Scuola (repertorio)
Scuola (repertorio)
Scuola e Lavoro

Ritorno a scuola: psicologi preoccupati

Ansie e paure di genitori e figli per il ritorno in classe

Il ritorno in classe previsto per il 16 gennaio preoccupa non solo genitori e bambini, ma anche gli psicologi che pongono l'attenzione sul senso di inadeguatezza provato finora dovuto dalle rinunce effettuate sino ad ora dai più piccoli. L'ordinanza del Presidente della Regione Michele Emiliano fa discutere.

«L'incertezza sull'andamento dei contagi da Covid-19 e l'ipotesi di un rientro a scuola stanno mettendo, un'altra volta, in allerta le famiglie», afferma la dottoressa Daniela Sannino,​ psicologa e psicoterapeuta, «paura, ansia, rabbia ma allo stesso tempo desiderio di ritornare in classe per un graduale ritorno alla normalità, coinvolgono genitori e figli». Alcune famiglie considerano la didattica in presenza un rischio troppo alto al quale esporre i propri figli, altre invece sono favorevoli alla scuola in presenza, in quanto rappresenta una soluzione alle proprie organizzazioni per le esigenze di lavoro.

«Fra qualche mese toccheremo l'asticella del primo anno, un anno che ha tracciato un segno indelebile nella crescita personale di tutti i nostri ragazzi» afferma Antonio Di Gioia, psicologo e psicoterapeuta, «hanno convertito le loro abitudini giornaliere ed hanno fatto i conti con nuove modalità di studio e di gestione del tempo. Seppur con numerose difficoltà legate all'utilizzo dei nuovi dispositivi tecnologici non sempre all'altezza delle esigenze, le famiglie hanno sperimentato un modello di didattica alternativo al quale non erano preparati, in molti casi, con serie difficoltà di organizzazione a causa, fra le altre motivazioni, degli impegni lavorativi». «Non solo modalità di apprendimento che, finora, non pensavamo potessero essere utilizzate per così tanto tempo, ma anche gli effetti del cambiamento dei processi di socializzazione, necessitano di uno sguardo attento da parte di insegnanti e genitori, per prevenire disagio causato da tutte le, seppur dovute, rinunce, fra le quali la mutata appartenenza ad un gruppo di pari» conclude la dottoressa Sannino.​
  • scuola
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

293 contenuti
Altri contenuti a tema
1224 guariti in Puglia nelle ultime 24 ore 1224 guariti in Puglia nelle ultime 24 ore Continua a scendere il numero degli attualmente positivi
Si riduce il numero di attualmente positivi e ricoverati in Puglia Si riduce il numero di attualmente positivi e ricoverati in Puglia Cala anche la percentuale di contagiati rispetto ai tamponi effettuati nelle ultime ore
Emiliano: «Vaccinare gli insegnanti per una scuola sicura» Emiliano: «Vaccinare gli insegnanti per una scuola sicura» Il presidente della Regione Puglia: «Il loro sacrificio ci sta permettendo di tenere bassa la curva dei contagi»
«Chi vaccinerà gli italiani nel momento cruciale della pandemia?» «Chi vaccinerà gli italiani nel momento cruciale della pandemia?» Il sindacato Nursing up: «Decine di infermieri liberi professionisti hanno risposto al bando del Governo e oggi sono totalmente ignorati»
Torna a scendere il dato degli attualmente positivi in Puglia Torna a scendere il dato degli attualmente positivi in Puglia Nelle ultime 24 ore registrati 26 decessi, di cui 13 nel barese
Superata quota 50 mila guariti dal Covid in Puglia Superata quota 50 mila guariti dal Covid in Puglia 908 casi e 25 decessi nelle ultime 24 ore
Contagi in salita a Bitonto: sono 645. E da oggi è zona arancione Contagi in salita a Bitonto: sono 645. E da oggi è zona arancione Abbaticchio: «La ristorazione non è la causa del peggioramento. I contagi avvengono in casa»
56mila attualmente positivi in Puglia 56mila attualmente positivi in Puglia Il numero dei nuovi contagi supera ancora quello dei guariti nelle ultime ore
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.