegazione di questa sigla, perché nasce e cosa significa. Senza dimenticare l'importanza di intraprendere un percorso di crescita finalizzato ad abbattere i pregiudizi nei confronti di chi è omosessuale e transessuale».

Durante l'incontro sarà possibile assistere ai contributi del dottor Vincenzo Gesualdo (psicologo) e della dottoressa Rosangela Labianca (assistente sociale).
L'evento nasce in collaborazione con l'associazione MIXED di Bari e l'associazione Il Cenacolo dei Poeti, col supporto del comune di Bitonto e presenta attività rivolte ai ragazzi delle scuole inerenti al tema LGBTI, ma è aperto anche al pubblico.
  • Gay
  • Arcigay
Altri contenuti a tema
La trans bitontina Anita Giordano madrina del protocollo sul lavoro tra CGIL e Arcigay La trans bitontina Anita Giordano madrina del protocollo sul lavoro tra CGIL e Arcigay Servirà a combattere ogni forma di discriminazione per orientamento di genere e identità sessuale
«Mi chiamo Anita e voglio metterci la faccia». Parla la trans di Bitonto offesa e licenziata «Mi chiamo Anita e voglio metterci la faccia». Parla la trans di Bitonto offesa e licenziata Aveva perso il posto di lavoro per il suo orientamento sessuale. Un giudice ha disposto il risarcimento
1 Sinistra Italiana dice no alla raccolta firme di Forza Nuova Sinistra Italiana dice no alla raccolta firme di Forza Nuova Stasera iniziativa contro cittadinanza ai migranti e adozioni gay
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.