GIOVANNI VACCA
GIOVANNI VACCA
Vita di città

Dopo la morte del maestro Giovanni Vacca la famiglia ringrazia la comunità

«Ha fatto sentire l'affettuoso e commosso abbraccio, non solo a lui»

Un vero e proprio monumento, in carne e ossa, della città, custode della cultura e della formazione di tante giovani generazioni che è scomparso negli scorsi mesi e che ancora oggi fa parlare di sé. Si tratta di Giovanni Vacca, il "maestro" per antonomasia venuto a mancare all'affetto dei propri cari e dei tanti ex alunni nelle scorse settimane, lasciando un velo di tristezza nei cuori di tutti.
Tra i ricordi più toccanti quello di Raffaello Tullo, istrionico front man della Rimbamband ed ex alunno del maestro: «"Ciao Raffaello. Mi spiace di doverti dare questa buona notizia, ma il tuo maestro è andato a stare meglio senza il suo malandato corpo. Un abbraccio fraterno. A presto". Mi è arrivato questo splendido ossimoro stamattina, con un messaggio sul cellulare. Me lo ha mandato Marco, il figlio di Giovanni, il Maestro. Avevo sentito Marco qualche giorno fa per telefono. Stavamo organizzando una sorpresa a Giovanni per il giorno del suo compleanno, il prossimo 2 Marzo. "Papà non sta bene, riesce a star meglio solo quando parla dei suoi ricordi di scuola!". Mi aveva detto così, durante quella telefonata. Era incredibile, Giovanni. Una volta, di ritorno da scuola, dissi a mia madre: il maestro ha gli occhi che brillano. Come si fa a farli brillare così? Non ricordo la risposta di mia madre, ma poi ho capito che per avere gli occhi come Giovanni bisogna fare le cose con entusiasmo e umanità. Ed io ci sto provando da una vita a far brillare i miei, di occhi. Me lo ha insegnato Giovanni. Perché è troppo facile insegnare la geografia, la grammatica, la storia. I maestri veri insegnano a far brillare gli occhi...».

In tantissimi però hanno voluto rendere omaggio a quello che, in tanti anni di passione al servizio dell'istruzione, era diventato il maestro di tutti.
Per questo la famiglia ha voluto ringraziare tutti con un messaggio, affidato ai giornali.
«Il Maestro Giovanni Vacca – assicurano i parenti - dal cielo ringrazia tutti coloro che, seppur da lontano, hanno fatto sentire l'affettuoso e commosso abbraccio, non solo a lui, ma anche alla sua famiglia».
  • scuola
  • Rimbamband
  • Raffaello Tullo
Altri contenuti a tema
Consigliere comunale di Bitonto a scuola, Putignano: «Mai preteso di entrare solo per il mio ruolo» Consigliere comunale di Bitonto a scuola, Putignano: «Mai preteso di entrare solo per il mio ruolo» Le precisazioni dell'esponente di Sud al Centro dopo la nota della preside a Palazzo Gentile
La mensa scolastica nelle scuole di Bitonto parte in anticipo La mensa scolastica nelle scuole di Bitonto parte in anticipo Si inizia lunedì 14 ottobre. L'assessore Salierno: «Scelta dell'amministrazione per agevolare le famiglie»
Studenti bitontini e ragazzi della ROAD alla manifestazione ecologista “Fridays for future” Bari Studenti bitontini e ragazzi della ROAD alla manifestazione ecologista “Fridays for future” Bari Dal terzo sciopero globale per il clima i semi per una rinnovata cultura dell'ambiente
Il Luce Music Festival porta la Rimbamband in scena a Molfetta Il Luce Music Festival porta la Rimbamband in scena a Molfetta La kermesse è organizzata da una squadra tutta bitontina composta da Urem, Fanfara e Ulixes S.C.S
Sicurezza edifici pubblici: risorse in ballo anche per Bitonto Sicurezza edifici pubblici: risorse in ballo anche per Bitonto Dal Governo 12,5 milioni di euro. Ruggiero(M5S): «Priorità alle scuole. Fondi anche per Province e Città metropolitane»
Decine di accessi nel primo anno del progetto contro la dispersione scolastica a Bitonto Decine di accessi nel primo anno del progetto contro la dispersione scolastica a Bitonto A chiedere sostegno genitori e alunni. L'assessore Saracino: «Problema sottovalutato»
La robotica nelle scuole di Bitonto: imparare con Bee-Bot La robotica nelle scuole di Bitonto: imparare con Bee-Bot Presentato sabato a il PON di robotica educativa e coding della Scuola Caiati
1 Mangiare sano sin da piccoli con la guida del Pastaio Maffei Mangiare sano sin da piccoli con la guida del Pastaio Maffei Porte aperte allo stabilimento di Barletta per le visite delle scolaresche
© 2001-2019 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.