Francesco Brandi
Francesco Brandi
Politica

Francesco Brandi scrive al Prefetto di Bari: servono più controlli

«Non lasciate soli i dirigenti e gli attivisti politici, gli amministratori locali, i consiglieri, gli assessori, i sindaci»

Moltissime le notizie di episodi di inciviltà e teppismo rimbalzate sui quotidiani locali di diverse cittadine della provincia di Bari e della Regione Puglia, compresa Bitonto, scatenatisi in seguito alla vittoria della nazionale di calcio di venerdì 2 luglio scorso. Francesco Brandi, Segretario di Circolo del Partito Democratico ha scritto al prefetto di Bari Antonia Bellomo, per domandare aiuti concreti e combattere questi fenomeni.

«Li hanno chiamati festeggiamenti. Il fatto è che questi episodi non costituiscono per noi un'eccezione, una specie di carnevale, quando poi tutto ritorna normale. Per noi la battaglia contro il teppismo, la prevaricazione, la ribalderia, l'arroganza dei violenti, è un'impresa quotidiana. Un'impresa passeggiare per le vie della città senza essere travolti da bici e monopattini (elettrici e non) in corsa contromano, sui marciapiedi, come sulle piazze. Prendere un po' d'aria in Villa Comunale, senza essere oltraggiati o molestati da bande di microcriminali. Goderci il centro storico tra i più grandi e belli d'Italia, rivitalizzato da vent'anni di politiche virtuose, senza esser costretti a condividere lo spazio con la filiera dello spaccio e del consumo di stupefacenti, che quel territorio presidia» ha dichiarato Brandi esortando il prefetto a «non lasciare soli i dirigenti e gli attivisti politici, gli amministratori locali, i consiglieri, gli assessori, i sindaci. Davvero, senza poteri di azione, con l'enorme responsabilità di rappresentare lo Stato di diritto, quando non le più semplici regole del quieto vivere, resistere dinanzi alla deriva dei buoni costumi sta diventando impossibile!»

La richiesta è quella che vengano destinate delle Forza supplementari di polizia e di controllo del territorio ai Sindaci della città Metropolitana «a supporto dell'attuale dotazione organica, per ripristinare il rispetto delle norme di civile convivenza, per ridare aria alla democrazia, alla libertà degli uomini onesti, per attuare una vera ripresa e resilienza, dopo la tragedia del Covid. Lo chiediamo alle autorità di pubblica sicurezza, ai parlamentari, ai dirigenti politici nazionali, agli uomini e alle donne di buona volontà che incarnano col proprio servizio le Istituzioni Repubblicane del nostro Paese» ha concluso.
  • Partito Democratico Bitonto
Altri contenuti a tema
"L'Italia ripudia la guerra". Il PD di Bitonto ospita Brando Benifei "L'Italia ripudia la guerra". Il PD di Bitonto ospita Brando Benifei L'appuntamento è per il 17 settembre alle 19.00 in piazza Cattedrale
Pinto (PD): «Fuori dalla nostra sede per amore di legalità» Pinto (PD): «Fuori dalla nostra sede per amore di legalità» La riflessione del consigliere comunale sulla scelta di lasciare la storica “Pescara” in corso Vittorio Emanuele
Sinistra Italiana critica sull'adesione dei Verdi al Pd: «Voltagabbana» Sinistra Italiana critica sull'adesione dei Verdi al Pd: «Voltagabbana» «Per taluni la lealtà verso gli elettori conta poco»
La Federazione dei Verdi di Bitonto aderisce al Pd La Federazione dei Verdi di Bitonto aderisce al Pd Il segretario Brancale: «Continueremo a occuparci dei temi ambientali, sviluppo sostenibile, diritti civili e povertà»
Un piano di ripresa a Bitonto: si parte da rifiuti, alloggi popolari e asili nido Un piano di ripresa a Bitonto: si parte da rifiuti, alloggi popolari e asili nido Le forze politiche di Pd, Si, Italia in Comune, Iniziativa Democratica, Officine Partecipate e 70032 pronte ad accogliere altri contributi
Scuola prèt-à-porter? Approfondimento in streaming del Pd di Bitonto Scuola prèt-à-porter? Approfondimento in streaming del Pd di Bitonto Momento di confronto sull'istruzione per affrontare paure e falsi miti prodotti sull'immaginario collettivo dalla pandemia
Recovery Fund: a Bitonto primi passi verso un progetto condiviso Recovery Fund: a Bitonto primi passi verso un progetto condiviso Italia in Comune, Iniziativa Democratica, SI, PD e 70032 città in Movimento al lavoro su una proposta unitaria
Anche i GD di Bitonto chiedono la sostituzione di Salierno in giunta Anche i GD di Bitonto chiedono la sostituzione di Salierno in giunta «Scelta, scevra e indipendente, da condizionamenti alcuni»
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.