IMG
IMG
Territorio e Ambiente

Lotta agli incendi boschivi estivi: multe fino a 10mila euro per chi non rispetta l’ordinanza sindacale

Proprietari dei fondi obbligati a ripulire dalle erbacce le zone a rischio

Nel territorio di Bitonto, anticipando il termine fissato dalla Regione Puglia con il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 266/2018, scatterà il 1° giugno 2018 il periodo di grave rischio per gli incendi estivi in aree boscate, cespugliate, arborate o a pascolo.

Con l'ordinanza sindacale n. 254/2018, predisposta dal competente ufficio della Polizia locale guidato dal ten. Michele Perrulli, il Comune di Bitonto richiama e integra gli obblighi e i divieti fissati dalla normativa regionale e nazionale in materia «al fine di scongiurare rischi di incendio per cause accidentali dai quali possano derivare pregiudizio a cose e/o persone».
L'ordinanza impone ai «proprietari, conduttori e/o gestori a qualsiasi titolo di fondi rustici, di aree incolte, abbandonate o comunque presentanti fattori di rischio di incendio» l'obbligo di eseguire in tempo utile (entro il 1° giugno) le necessarie opere di difesa passiva per l'eliminazione del rischio incendi, provvedendo ad arare, diserbare e pulire le zone di terreno confinanti con aree boscate nonché vicine ad abitazioni, ferrovie, strade ed autostrade, creando altresì «idonee fasce di protezione».

L'obbligo sarà in vigore sino al 15 settembre 2018, giorno fissato dalla Regione Puglia quale termine del periodo dichiarato a grave rischio incendi, che, in caso di necessità, potrà essere prorogato sino al 30 settembre 2018.
In caso di inosservanza dell'ordinanza, per i trasgressori è prevista l'applicazione di una sanzione amministrativa compresa tra 125 e 1.200 euro, fatte salve le ulteriori disposizioni di legge in materia.

Nell'ordinanza il Sindaco, inoltre, invita i cittadini a contattare tempestivamente, in caso di avvistamento di incendio, il Comando Stazione Carabinieri Forestale di Bari (telefono: 080.5583518), i Vigili del Fuoco (telefono: 115), il Comando di Polizia Locale (telefono: 080.3751014) o il Comando Stazione Carabinieri (080.3751010).
Le specifiche prescrizioni comunali integrano, come detto, il quadro degli obblighi e dei divieti fissati dalla Regione Puglia, che puntano soprattutto alla prevenzione del rischio incendi.
In base alle disposizioni regionali, nel periodo in cui è stato decretato lo stato di grave pericolosità, in tutte le aree a rischio di incendio boschivo e/o immediatamente ad esse adiacenti, sarà tassativamente vietato:
  • accendere fuochi di ogni genere;
  • far brillare mine o usare esplosivi;
  • usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli;
  • usare motori (ad eccezione di quelli per lavori forestali autorizzati), fornelli o inceneritori che producano faville o brace;
  • tenere in esercizio fornaci, forni a legna, discariche pubbliche e private incontrollate;
  • fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo immediato o mediato di incendio;
  • esercitare attività pirotecnica, accendere fuochi d'artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e/o mongolfiere di carta (lanterne volanti dotate di fiamme libere), nonché altri articoli pirotecnici;
  • transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all'interno di aree boscate;
  • transitare con mezzi motorizzati fuori dalle strade statali, provinciali, comunali, private e vicinali, gravate dai servizi di pubblico passaggio, fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali nel rispetto delle norme e dei regolamenti vigenti;
  • abbandonare rifiuti nei boschi e in discariche abusive.

Per l'inosservanza di tali divieti è prevista una sanzione amministrativa compresa tra 1.032,91 euro e 10.329,14 euro.
Il decreto regionale richiama, poi, gli obblighi relativi agli interventi di prevenzione incendi, che dovranno rispettare le disposizioni della Legge regionale n. 38/2016 e le vigenti linee guida del relativo Piano regionale, e la necessità di una collaborazione attiva nella lotta agli incendi boschivi da parte della Città Metropolitana e delle Amministrazioni comunali, che potranno avvalersi anche delle organizzazioni di volontariato di protezione civile.
  • Abbaticchio
  • Incendio
  • Michele Abbaticchio
  • vigili del fuoco
  • Polizia Municipale Bitonto
  • Polizia Locale Bitonto
Altri contenuti a tema
A Bitonto «il Museo Diocesano è spettacolare» A Bitonto «il Museo Diocesano è spettacolare» VIDEO – Inaugurata ieri la sezione bitontina dell'esposizione col governatore Emiliano, l'arcivescovo Cacucci e il sindaco Abbaticchio
Bitonto vola nel futuro digitale con la nuova fibra ottica dalle connessioni ultraveloci Bitonto vola nel futuro digitale con la nuova fibra ottica dalle connessioni ultraveloci La fibra arriverà fin dentro le case di 16mila bitontini, collegati a 1gigabit al secondo con 6,7 milioni di investimento privato
Abbaticchio nel consiglio metropolitano: «Voglio vincere per questa Terra» Abbaticchio nel consiglio metropolitano: «Voglio vincere per questa Terra» Il commento del leader di Italia in Comune dopo l'elezione che lo ha portato nuovamente nella Città Metropolitana
Grave incidente sulla sp231: tre feriti e tre veicoli coinvolti Grave incidente sulla sp231: tre feriti e tre veicoli coinvolti Traffico bloccato e lunghe code in entrambe le direzioni
Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, eletto nel consiglio metropolitano Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, eletto nel consiglio metropolitano È il secondo più suffragato del centrosinistra che strapazza il centrodestra
Bitonto alla Rome Half Marathon Via Pacis: oggi cerimonia in Municipio Bitonto alla Rome Half Marathon Via Pacis: oggi cerimonia in Municipio La maglia speciale della città anche al presidente della Regione, Emiliano e al presidente Anci, De Caro
L'ex assessore Saracino replica al sindaco di Bitonto: «Io, presente sempre in modo assiduo» L'ex assessore Saracino replica al sindaco di Bitonto: «Io, presente sempre in modo assiduo» La delegata era stata rimossa anche per la mancata rendicontazione delle attività: «Falso, comunicavamo con Whatsapp»
Intonaco e calcinacci da un balcone in via Repubblica: intervengono i Vigili del Fuoco Intonaco e calcinacci da un balcone in via Repubblica: intervengono i Vigili del Fuoco Gli operanti hanno messo in sicurezza l'area col supporto della Polizia Municipale
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.