La discarica di Trani
La discarica di Trani
Cronaca

Presunti illeciti discarica di Trani: 7 richieste di parte civile

Nell'inchiesta coinvolti anche due tecnici di laboratorio bitontini

Ci sono sette richieste di costituzione di parte civile nell'inchiesta sui presunti illeciti alla discarica di Trani che vede coinvolti, tra i 23 indagati, anche due tecnici di laboratorio bitontini. Adesso sarà il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Trani, Angela Schiralli, a doverne valutare, entro il 31 ottobre, l'ammissibilità.
A presentare istanza sono stati il Comune di Trani, Amiu (che al contempo è imputata come persona giuridica), il Comitato Trani Bene Comune, Legambiente, il Comitato Pugliese di Legambiente, il Ministero dell'Ambiente e l'imputato Michele Zecchillo, ingegnere-direttore tecnico dell'impianto di Contrada Puro Vecchio (che nel 2015 finì sotto sequestro) che si ritiene parte lesa per le ipotesi di reato di turbativa d'asta e corruzione contestati a Francesco Paolo d'Amore, presidente del collegio sindacale Amiu dal 2008 al 2014, al direttore generale della Marco Polo Engineering Spa, Loris Zanelli, ed all'architetto barese Michele Lastilla.

Il Ministero dell'Ambiente, inoltre, ha chiesto di esser autorizzato a citare come responsabili civili la stessa Amiu e la società Marco Polo Engineering che avrebbero conseguito vantaggi patrimoniali. Mentre il difensore delle società ha chiesto il non luogo a procedere per la prescrizione dei reati, l'assenza del titolare dell'inchiesta, il Pubblico Ministero bitontino, Michele Ruggiero, il suo sostituito ha deciso di rinviare la decisione al 31 ottobre.
Secondo l'accusa la discarica di Contrada Puro Vecchio, dove ormai da tempo sono stati fermati i conferimenti, sarebbe stata una vera e propria bomba ecologica con possibili gravi conseguenze su ambiente e salute.

«Un inquinamento ambientale, atmosferico e delle acque di falda, che partirebbe da lontano - come riferisce la Gazzetta del Mezzogiorno - dal 2009 al 2014 si sarebbe "realizzato progressivamente", secondo quanto conclusero i consulenti della Procura di Trani, dell'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA) e dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari, "con condotte prevalentemente omissive". Perciò la discarica di smaltimento di rifiuti urbani "non pericolosi" che asserviva il bacino di utenza ATO Bari 1 (dal 3 settembre 2014 risparmiato dai conferimenti per diffida del Servizio Rischi Industriali della Regione) agli inizi del 2015 fu sequestrato».

Per il pm Ruggiero si tratta di «un disastro ambientale di potenza espansiva», per il pm Ruggiero, con «l'incombente e concreto rischio di esplosione della discarica». Accuse mosse a soggetti con diverse funzioni per condotte che molti imputati avrebbero "posto in essere consapevolmente e volontariamente quantomeno con dolo eventuale".
I due bitontini coinvolti, secondo l'accusa, avrebbero rilevato tardivamente «una forte impennata delle concentrazioni di metalli pesanti rispetto ai valori medi registrati precedentemente».
  • discarica
  • Michele Ruggiero
  • Tribunale Trani
Altri contenuti a tema
Prostituta accoltellata in un casolare: chiesta archiviazione per 42enne di Bitonto Prostituta accoltellata in un casolare: chiesta archiviazione per 42enne di Bitonto La Procura di Trani scagiona l'uomo accusato di aver rapinato e tentato di uccidere una 21enne colombiana
Percolato dalla discarica ai campi: sequestri da 1,4 milioni alla Daneco Percolato dalla discarica ai campi: sequestri da 1,4 milioni alla Daneco Gravi reati ambientali a un passo dal territorio di Bitonto. Chiusa l'indagine. Interrogazione parlamentare della Ruggiero (M5S)
Incendi a raffica in via Amm.Vacca: Bitonto invasa dai fumi tossici Incendi a raffica in via Amm.Vacca: Bitonto invasa dai fumi tossici A fuoco cumuli di immondizia e rifiuti pericolosi. I residenti: «Siamo senza tutele»
Rifiuti lungo la Poligonale di Bitonto e pneumatici in Lama Balice Rifiuti lungo la Poligonale di Bitonto e pneumatici in Lama Balice Natilla attacca l'amministrazione. Il direttore Sanb, Toscano: «Verifiche sugli esercenti del territorio»
Le festività a Bitonto non fermano gli idioti dei rifiuti Le festività a Bitonto non fermano gli idioti dei rifiuti Cumuli di immondizia incendiati nei pressi di via Ammiraglio Vacca. I Sass: «Si stanno impossessando delle campagne»
Bitonto disseminata di discariche: mappati 280 siti Bitonto disseminata di discariche: mappati 280 siti In 45 di essi c'è l'amianto. L'iniziativa di Vito D'Alessandro
A fuoco a Bitonto maxi-discarica abusiva di pneumatici A fuoco a Bitonto maxi-discarica abusiva di pneumatici Un'alta colonna di fumo nero e denso ha invaso ieri in zona artigianale. I residenti: «Ci stanno avvelenando»
Caso Capristo: liberi i tre imprenditori di Bitonto coinvolti Caso Capristo: liberi i tre imprenditori di Bitonto coinvolti La difesa: «Dimostreremo la completa infondatezza dell'accusa»
© 2001-2021 BitontoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BitontoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.