GIOVANNI VACCA
GIOVANNI VACCA
Vita di città

Dopo la morte del maestro Giovanni Vacca la famiglia ringrazia la comunità

«Ha fatto sentire l'affettuoso e commosso abbraccio, non solo a lui»

Un vero e proprio monumento, in carne e ossa, della città, custode della cultura e della formazione di tante giovani generazioni che è scomparso negli scorsi mesi e che ancora oggi fa parlare di sé. Si tratta di Giovanni Vacca, il "maestro" per antonomasia venuto a mancare all'affetto dei propri cari e dei tanti ex alunni nelle scorse settimane, lasciando un velo di tristezza nei cuori di tutti.
Tra i ricordi più toccanti quello di Raffaello Tullo, istrionico front man della Rimbamband ed ex alunno del maestro: «"Ciao Raffaello. Mi spiace di doverti dare questa buona notizia, ma il tuo maestro è andato a stare meglio senza il suo malandato corpo. Un abbraccio fraterno. A presto". Mi è arrivato questo splendido ossimoro stamattina, con un messaggio sul cellulare. Me lo ha mandato Marco, il figlio di Giovanni, il Maestro. Avevo sentito Marco qualche giorno fa per telefono. Stavamo organizzando una sorpresa a Giovanni per il giorno del suo compleanno, il prossimo 2 Marzo. "Papà non sta bene, riesce a star meglio solo quando parla dei suoi ricordi di scuola!". Mi aveva detto così, durante quella telefonata. Era incredibile, Giovanni. Una volta, di ritorno da scuola, dissi a mia madre: il maestro ha gli occhi che brillano. Come si fa a farli brillare così? Non ricordo la risposta di mia madre, ma poi ho capito che per avere gli occhi come Giovanni bisogna fare le cose con entusiasmo e umanità. Ed io ci sto provando da una vita a far brillare i miei, di occhi. Me lo ha insegnato Giovanni. Perché è troppo facile insegnare la geografia, la grammatica, la storia. I maestri veri insegnano a far brillare gli occhi...».

In tantissimi però hanno voluto rendere omaggio a quello che, in tanti anni di passione al servizio dell'istruzione, era diventato il maestro di tutti.
Per questo la famiglia ha voluto ringraziare tutti con un messaggio, affidato ai giornali.
«Il Maestro Giovanni Vacca – assicurano i parenti - dal cielo ringrazia tutti coloro che, seppur da lontano, hanno fatto sentire l'affettuoso e commosso abbraccio, non solo a lui, ma anche alla sua famiglia».
  • scuola
  • Rimbamband
  • Raffaello Tullo
Altri contenuti a tema
L’I.C. "Cassano" e il Comune di Bitonto insieme per la legalità e la cittadinanza attiva L’I.C. "Cassano" e il Comune di Bitonto insieme per la legalità e la cittadinanza attiva Oggi, 24 maggio, primo evento nel comando di Polizia Locale
Scuola, sindacati dubbiosi sul rientro al 100% in presenza da settembre Scuola, sindacati dubbiosi sul rientro al 100% in presenza da settembre Perplessità di diverse sigle sulla ripartenza autunnale
La Scuola Caiati partecipa alle Olimpiadi della Prevenzione La Scuola Caiati partecipa alle Olimpiadi della Prevenzione È possibile votare i progetti video dei bambini fino al 10 maggio
Scuola. Arrivata l'ordinanza, in Puglia resta la libertà di scelta Scuola. Arrivata l'ordinanza, in Puglia resta la libertà di scelta Confermato il decreto del Governo ma si dovrà: "Garantire la didattica digitale integrata a tutti gli alunni le cui famiglie richiedano espressamente di adottarla"
Gli alunni di Bitonto volano virtualmente sulla tomba di Dante Gli alunni di Bitonto volano virtualmente sulla tomba di Dante I ragazzi della 4B della Modugno Rutigliano Rogadeo ricevono dantedì speciale per onorare il sommo poeta
Scuola senza riscaldamento a Palombaio: Damascelli (FI) scrive alla Regione Scuola senza riscaldamento a Palombaio: Damascelli (FI) scrive alla Regione «Diritto allo studio negato: situazione triste e disdicevole»
Il liceo Sylos di Bitonto tra le scuole bersaglio del finanziamento da 19 milioni della Città Metropolitana Il liceo Sylos di Bitonto tra le scuole bersaglio del finanziamento da 19 milioni della Città Metropolitana I fondi in arrivo dal dal Ministero dell’Istruzione per manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico
Si dimette l'assessore all'Istruzione Marina Salierno. Al suo posto Angela Scolamacchia Si dimette l'assessore all'Istruzione Marina Salierno. Al suo posto Angela Scolamacchia La delegata uscente era stata "dimissionata" qualche settimana fa dal suo partito, il Pd. Oggi lascia per «motivi personali»
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.