I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Rapinatore nel supermercato, i Carabinieri lo bloccano in fuga

Nel mirino A&O. Un 38enne armato di un coltello si era fatto consegnare i soldi, ma s'è trovato i militari alle calcagna

È andata male, molto male, ad un 38enne di Bitonto, Antonio Piperis, che lunedì mattina ha fatto irruzione nel supermercato A&O Selex per mettere a segno una rapina: ha arraffato un bottino di circa 200 euro. Tuttavia, l'uomo non aveva messo in conto che per il centro potessero esserci esponenti delle forze dell'ordine.

Tanto che si è trovato stretto nella morsa dei Carabinieri della locale Stazione, i quali l'hanno acciuffato. Era in fuga dopo il colpo mordi e fuggi avvenuto intorno alle ore 09.00 - un orario piuttosto insolito - a Bitonto. L'uomo, volto noto alle forze dell'ordine, ha fatto irruzione nell'attività di via Castellucci col volto travisato e, sotto la minaccia di un coltello a serramanico, ha minacciato il titolare impossessandosi della somma presente nel registratore di cassa. Contanti per 200 euro.

Poi ha provato la fuga a piedi, ma i dipendenti del supermarket, però, come tutti quei commercianti che hanno un moto di reazione istintivo, devono avere digerito molto male il boccone amaro del sopruso. E così, subito dopo la rapina, l'hanno inseguito per diverse decine di metri, non prima di aver telefonato al numero 112. Una gazzella, allertata dalla centrale operativa della Compagnia di Modugno e già in zona, è intervenuta: i militari l'hanno acciuffato nel volgere di pochi minuti.

È stato riconosciuto grazie all'abbigliamento che aveva ancora addosso oltre ad un paio di guanti e ad un passamontagna per coprirsi il viso. Recuperato anche il bottino, già consegnato al legittimo proprietario. Il 38enne è stato trascinato presso gli uffici di via generale Planelli. Al termine degli accertamenti, gli uomini del maresciallo capo Roberto Tarantino lo hanno arrestato in flagranza di reato con l'accusa di rapina aggravata e lo hanno accompagnato nel penitenziario di Bari.

L'indagine, però, è tutt'altro che conclusa: i militari, infatti, stanno anche valutando se quest'episodio possa essere collegato ad un'altra rapina dalla dinamica più o meno simile, avvenuta sempre a Bitonto. Ad esempio, si cercano le correlazioni con l'episodio del 7 marzo scorso nel punto vendita Negozi Ok in via Vacca: in quella circostanza un uomo - anche lui con un coltello in pugno - entrò e si impossessò del registratore di cassa, portato via in un bustone, prima di allontanarsi.

Sul posto intervennero i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza per i dovuti rilievi di rito e furono acquisiti i filmati del sistema a circuito chiuso. Sarà adesso interessante incrociare le immagini di videosorveglianza di quell'episodio per capire se l'uomo appena arrestato possa essere lo stesso di quel giorno.
  • Arresti Bitonto
  • Rapine Bitonto
  • Carabinieri Bitonto
Altri contenuti a tema
Tentano il colpo al ripetitore telefonico, arrivano vigilantes e Carabinieri Tentano il colpo al ripetitore telefonico, arrivano vigilantes e Carabinieri I malviventi sono stati messi in fuga dagli uomini della Pegaso Security e dai militari di Bitonto. Recuperati un piede di porco e una torcia
Assalti paramilitari a portavalori: tra i 17 arrestati un 52enne di Bitonto Assalti paramilitari a portavalori: tra i 17 arrestati un 52enne di Bitonto Fra i professionisti dei colpi ai blindati anche Vincenzo Mundo. Con lui sono stati arrestati quindici cerignolani e un barese
Sparatoria di Cesinali, arresti convalidati. I nomi dei bitontini coinvolti Sparatoria di Cesinali, arresti convalidati. I nomi dei bitontini coinvolti Il 56enne Giuseppe Valentini, uno della banda, ha provato a difendersi: «Nessun assalto a un portavalori, eravamo lì per rubare auto»
Bitonto e Grumo Appula, ecco la banda. E tra i fermati c'è il capo latitante Bitonto e Grumo Appula, ecco la banda. E tra i fermati c'è il capo latitante In manette tre bitontini di 56, 34 e 33 anni. Il più grande coinvolto nelle operazioni "Harvest" del 2004 e "Satellite" del 2006
Avellino, spari con la Polizia. Sinergie tra clan sullo sfondo dell'assalto Avellino, spari con la Polizia. Sinergie tra clan sullo sfondo dell'assalto Fra gli arrestati un 34enne di Bitonto già coinvolto in un assalto ad un portavalori, nel 2018, a Canosa di Puglia
Appuntamento hard finisce in rapina. Presi in tre: due hanno patteggiato Appuntamento hard finisce in rapina. Presi in tre: due hanno patteggiato La vittima è un 70enne di Bitonto: i banditi lo avrebbero picchiato per rubargli contanti, carte prepagate e un cellulare
E-bike truccate: controlli e sequestri in piazza Marconi E-bike truccate: controlli e sequestri in piazza Marconi Operazione congiunta di Polizia Locale, Polizia di Stato e Carabinieri: una bici elettrica e due motocicli sono risultati truccati
Inseguimento nella notte: banda di ladri inseguita per 35 chilometri Inseguimento nella notte: banda di ladri inseguita per 35 chilometri A bordo di una Golf sono riusciti a sfuggire ai Carabinieri raggiungendo folli velocità. L'inseguimento da Molfetta fino a Terlizzi
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.