Enzo Colaluca durante la premiazione al Circolo Tennis Bari
Enzo Colaluca durante la premiazione al Circolo Tennis Bari
Tennis

Colaluca, tennis a tempo di musica

L'istruttore del Tennis Club Bitonto si conferma campione regionale

Diviso tra due passioni, il tennis e la musica: Enzo Colaluca è riuscito a farle diventare il suo lavoro. Responsabile della scuola tennis dell'ASD Tennis Club Bitonto di giorno e deejay dalla mezzanotte in poi, il 38enne barese d'origine e bitontino d'adozione, si è confermato nello scorso fine settimana campione regionale, dopo aver trionfato negli Assoluti di Terza Categoria.
La competizione si è svolta dal 9 al 25 marzo presso il Circolo Tennis Bari, la sua casa sportiva per ben 17 anni. Colaluca, tesserato da due anni presso la struttura bitontina in cui è anche istruttore federale, è riuscito così nella difficile impresa di bissare il successo dello scorso anno.
Come è andata?
"Quest'anno il tabellone era molto più completo della passata edizione ed il livello era elevato. Sono riuscito a vincere grazie a una discreta condizione fisica ed a una serenità mentale. Dal punto di vista tecnico, invece, le mie armi vincenti sono state il "rovescio in backspin" (un colpo di sensibilità, utilizzato per disegnare traiettorie lunghe e lente, ndg) e la palla corta, il cosiddetto "drop shot".
Dopo aver giocato per tanti anni, adesso si dedica alla formazione dei suoi allievi, ma non ha affatto perso la voglia di vincere, a giudicare dai risultati.
"Partecipo a pochi tornei, quelli che voglio vincere. Non mi piace fare la comparsa".
Quale l'avversario più ostico?
"Nei quarti di finale ho affrontato l'esperto Mario Carnevale, tennista di grande esperienza e valore, in passato 450esimo nella classifica mondiale (e fra i protagonisti della vittoria del campionato di A2 nel giugno 2004, ndg). In semifinale ho trovato l'avversario più difficile, Danilo Cassano. E' un giocatore solido, ha 26 anni, è nel pieno della forma ed è un componente della squadra di serie B del Circolo Tennis Bari. In finale, invece, ho ritrovato un mio ex allievo, Giovanni Solarino ed ho vinto per 6-2 e 7-6. Quando ero istruttore a Bari l'ho seguito dai 10 ai 15 anni: l'ho ritrovato 17enne, un giovane talentuoso".
Cosa vi siete detti?
"A fine partita gli ho dato qualche consiglio in maniera spassionata, dato che non sono più il suo maestro. E' stato bello incrociarlo: se è arrivato in finale, significa che è migliorato. L'ho lasciato che era ancora un ragazzo e ritrovare adesso un uomo adulto che lotta per vincere il torneo, mi ha fatto certamente piacere".
Che sapore ha avuto riconfermarsi campione regionale negli assoluti di Terza Categoria?
"Sono molto soddisfatto di questa vittoria. Adesso faccio il maestro e non ho tempo di allenarmi. Trionfare la prima volta non è stato facile, ma riuscirci per la seconda è stato ancora più difficile. Adesso le soddisfazioni più grosse sono legate al lavoro di istruttore, ma vincere fa sempre piacere".
Tennista di giorno e deejay di notte. Quale canzone sceglierebbe in abbinamento a questo ennesimo traguardo?
"Se la mia vittoria fosse un pezzo musicale sicuramente sarebbe un brano carico e divertente, perché mi diverto ancora a giocare a tennis. La musica ed il mio sport preferito sono le mie due passioni e sono riuscito a trasformarle in lavoro. Sono due cose completamente differenti, ma perfettamente conciliabili visto che si svolgono ad orari diversi. Non potrei fare a meno di nessuna delle due".
  • tennis
  • tennis club
  • Colaluca
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.