I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Operazione "Pandora", 34 condanne definitive per mafia: 6 sono di Bitonto

Gli ordini di carcerazione sono stati eseguiti dai Carabinieri del Ros: fra questi Giuseppe Rocco Cassano e Alessandro D'Elia

Tutti i mali della mafia dell'area metropolitana di Bari degli ultimi trent'anni racchiusi nel vaso di Pandora. Così, con il nome del personaggio della mitologia greca, fu denominata l'operazione dei Carabinieri del Ros che, il 18 giugno 2018, portò all'arresto di 104 persone affiliate ai clan mafiosi Mercante-Diomede e Capriati.

A 34 di queste i militari hanno notificato altrettanti ordini di carcerazione della Procura Generale poiché sono divenute definitive le pene della Corte d'Appello per 222 anni. Nell'elenco, sei sono di Bitonto: Giuseppe Rocco Cassano (10 anni, già in carcere a Terni), Alessandro D'Elia (5 anni e 3 mesi, a Tolmezzo), Salvatore Di Cataldo (9 anni, a Ascoli), Francesco Cosimo Natilla (10 anni, a Rovigo), Francesco Rizzi (5 anni, a Civitavecchia) e infine Giovanni Stellacci (9 anni, a Siracusa).

Il 10 ottobre scorso la Cassazione ha riconosciuto la correttezza delle varie sentenze di primo e secondo grado del Tribunale di Bari e della Corte d'Appello e ha respinto i ricorsi. Inoltre la Cassazione ha confermato le due sentenze anche nella parte in cui avevano ritenuto che il clan Capriati, in un'attività ultradecennale, si è caratterizzato in un articolato piano criminoso, sviluppando la selezione e il reclutamento in carcere e proiettandosi sino al nord barese ed alla sesta provincia.

7 dei condannati per il reato di associazione mafiosa operavano, infatti, tra le città di Trani, Corato e Terlizzi. L'ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale di Bari, infine, ha anche chiesto per 26 dei 34 condannati la revoca dei benefici che erano stati concessi (liberazione anticipata, indulto e sospensioni condizionali).
  • Carabinieri Bitonto
  • Giuseppe Rocco Cassano
  • Alessandro d'Elia
  • Francesco Cosimo Natilla
  • Giovanni Stellacci
  • Salvatore Di Cataldo
  • Francesco Rizzi
Altri contenuti a tema
Tenta di rubare due auto: 28enne di Bitonto arrestato dai Carabinieri Tenta di rubare due auto: 28enne di Bitonto arrestato dai Carabinieri L'uomo è stata visto per le strade di Terlizzi e segnalato al 112: una gazzella, arrivata sul posto, l'ha fermato. È ai domiciliari
Operazione "Bypass" a Bitonto: 32 indagati, 19 arrestati. TUTTI I NOMI Operazione "Bypass" a Bitonto: 32 indagati, 19 arrestati. TUTTI I NOMI Duro colpo al narcotraffico: tra gli arrestati Cosmo Damiano Cassano, Michele Cozzella e Giuseppe Digiacomantonio
«Siamo dottoresse dell'Asl». Anziana derubata dei propri gioielli a Mariotto «Siamo dottoresse dell'Asl». Anziana derubata dei propri gioielli a Mariotto Ieri mattina due donne si sono spacciate per medici e hanno raggirato una 75enne. Sul caso indagano i Carabinieri
Inseguimento a folle velocità per oltre 16 chilometri. Ladri in fuga Inseguimento a folle velocità per oltre 16 chilometri. Ladri in fuga A bordo di una Bmw, dopo aver rubato una Porsche Macan, sono riusciti a sfuggire ai Carabinieri. L'inseguimento da Modugno a Palo del Colle
209° anniversario dei Carabinieri, un riconoscimento al comandante di Bitonto 209° anniversario dei Carabinieri, un riconoscimento al comandante di Bitonto Ieri il conferimento, a Caserta, «per la meritoria attività costantemente svolta a favore delle collettività»
Furto d'auto sventato e inseguimenti: nottata intensa per i Carabinieri di Bitonto Furto d'auto sventato e inseguimenti: nottata intensa per i Carabinieri di Bitonto In fuga la solita Audi A3. Recuperate una Mini Cooper e una Volkswagen T-Roc occultate in un uliveto: erano state rubate a Modugno
Tonno adulterato e persone intossicate, 12 arresti: il pesce venduto a Bitonto Tonno adulterato e persone intossicate, 12 arresti: il pesce venduto a Bitonto A far partire le indagini è stata una serie di intossicazioni causate da pesce comprato in una pescheria della città
Si finge carabiniere e truffa un negoziante: ai domiciliari un 53enne di Bitonto Si finge carabiniere e truffa un negoziante: ai domiciliari un 53enne di Bitonto L'uomo la seconda volta si era finto un corriere, la terza volta ha rapinato il titolare del portafoglio
© 2001-2024 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.