La droga sequestrata dalla Polizia di Stato
La droga sequestrata dalla Polizia di Stato
Cronaca

In campagna custodivano oltre 6 chili di droga: arrestati zia e nipote

La 56enne Elisabetta Monte e suo nipote, il 34enne Pietro Darsini, sono stati arrestati. Sequestrato anche un fucile

Hashish, marijuana, gli strumenti per confezionare la droga ed un fucile rubato con centinaia di proiettili. È questo il risultato delle perquisizioni effettuate in una villa di campagna nei confronti della 56enne Elisabetta Monte e di suo nipote, il 34enne Pietro Darsini, di Bitonto, fermati dalla Polizia dopo un inseguimento.

I due, con piccoli precedenti, sono stati arrestati dai poliziotti della Squadra Investigativa del Commissariato di P.S. di Bitonto con l'accusa di detenzione illegale di stupefacenti nell'ambito dei servizi tesi a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga in città. Gli spostamenti dei due, da qualche tempo, erano tenuti sotto controllo. Tutto è iniziato quando gli uomini della Squadra Investigativa, dopo averli intercettati, li hanno inseguiti sino ad arrivare a un terreno in via Pere Rosse.

A seguito di una perquisizione, eseguita nell'abitazione della 56enne e in un terreno privato di sua pertinenza, sono stati saltati fuori 4,6 chilogrammi di hashish e 1,6 chilogrammi di marijuana, alcune bilance di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga, tutto celato in varie buste della spazzatura tra gli alberi del giardino e, in parte, all'interno dell'abitazione. In un capanno per gli attrezzi, inoltre, gli agenti hanno trovato e sequestrato un fucile ad aria compressa.L'arma, con una potenza superiore ai 7,5 joule e con centinaia di proiettili in piombo, è risultata rubata a gennaio a Bitonto. Al momento degli arresti, eseguiti dal personale del dirigente Vittorio Di Lalla, per la 56enne sono stati disposti i domiciliari, mentre per il 34enne l'obbligo di firma. L'attività investigativa mira a risalire alla filiera della droga, all'eventuale inserimento dei due - zia e nipote - in un contesto associativo, nonché del canale di approvvigionamento di quanto rinvenuto.

Nell'ambito degli stessi controlli è stato arrestato un 76enne bitontino che, per l'ennesima volta, s'era appostato per seguire i movimenti della moglie; già deferito per maltrattamenti in famiglia, l'uomo è stato posto ai domiciliari. Ad un 75enne bitontino, responsabile di violenze e atti persecutori nei confronti della moglie, è stato notificato il divieto di avvicinamento alla vittima. Nell'ambito dei controlli, inoltre, nelle ultime settimane, sono stati trovati 12 veicoli rubati, ancora integri.

Recuperati anche pezzi di motoristica e componentistica appena smontati, attrezzi atti allo scasso e jammer inibitori di frequenze radio. Un 37enne di Cerignola è stato bloccato mentre si stava allontanando da Bitonto dopo aver caricato su un furgone pezzi di un'auto: l'uomo è stato deferito alla Procura per ricettazione.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Arresti Bitonto
  • Droga Bitonto
  • Polizia di Stato Bitonto
  • Furti auto Bitonto
Altri contenuti a tema
Falsi controlli e truffa per 5mila euro: 4 poliziotti interdetti a Bitonto Falsi controlli e truffa per 5mila euro: 4 poliziotti interdetti a Bitonto 24 le giornate in cui risultano falsificati i registri. L'indagine della Procura di Bari è partita dopo la segnalazione dei colleghi degli stessi agenti
Furto sventato a Silvia Boutique. Recuperata refurtiva per oltre 200mila euro Furto sventato a Silvia Boutique. Recuperata refurtiva per oltre 200mila euro I poliziotti del Commissariato sono intervenuti per l'allarme. I ladri, giunti a bordo di un Fiat Doblò rubato, sono fuggiti
A Bitonto il cimitero delle auto rubate. Ritrovate dieci in due giorni A Bitonto il cimitero delle auto rubate. Ritrovate dieci in due giorni Recuperate dalla Polizia di Stato scocche di auto sparite non solo in città, ma anche a Bari, Giovinazzo e Palo del Colle
Maxi inchiesta "Levante": chiesti 80 rinvii a giudizio Maxi inchiesta "Levante": chiesti 80 rinvii a giudizio L'Antimafia vuole mandare a processo, fra gli altri, i bitontini Sicolo, Giordano e Noviello. Udienza fissata per il 13 maggio
Incendiano il loro caseificio per frodare l'assicurazione: in 4 a processo Incendiano il loro caseificio per frodare l'assicurazione: in 4 a processo Giudizio immediato per i due gestori dell'attività, un dipendente e un complice. Il processo inizierà il 7 giugno
Rapina in via Traetta, in manette un 24enne. Il complice ha 14 anni Rapina in via Traetta, in manette un 24enne. Il complice ha 14 anni Il colpo ai danni del supermercato Primo Prezzo. Il più grande è finito in carcere, l'altro è stato riaffidato ai genitori
Banda dell'Audi A3 a Bitonto: arriva il primo arresto Banda dell'Audi A3 a Bitonto: arriva il primo arresto Erano in tre, per ora è finito in manette solo un 33enne: i Carabinieri già sulle tracce dei complici
Inseguiti dai Carabinieri da Modugno a Bitonto. In manette un 33enne Inseguiti dai Carabinieri da Modugno a Bitonto. In manette un 33enne Recuperata l'auto abbandonata dai complici. All'interno trovati due radio ricetrasmittenti e altrettanti jammer accesi
© 2001-2022 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.