Il rendering della piazza confrontato con la sua conformazione attuale
Il rendering della piazza confrontato con la sua conformazione attuale
Territorio e Ambiente

Riqualificazione piazza Caduti: alberi a rischio espianto?

Gli ambientalisti scrivono all'assessore Bonasia: «Se necessario siano ripiantati in altre zone della città»

A pochi giorni dall'apertura del cantiere per la riqualificazione di piazza Caduti del Terrorismo, a Bitonto le associazioni ambientaliste si mostrano preoccupate per la sorte degli alberi attualmente presenti dopo aver esaminato i rendering della nuova piazza. Per questo hanno deciso di scrivere all'assessore al Verde Urbano, Cosimo Bonasia, per sincerarsi sulla sorte di queste piante.

Richiamando la legge italiana che impone (restando però praticamente ignorata da tutti) ai comuni la messa a dimora di un nuovo albero per ogni nascita, i volontari di VogliAmo Bitonto Pulita e dell'associazione Mowgli spiegano di aver constatato «il rischio che alcune presenze arboree, ivi presenti, non siano previste nel progetto definitivo, chiedono all'amministrazione la revisione del progetto per poter così salvaguardare gli alberi già presenti. In alternativa l'obbligo della citata legge di piantare nuovi alberi ogni anno, nel tentativo che non venga recepita all'inverso, ci induce a suggerirVi un espianto provvisorio per essere poi ricollocati in altre aree del comune. In tal senso offriamo la nostra disponibilità nell'indicare l'area più idonea con i volontari pronti ad aiutare nelle operazioni di trapianto».

«L'abbattimento degli alberi e la piantumazione di nuove specie (magari già concordate con il vivaio) contravviene all'art. 7 della legge 10/2013», scrivono gli attivisti, rimarcando «le molteplici attitudini che le alberature possiedono, dalla funzione ecologica (riduzione di inquinanti) a quella ecosistemica (habitat per specie di animali), possedendo anche una funzione socio-ricreativa (effetti benefici su malati, anziani e bambini)».
«Vi è la necessità - si legge ancora nella lettera - di salvaguardare ogni albero, data la carenza in tal senso riscontrabile nel nostro territorio urbano».


  • ambiente
  • Cosimo Bonasia
Altri contenuti a tema
1 I due cedri di piazza Marconi salvati grazie alla tecnologia I due cedri di piazza Marconi salvati grazie alla tecnologia A causa della loro inclinazione e dell'azione dei venti rischiavano il taglio. Bonasia: «Li abbiamo preservati»
1 Strappati a Bitonto gli alberi piantati per i nuovi nati Strappati a Bitonto gli alberi piantati per i nuovi nati Tre piante sono state recise da ignoti. I volontari: «Ne metteremo altre. Non ci arrenderemo»
Una montagna di pneumatici sequestrati ai gommisti di Bitonto Una montagna di pneumatici sequestrati ai gommisti di Bitonto Controlli in serie delle forze dell'ordine. Gomme accatastate senza registrazione: avrebbero potuto finire illegalmente nelle campagne
1 A Bitonto riqualificata l'area degradata tra via Pertini e via Amendolagine A Bitonto riqualificata l'area degradata tra via Pertini e via Amendolagine Il Comune ottiene un finanziamento da mezzo milione di euro. Ecco cosa diventerà
Velostazione di Bitonto: la Regione concede il finanziamento Velostazione di Bitonto: la Regione concede il finanziamento Sarà realizzata in via Senatore Angelini e consentirà di prendere il treno e lasciare la bici in sicurezza
Le piante abbandonate tornano a nuova vita nel giardino della chiesa dell'Annunziata Le piante abbandonate tornano a nuova vita nel giardino della chiesa dell'Annunziata L'iniziativa del Movimento VogliAmo Bitonto Pulita per abbellire lo spazio davanti alla chiesetta romanica
Bitonto all'Europan 16, biennale internazionale sulla rigenerazione Bitonto all'Europan 16, biennale internazionale sulla rigenerazione È l'unica città italiana in concorso insieme a San Donà di Piave. Nove nazioni con 40 candidature per ridisegnare il futuro
Ignoti radono al suolo le aiuole curate dai volontari a Bitonto Ignoti radono al suolo le aiuole curate dai volontari a Bitonto Dopo un anno di duro lavoro avevano abbellito la zona attorno alla Casa della Musica. Inachis: «Non ci fermeremo»
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.