Le luminarie nel centro storico di Bitonto. <span>Foto Anna Verriello</span>
Le luminarie nel centro storico di Bitonto. Foto Anna Verriello
Vita di città

Bitonto in piazza contro la mafia nel ricordo di Anna Rosa

Accese 10 luminarie con le frasi degli eroi dell'antimafia. Ma a tre sono già stati già tagliati i cavi di alimentazione

Un uomo libero cade sempre in piedi (G. Siani); Ai miei figli dico: lo Stato siamo noi (F. Morcone); Avete chiuso 5 bocche, ne avete aperte 50 milioni (G. Falcone); Chi ha paura muore ogni giorno (P. Borsellino); La terra che ci ha cresciuto è il nostro futuro (P. Rizzotto); La mafia teme più la scuola che la giustizia (A. Caponnetto); La mafia uccide, il silenzio pure (P. Impastato); Sono i paesi che fanno il Paese (A. Vassallo); Oltre che credenti, dobbiamo essere credibili (R. Livatino).

Sono le citazioni che da oggi in poi chi attraversa il centro storico di Bitonto troverà appese lungo un vero e proprio percorso che celebra gli eroi italiani dell'antimafia. Sono state inaugurate ieri, infatti, le luminarie che accenderanno alcune fra le strade più delicate della parte antica della città, a partire da quella via Porta Robustina teatro, due anni fa, dell'efferato omicidio di Anna Rosa Tarantino, 87enne vittima innocente di uno scontro a fuoco tra bande. Proprio nel suo ricordo la città è scesa in piazza ed ha assistito all'apposizione di una targa in ricordo di quel tragico 30 dicembre 2017 che ha cambiato la vita di un'intera comunità. Che ha però bisogno dell'aiuto di uno Stato che deve essere da oggi ancora più presente: dopo la distruzione a sassate di una delle scritte, una mano ignota ne ha tagliato i cavi dell'alimentazione, concentrandosi poi su altre due luminarie, tutte e tre in via San Luca, epicentro strategico delle attività criminali e di spaccio del centro storico.

Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, di fermarsi, però, non vuole sentir parlare: «Ne hanno spente tre su dieci. Tutte, in via San Luca. Da oggi dunque sarà la strada preferita dallo Stato, da noi, da tutti. Adottiamola: con l'amore soffocheremo l'odio». «Visto che abbiamo evidentemente colto nel segno – aveva già commentato ieri – vi informo che le iniziative culturali si ripeteranno ossessivamente proprio dove dimostrate che vi stiamo dando fastidio. Quelle frasi ve le imprimeremo in testa, davanti alla vostra casa. Continuate pure e vi ricorderemo, per ogni giorno della vostra esistenza, cosa significa la porcheria al quale avete consegnato la vostra vita».

Intanto ieri sera la città ha dimostrato di avvertire la necessità di testimoniare anche in piazza il suo "no" al crimine organizzato, riempiendo le vie del "Percorso dell'antimafia". In tantissimi, infatti, hanno assistito all'accensione delle luminarie che resteranno accese nel centro storico tutto l'anno. Un gesto simbolico, un primo passo, come tanti ne sono stati fatti, per iniziare un percorso di riappropriazione che riparta proprio dalla luce capace di rischiare il buio dell'odio e dell'oblio.
  • Michele Abbaticchio
  • Omicidio Tarantino Bitonto
  • Anna Rosa Tarantino
Altri contenuti a tema
Cittadella del Bambino a Bitonto, Abbaticchio: «Ricuciamo la periferia al centro» Cittadella del Bambino a Bitonto, Abbaticchio: «Ricuciamo la periferia al centro» Soddisfatto anche il sindaco metropolitano Decaro: «Occupiamo con la bellezza gli spazi degradati»
Oggi Emiliano e Decaro a Bitonto per inaugurare la Cittadella del Bambino Oggi Emiliano e Decaro a Bitonto per inaugurare la Cittadella del Bambino Conclusi i lavori per il parco esterno: esposte anche le sculture della mostra di Franco Sannicandro
Sul ponte della Bitonto-Palo arriva la luce Sul ponte della Bitonto-Palo arriva la luce Collaudi ok per i lavori di illuminazione dell'intersezione. Abbaticchio: «Grazie alla Città Metropolitana e a Decaro»
Si dimette l'assessore all'Ambiente del comune di Bitonto Si dimette l'assessore all'Ambiente del comune di Bitonto Motivi personali e professionali alla base della scelta. Abbaticchio: «È una parte importante della nostra storia»
Furto alla scuola Spinelli di Bitonto, Abbaticchio: «Una porcheria rubare nella casa dei bambini» Furto alla scuola Spinelli di Bitonto, Abbaticchio: «Una porcheria rubare nella casa dei bambini» Rubati colori, matite, fogli e apparecchi elettronici. È il secondo nel giro di un mese
Un tratto a 4 corsie e tre rotatorie a Bitonto sulla Sp231 Un tratto a 4 corsie e tre rotatorie a Bitonto sulla Sp231 Approvati lavori di messa in sicurezza per quasi 8milioni di euro. Abbaticchio: «Tutti hanno fatto la loro parte»
Allarme processionaria a scuola: chiuso a Bitonto il liceo scientifico Allarme processionaria a scuola: chiuso a Bitonto il liceo scientifico Abbaticchio: «Decisione necessaria attesa di interventi immediati dalla Città Metropolitana»
Abbaticchio: «Si inserisca Bitonto nel nome dell'aeroporto» Abbaticchio: «Si inserisca Bitonto nel nome dell'aeroporto» Il sindaco diserta l'inaugurazione della nuova pista: «Per la nostra città tanti disagi e pochissimi vantaggi»
© 2001-2020 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.