Xylella
Xylella
Territorio e Ambiente

La Xylella sale verso Bitonto: dal Comune le misure di contenimento

Potature e trattamenti fitosanitari per frenare l'avanzata della sputacchina che trasmette il batterio

L'avanzata verso nord della Puglia del batterio della Xylella impone agli enti locali e regionali l'adozione di misure urgenti di contenimento. Per questo dal comune di Bitonto sono state diramate le attività che è necessario compiere per evitare la diffusione dell'insetto vettore, la cicala sputacchina.

«Le attività di monitoraggio della Regione Puglia – scrivono da Palazzo Gentile - evidenziano un'ulteriore avanzata verso nord dell'infezione da Xylella fastidiosa, giunta ormai a Polignano ovvero alle porte dei nostri oliveti. L'avvicinamento ed il possibile attecchimento del terribile batterio da quarantena nelle campagne del nord barese costituisce ulteriore gravissimo pericolo per il futuro dell'economia olivicola del nostro territorio. Non esistendo un metodo scientificamente consolidato per curare le piante affette da Xylella fastidiosa, è di fondamentale importanza ridurre la diffusione del batterio agendo sul controllo degli insetti vettori e in particolare del vettore principale Philaenus spumarius (sputacchina)».

In lina col nuovo Piano d'Azione regionale 2021 (DGR 538 del 6.04.2021), vengono raccomandate essenzialmente, tre attività, a partire dalla «esecuzione annuale della potatura ordinaria degli oliveti, con eliminazione di polloni e succhioni».
Risulta poi «obbligatorio sull'intero territorio regionale – come si legge nel dispositivo di legge - per superfici agricole ed extragricole (rotatorie, bordi strada, aree edificabili, terreni incolti), private e pubbliche, il controllo meccanico degli stadi giovanili del vettore con lavorazioni superficiali del suolo mediante aratura, fresatura o trinciatura ed interramento della vegetazione spontanea. Su terreni impervi e rocciosi è possibile ricorrere al diserbo con mezzi fisici (fuoco/vapore) o, in ultima alternativa, il diserbo chimico. Gli interventi sono da effettuarsi, nel periodo compreso tra il 10 aprile ed il 10 maggio, seguendo le eventuali indicazioni supplementari della Regione Puglia pubblicate sul portale Emergenza Xylella. Per rendere più efficace l'intervento, in considerazione dell'influenza del clima sul ciclo del vettore si consiglia, soprattutto nella porzione dell'agro bitontino al di sotto dei 200 metri di altitudine sul livello del mare, di anticipare l'intervento obbligatorio entro il termine di aprile».

Sono esentati i soli campi con colture da seme o da trapianto in atto (ad es. colture cerealicole, orticole, legumi, foraggi, colture oleaginose, prati pascoli, etc.). Tali interventi sono finalizzati a colpire gli stadi giovanili della sputacchina poco mobili e non infettivi.
«L'Amministrazione Comunale – tengono a precisare da Palazzo Gentile - garantisce che le misure di contenimento del vettore saranno eseguite sui terreni di proprietà comunale entro i termini di legge».
Tra esse anche «le Misure fitosanitarie contro gli adulti, da eseguire, secondo le indicazioni del Piano d'Azione 2021 regionale, sui soli oliveti e mandorleti, due interventi fitosanitari specifici diretti contro gli adulti di Philaenus spumarius – il primo tra il 15 ed il 30 Maggio il secondo tra il 15 e il 30 giugno, comunque distanziati di 20-25 giorni- utilizzando i prodotti registrati Acetamiprid, Fosmet, Spirotetramat (su olivo), la Deltametrina (su olivo e mandorlo) nonché quelli temporanemente autorizzati (Decr. Dirigenziale Min. Salute 1 apr. 2021) come l'Olio di arancio dolce (prodotto PREV-AM PLUS) e Piretrine (prodotto ASSET FIVE), questi ultimi due ammessi per l'olivo condotto in regime di agricoltura biologica. È altresì raccomandato eseguire i normali interventi fitosanitari per il controllo dei parassiti dell'olivo e in particolare del rodilegno, della tignola, della mosca delle olive e della margaronia».
«L'Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia – si legge ancora nella nota del Comune - periodicamente comunica le azioni da adottare per il contrasto alla diffusione del patogeno e bisogna attenersi scrupolosamente a quanto indicato. Si ricorda che i trattamenti fitosanitari devono essere effettuati da personale qualificato in possesso del certificato di abilitazione all'acquisto e utilizzo di prodotti fitosanitari (patentino)».

I controlli sull'applicazione delle misure obbligatorie saranno realizzati da parte dei Carabinieri forestali e la mancata osservanza sarà oggetto di sanzione amministrativa da 1.000 a 6mila euro, nonché del divieto di accesso a gare e bandi per l'erogazione di fondi comunitari, nazionali e regionali.
  • xylella
  • olivicoltura
Altri contenuti a tema
Vito Ricci presenta il suo “Olivicoltura a Bitonto nel XV secolo. Terre, uomini, produzioni” Vito Ricci presenta il suo “Olivicoltura a Bitonto nel XV secolo. Terre, uomini, produzioni” Diretta streaming dalle 17.30
Xylella: le associazioni agli enti pubblici «sbrigatevi a fare i trattamenti!» Xylella: le associazioni agli enti pubblici «sbrigatevi a fare i trattamenti!» Il tentativo disperato delle tre organizzazioni di produttori per fermare l'avanza della Xylella
Xylella: una videoconferenza online con Francesco Paolicelli Xylella: una videoconferenza online con Francesco Paolicelli Martedì 13 alle ore 19:00 l'incontro online organizzato dal Partito Democratico
Risarcimenti gelate 2018: dopo 3 anni ancora tardano ad arrivare Risarcimenti gelate 2018: dopo 3 anni ancora tardano ad arrivare Spagnoletti Zeuli (Restart): «Qualcosa sembra muoversi ma quanto dovremo attendere ancora?»
Xylella: la proposta di Gennaro Sicolo per impedire l'avanzata a Nord Xylella: la proposta di Gennaro Sicolo per impedire l'avanzata a Nord Sensibilizzare gli agricoltori, coinvolgere i comuni, arature e trattamenti fitosanitari obbligatori
Gelate 2018, otto milioni di euro per i frantoi pugliesi Gelate 2018, otto milioni di euro per i frantoi pugliesi Risorse trasferite all'Agea che diffonderà una circolare per la presentazione delle domande
La xylella è a Canosa: a Bitonto in allarme comparto olivicolo La xylella è a Canosa: a Bitonto in allarme comparto olivicolo Spagnoletti Zeuli: «C’è da essere seriamente preoccupati»
Il Covid19 non ferma la Xylella: dal comune di Bitonto l'invito alle buone pratiche agricole Il Covid19 non ferma la Xylella: dal comune di Bitonto l'invito alle buone pratiche agricole Il batterio continua a risalire verso il nord della Puglia: necessarie potature, rimozione erbacce e fitosanitari
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.