Aggressione da parte del branco
Aggressione da parte del branco
Cronaca

Picchiato perchè di Bitonto, Abbaticchio: «Vigliacchi, vi aspetto davanti ai giudici»

I Carabinieri potrebbero acquisire i video di alcune telecamere di videosorveglianza per risalire ai responsabili

Elezioni Regionali 2020
«Aspetto solo di rivedervi difronte alla Giustizia delle autorità competenti». È questo il monito lanciato dal sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, dopo la vile aggressione di un 15enne bitontino picchiato a sangue ieri pomeriggio da un branco di balordi nei pressi della spiaggia di Palese. La causa scatenante, se confermata, sarebbe forse più insensata dell'aggressione stessa, ammesso che tutta questa storia abbia davvero un senso: la città d'origine del povero ragazzo. Il giovane sarebbe infatti stato invitato ad andarsene perchè bitontino, ma non avrebbe fatto in tempo nemmeno ad allontanarsi, visto che nel giro di pochi secondi si sarebbe ritrovato catapultato in una traversa del lungomare insieme ad altri suoi due amici, poi riusciti a fuggire, circondato, offeso e picchiato violentemente, tanto da finire in ospedale col volto tumefatto, escoriazioni e contusioni su tutto il corpo, possibili lesioni al timpano di un orecchio e una sospetta commozione cerebrale.

«Non esiste competizione, odio, razzismo o divisione tra le terre che rappresentiamo – ha detto Abbaticchio pubblicando una foto col "collega" barese De Caro - soprattutto se parliamo della Città metropolitana di Bari. Soprattutto se parliamo di Bari e Bitonto. Soprattutto ora, in questo momento politico e storico. Ne parlo oggi perchè è stato massacrato di botte un nostro concittadino da un branco a Palese, che potrebbe essere nato in qualunque parte del Mondo. La "scusa" dell'attacco di turno è che la vittima predestinata è Bitontina».
«Sia chiaro che il branco avrebbe potuto trovare altre centomila scuse, pur di scatenarsi – ha tenuto a precisare il primo cittadino - resterà alla storia solo la sua povertà d'animo, la sua rabbia, la sua vigliaccheria. Quattro contro uno. Ma quello rimasto a terra è quello che non ha bisogno né di scuse né di violenza. Aspetta solo di rivedervi difronte alla Giustizia delle autorità competenti. E io vi aspetterò con lui». E potrebbe non volerci molto. I Carabinieri, infatti, potrebbero avvalersi delle immagini di videosorveglianza di alcune telecamere puntate verso il luogo dell'aggressione e alcune ipotesi investigative portano a giovani virgulti legati a una nota famiglia malavitosa barese.

Dello stesso tenore le dichiarazioni del sindaco De Caro: «Sarete individuati e pagherete per quello che avete fatto. Nel frattempo, spero che i vostri genitori pensino ai loro errori, prima ancora che ai vostri. E sappiano rimediare più in fretta possibile».
«Ho chiamato il papà, per assicurarmi della salute del ragazzo – ha aggiunto il primo cittadino del capoluogo - e il sindaco di Bitonto per rimarcare l'amicizia tra le nostre due comunità. Non è con la violenza che si difende il buon nome della propria città. Azioni di questo tipo il nome di Bari lo calpestano, lo infangano. Bari è una città che accoglie e che abbraccia, senza chiedere passaporti o certificati di residenza. E quello che avete fatto non ha a che fare né con l'orgoglio né con il senso di appartenenza. Quello che avete fatto ha solo un nome: bullismo. Il passatempo squallido dei vigliacchi, di quelli che sanno fare i duri contro un ragazzino inerme ma se la fanno sotto davanti a qualcuno due taglie più grosso».

  • carabinieri
  • Michele Abbaticchio
  • Bari
  • Antonio De Caro
Altri contenuti a tema
Al Polisportivo Rossiello di Bitonto arriva l'erba sintetica Al Polisportivo Rossiello di Bitonto arriva l'erba sintetica Proseguono i lavori di riqualificazione dell'impianto. Abbaticchio: «Ottava struttura sportiva in otto anni»
Ripartono a Bitonto i lavori per le nuove case popolari Ripartono a Bitonto i lavori per le nuove case popolari Domani sindaco e delegato Arca in via Nenni per la ripresa delle attività nel cantiere di via Nenni
Crisi Covid: a Bitonto contributi a fondo perduto e riduzioni Tari e Cosap alle attività danneggiate Crisi Covid: a Bitonto contributi a fondo perduto e riduzioni Tari e Cosap alle attività danneggiate Abbaticchio: «Non ci fermeremo: continueremo a cercare altre opportunità per le imprese locali»
Rocco Mangini è il nuovo vicesindaco di Bitonto Rocco Mangini è il nuovo vicesindaco di Bitonto Ieri la nomina ufficiale. Abbaticchio: «Garantirà la continuità dell'azione amministrativa»
Nel centro storico di Bitonto un polo di aggregazione giovanile Nel centro storico di Bitonto un polo di aggregazione giovanile Sarà ospitato nei locali a piano terra della Biblioteca Comunale a Palazzo Rogadeo
In volo notturno su Bitonto illuminata a led In volo notturno su Bitonto illuminata a led Il video emozionante di Francesco Marinelli incorona la fine dei lavori di restyling illuminotecnico
Riapre al pubblico a Bitonto il parco di Villa Sylos Riapre al pubblico a Bitonto il parco di Villa Sylos L'area verde, dedicata ad Angelo Vassallo, sarà aperto anche di domenica
Abbaticchio: «Non lascerò Bitonto per le regionali» Abbaticchio: «Non lascerò Bitonto per le regionali» Smentite le voci sulle dimissioni: «Porterò a termine il mio impegno per dare alla luce le opere della Bitonto 2020»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.