La Polizia di Stato
La Polizia di Stato
Cronaca

Coronavirus, la Procura chiede i decreti di condanna. Volpe: «Priorità assoluta»

Il procuratore di Bari: «Le denunce sono tante. Chiederemo una condanna ad una pena pecuniaria»

Sono decine i decreti penali di condanna che la Procura della Repubblica di Bari sta trasmettendo all'ufficio del giudice per le indagini preliminari per la violazione dell'articolo 650, cioè l'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità.

In questo caso si parla del decreto sui divieti di assembramento per l'emergenza Coronavirus e anche per la violazione degli articoli 495 e 496 del codice penale, cioè i reati di false attestazioni o dichiarazioni a pubblico ufficiale e false dichiarazioni sulla identità. «Le denunce sono tante - spiega Giuseppe Volpe - e stiamo facendo decine di richieste di decreto penale da mandare ai giudici per le indagini preliminari subito, con priorità assoluta».

«Chiederemo una condanna ad una pena pecuniaria - continua il procuratore di Bari - e poi bisognerà aspettare le eventuali opposizioni e in quel caso si faranno i giudizi di opposizione quando sarà possibile». Intanto, però, la Procura sta procedendo con le richieste di decreti penali di condanna. Ad occuparsene è l'ufficio Pronta Definizione, al quale vengono trasmesse quotidianamente le denunce di coloro che vengono trovati in giro senza una valida motivazione.

Stando ai dati forniti dalla Prefettura di Bari, sono state denunciate 1.901 persone sulle ben 31.441 controllate dall'11 al 20 marzo scorsi, per verificare il rispetto delle norme emanate dal Governo per il contenimento del Coronavirus.
  • Carabinieri Bitonto
  • Polizia Locale Bitonto
Altri contenuti a tema
Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Il nuovo dl ha valore retroattivo: non c'è più la sanzione penale, ma solo amministrativa
Restate a casa: contro il Coronavirus arrivano l'Esercito e i Vigili del Fuoco Restate a casa: contro il Coronavirus arrivano l'Esercito e i Vigili del Fuoco La Prefettura di Bari snocciola i dati: denunciate 1.901 persone, 31.441 quelle controllate dall'11 al 20 marzo scorsi
Nuova raffica di controlli a Bitonto. Ma ancora troppa gente per strada Nuova raffica di controlli a Bitonto. Ma ancora troppa gente per strada Carabinieri al lavoro senza sosta, tante le denunce. Abbaticchio: «Siamo davvero furiosi»
Coronavirus, continuano i controlli a Bitonto: altri 20 denunciati Coronavirus, continuano i controlli a Bitonto: altri 20 denunciati Ancora troppi i bitontini che nonostante l'emergenza Covid-19 infrangono le norme, mettendo a rischio la salute di tutti
Antimafia: sequestrati a Bitonto beni per milioni di euro a pluripregiudicato Antimafia: sequestrati a Bitonto beni per milioni di euro a pluripregiudicato L'uomo, il 50enne Giovanni Cipriani, dichiarava un reddito annuo da poche migliaia di euro ma gestiva un impero economico
Il vigile lo multa e va in escandescenza: polizia e 118 in via D'Angiò Il vigile lo multa e va in escandescenza: polizia e 118 in via D'Angiò Un altro episodio la scorsa settimana in via Larovere. L'assessore Bonasia: «Tuteleremo corpo di Polizia Locale»
Tragedia nelle campagne di Bitonto: agricoltore muore schiacciato da trattore Tragedia nelle campagne di Bitonto: agricoltore muore schiacciato da trattore Il corpo del 40enne, sposato e padre di due bambini, ritrovato in serata
Da Trani ad Ascoli Satriano, 86 chilometri di inseguimento: preso 39enne Da Trani ad Ascoli Satriano, 86 chilometri di inseguimento: preso 39enne A bordo di un'auto rubata ha tentato la fuga tallonato dai Carabinieri. Arrestato, è stato condotto nel carcere di Trani
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.