I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Rapinatore nel supermercato, i Carabinieri lo bloccano in fuga

Nel mirino A&O. Un 38enne armato di un coltello si era fatto consegnare i soldi, ma s'è trovato i militari alle calcagna

È andata male, molto male, ad un 38enne di Bitonto, Antonio Piperis, che lunedì mattina ha fatto irruzione nel supermercato A&O Selex per mettere a segno una rapina: ha arraffato un bottino di circa 200 euro. Tuttavia, l'uomo non aveva messo in conto che per il centro potessero esserci esponenti delle forze dell'ordine.

Tanto che si è trovato stretto nella morsa dei Carabinieri della locale Stazione, i quali l'hanno acciuffato. Era in fuga dopo il colpo mordi e fuggi avvenuto intorno alle ore 09.00 - un orario piuttosto insolito - a Bitonto. L'uomo, volto noto alle forze dell'ordine, ha fatto irruzione nell'attività di via Castellucci col volto travisato e, sotto la minaccia di un coltello a serramanico, ha minacciato il titolare impossessandosi della somma presente nel registratore di cassa. Contanti per 200 euro.

Poi ha provato la fuga a piedi, ma i dipendenti del supermarket, però, come tutti quei commercianti che hanno un moto di reazione istintivo, devono avere digerito molto male il boccone amaro del sopruso. E così, subito dopo la rapina, l'hanno inseguito per diverse decine di metri, non prima di aver telefonato al numero 112. Una gazzella, allertata dalla centrale operativa della Compagnia di Modugno e già in zona, è intervenuta: i militari l'hanno acciuffato nel volgere di pochi minuti.

È stato riconosciuto grazie all'abbigliamento che aveva ancora addosso oltre ad un paio di guanti e ad un passamontagna per coprirsi il viso. Recuperato anche il bottino, già consegnato al legittimo proprietario. Il 38enne è stato trascinato presso gli uffici di via generale Planelli. Al termine degli accertamenti, gli uomini del maresciallo capo Roberto Tarantino lo hanno arrestato in flagranza di reato con l'accusa di rapina aggravata e lo hanno accompagnato nel penitenziario di Bari.

L'indagine, però, è tutt'altro che conclusa: i militari, infatti, stanno anche valutando se quest'episodio possa essere collegato ad un'altra rapina dalla dinamica più o meno simile, avvenuta sempre a Bitonto. Ad esempio, si cercano le correlazioni con l'episodio del 7 marzo scorso nel punto vendita Negozi Ok in via Vacca: in quella circostanza un uomo - anche lui con un coltello in pugno - entrò e si impossessò del registratore di cassa, portato via in un bustone, prima di allontanarsi.

Sul posto intervennero i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza per i dovuti rilievi di rito e furono acquisiti i filmati del sistema a circuito chiuso. Sarà adesso interessante incrociare le immagini di videosorveglianza di quell'episodio per capire se l'uomo appena arrestato possa essere lo stesso di quel giorno.
  • Arresti Bitonto
  • Rapine Bitonto
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
Camionista sequestrato e rapinato del tir: liberato a Mariotto Camionista sequestrato e rapinato del tir: liberato a Mariotto Il conducente è stato rilasciato dopo due ore: l'assalto a San Ferdinando di Puglia, in azione un commando di quattro banditi
Controlli ad "alto impatto" a Bitonto. Un arresto, sequestrata droga Controlli ad "alto impatto" a Bitonto. Un arresto, sequestrata droga Vasta operazione della Polizia di Stato in via La Malfa al quartiere 167: sequestrati oltre 150 grammi tra marijuana e hashish
Soldi per evitare danni agli ulivi: arrestate due Guardie Campestri Soldi per evitare danni agli ulivi: arrestate due Guardie Campestri Secondo l'accusa, i due avrebbero «obbligato gli imprenditori a versare denaro, vantando contatti con la criminalità»
Estorsione per un debito di droga, tre arresti. Uno è di Bitonto Estorsione per un debito di droga, tre arresti. Uno è di Bitonto L'uomo, di 35 anni, è considerato il mandante delle presunte richieste estorsive: è finito in carcere
Esplosi colpi di pistola in via Stellacci: sul caso indagano i Carabinieri Esplosi colpi di pistola in via Stellacci: sul caso indagano i Carabinieri Due i bossoli rinvenuti, a seguito della segnalazione di alcuni residenti che avrebbero udito i colpi d'arma da fuoco
Fiumi di droga tra la Puglia e l'Abruzzo, 29 arresti. Uno è di Bitonto Fiumi di droga tra la Puglia e l'Abruzzo, 29 arresti. Uno è di Bitonto In carcere, per un presunto traffico di stupefacenti, anche il 48enne Giuseppe Tatulli. Tra gli indagati Michele Mongiello
Tenta di rubare due auto: 28enne di Bitonto arrestato dai Carabinieri Tenta di rubare due auto: 28enne di Bitonto arrestato dai Carabinieri L'uomo è stata visto per le strade di Terlizzi e segnalato al 112: una gazzella, arrivata sul posto, l'ha fermato. È ai domiciliari
Fuga su una moto senza targa: ferisce agente, nei guai un 20enne Fuga su una moto senza targa: ferisce agente, nei guai un 20enne Il giovane, militare in servizio a Roma, è stato arrestato con le accuse di di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale
© 2001-2024 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.